it.lutums.net / 4 miti di salute comuni che puoi ignorare: conosci i fatti

4 miti di salute comuni che puoi ignorare: conosci i fatti


Sembra che ogni volta che raccogli il foglio, leggi di un altro nuovo studio che cambierà completamente tutto ciò che sappiamo sulla salute. A volte è un nuovo alimento miracoloso che dovrebbe prevenire le malattie - o un cibo che mangi frequentemente che ora ti viene detto di evitare completamente. In altri casi, i titoli dicono che gli scienziati hanno scoperto il segreto per perdere peso, prevenire il cancro o rallentare il processo di invecchiamento.

Tuttavia, in molti casi, se leggi lo studio vero e proprio, scopri che le sue conclusioni non sono così radicali come suggeriscono le notizie. Nella loro ricerca di titoli che attirano l'attenzione, i media spesso mettono troppa enfasi su un singolo studio, il che implica che è un completo cambiamento di gioco quando i suoi risultati attuali sono tutt'altro che conclusivi. E una volta che una richiesta di assistenza sanitaria è là fuori nella sfera pubblica, ha un modo di aggrapparsi, anche molto tempo dopo che è stata ridimensionata. A volte anche fonti mediche affidabili si aggrappano a raccomandazioni obsolete che hanno poche prove per sostenerle.

I miti della salute possono incidere sul tuo corpo e sul tuo portafoglio. Nel tentativo di tenere il passo con le ultime raccomandazioni sulla salute, si potrebbe finire sborsando un sacco di soldi per nuovi super alimenti caldi o attrezzature per l'esercizio fisico di cui non hai veramente bisogno. Ecco uno sguardo più da vicino a quattro particolari miti sulla salute che puoi smettere di preoccuparti di oggi.

1. Hai bisogno di otto bicchieri d'acqua ogni giorno

Tutti hanno sentito il consiglio che è necessario bere otto bicchieri di acqua al giorno per rimanere in salute. È ampiamente ripetuto su Internet, negli articoli di giornali e riviste e persino nei libri di testo sulla salute - spesso con un avviso di accompagnamento che le bevande contenenti alcol o caffeina non contano per questo totale, perché semplicemente disidratano ancora di più il tuo corpo. Questa convinzione diffusa ha portato molte persone attente alla salute a sborsare centinaia di dollari all'anno in acqua imbottigliata, senza mai uscire di casa senza una bottiglia in mano.

Da dove viene

Nessuno sa esattamente da dove proviene questo consiglio. Un articolo del 2002 dell'American Journal of Physiology - Regulatory, Integrative and Comparative Physiology (AJP-RICP) ha scavato nelle sue origini e ha scoperto che potrebbe essere stato da un libro del 1974 scritto dal nutrizionista Fredrick J. Stare e dalla dott.ssa Margaret McWilliams, che Si consiglia di consumare da sei a otto bicchieri d'acqua ogni 24 ore. Un'altra possibile fonte è stata una raccomandazione del 1945 da parte del Food and Nutrition Board del National Research Council (FNB), secondo cui la persona media ha bisogno di 2, 5 litri di acqua al giorno - circa lo stesso di 8 bicchieri pieni.

Il problema è che nessuna di queste fonti dice che tutte le necessità quotidiane di acqua dovrebbero provenire dall'acqua potabile. La raccomandazione FNB del 1945 diceva che la maggior parte dell'acqua di cui il tuo corpo ha bisogno "è contenuta in cibi preparati". Allo stesso modo, Stare e McWilliams, nel loro libro, dissero che i tuoi sei-otto bicchieri d'acqua al giorno potevano provenire da altre bevande, come "Caffè, tè, latte, bevande analcoliche, birra, ecc.", Oltre che dal consumo di frutta e verdura.

Per alcune persone, dicendo che caffè, tè e bevande analcoliche possono fornire suoni di idratazione dispari, perché queste bevande contengono spesso caffeina, che può aumentare la quantità di urina prodotta dall'organismo. Tuttavia, un documento del 2003 pubblicato sul Journal of Human Nutrition and Dietetics, che analizza studi medici che coprono più di tre decenni, ha scoperto che questo accade solo a breve termine, e solo in persone che hanno una grande dose di caffeina - l'equivalente di due o tre tazze di caffè - dopo aver continuato senza per diversi giorni o settimane. Per i bevitori regolari di caffè, tè o soda, la caffeina non aumenta la produzione di urina. Uno studio britannico del 2014 pubblicato su PLoS ONE, una rivista scientifica online, ha confermato questo risultato e ha concluso che per i bevitori regolari di caffè, il caffè consumato in dosi moderate fornisce la stessa idratazione dell'acqua.

Nessuno è sicuro di come il consiglio da prendere in un totale di 2, 5 litri di acqua da tutte le fonti si sia deformato in "bere otto 8 once di bicchieri d'acqua al giorno". Molto probabilmente, è successo semplicemente perché questa regola - a volte abbreviata come "8 x 8" - era facile da ricordare. Tuttavia, non ci sono semplicemente prove scientifiche per sostenerlo.

Pericoli di troppa acqua

Infatti, la carta AJP-RICP è stata trovata, bere troppa acqua può effettivamente essere dannoso. Bere quantità eccessive di acqua può portare a una condizione pericolosa per la vita chiamata iponatriemia - a volte nota come "intossicazione da acqua" - in cui il livello di sodio nel sangue diventa pericolosamente basso. Se il tuo corpo non riesce a rimuovere l'acqua in eccesso abbastanza velocemente, i tessuti di tutto il corpo si gonfiano con l'acqua, causando sintomi che vanno dal mal di testa e alla nausea fino alle convulsioni, al coma e alla morte. Il documento AJP-RICP cita un paio di casi fatali di intossicazione da acqua in adolescenti che avevano usato il farmaco illegale dell'ecstasy.

Bere troppa acqua è particolarmente probabile che causi problemi agli atleti. Quando sudi, il tuo corpo perde sale e acqua, e la sostituzione dell'acqua senza anche la sostituzione del sale può far perdere il livello di sodio nel sangue - una condizione chiamata iponatriemia associata all'attività fisica, o EAH. Un documento del 2015 nel Clinical Journal of Sport Medicine (CJSM) citava tre casi fatali di EAH nei giocatori di football del liceo che bevevano enormi quantità di acqua - ben 16 litri, in un caso - durante le prove sportive in un tentativo errato di prevenire i crampi muscolari.

Un altro problema è che durante l'esercizio fisico vigoroso, lo stress sul tuo corpo riduce la velocità con cui si produce l'urina. Un medico intervistato da Scientific American spiega che, in circostanze normali, il tuo corpo può produrre da 800 a 1.000 millilitri all'ora, quindi puoi bere fino a quel momento ogni ora senza diventare impregnato d'acqua. Tuttavia, durante l'attività fisica, il tasso di produzione di urina scende a soli 100 millilitri all'ora, quindi bere da 800 a 1.000 millilitri ogni ora può portare a un pericoloso accumulo di acqua, anche se sudi abbondantemente.

Per essere al sicuro durante l'attività fisica, non dovresti bere più acqua di quanto il tuo corpo stia perdendo mentre sudi. Ad esempio, se stai sudando 500 millilitri di acqua ogni ora, allora è quanto dovresti bere. Ma sfortunatamente, non c'è un buon modo per misurare quanta acqua si sta perdendo attraverso il sudore, e quindi non c'è modo di fornire una guida chiara e ferma su quanta acqua è ragionevole bere e quanto è pericolosa.

Fortunatamente, il tuo corpo ha un meccanismo integrato per dirti quanta acqua hai bisogno. Si chiama sete. Sia la CJSM che l'AJP-RICP concludono che fare affidamento sul tuo naturale "meccanismo della sete" è la migliore guida possibile per assicurarti di avere abbastanza acqua e non troppo. In altre parole, puoi fidarti del tuo corpo per dirti quando ha bisogno di acqua e quando ne ha abbastanza.

Bisogno d'acqua variabile

Nel 2006, le Accademie nazionali delle scienze, dell'ingegneria e della medicina hanno pubblicato una serie di linee guida sui bisogni nutrizionali per le persone di diverse fasce d'età. Ha concluso che le femmine adulte in genere necessitano di circa 2, 7 litri di acqua al giorno, mentre i maschi adulti in genere hanno bisogno di 3, 7 litri. Tuttavia, questo non significa che sia la quantità di acqua che dovresti effettivamente provare a bere. Piuttosto, è la quantità di acqua che una persona tipica deve assorbire da tutte le fonti, compresi cibo e altre bevande.

La Harvard Men's Health Watch, commentando questi numeri, spiega che il cibo e le bevande nella normale dieta quotidiana forniscono almeno il 70% del fabbisogno idrico. Ciò significa che l'importo che è necessario aggiungere dall'acqua potabile non è più di 810 millilitri al giorno per le donne e 1, 1 litri per gli uomini. Tuttavia, anche questo numero è solo una stima molto approssimativa.

Molti fattori possono influire sul fabbisogno idrico del tuo corpo, inclusi i seguenti:

  • Peso corporeo . Più sei grande, più acqua hai bisogno. La raccomandazione delle accademie di 3, 7 litri al giorno da tutte le fonti potrebbe facilmente essere troppo per un uomo più piccolo della media, e troppo per un grande.
  • Dieta Se mangi molta frutta e verdura fresca e bevi molti liquidi come succo di frutta, latte o zuppa, la tua dieta probabilmente fornirà molto più del 70% del tuo fabbisogno idrico. Al contrario, se si mangia un sacco di cibi preparati ad alto contenuto di sale, è probabile che sia necessario aggiungere acqua per bilanciare questo sodio aggiunto. Un articolo del New York Times sull'aumento dei calcoli renali tra i bambini osserva che un fattore importante è l'aumento del consumo di sale per bambini.
  • Esercizio Come notato sopra, quando ti alleni, il tuo corpo perde acqua e sale attraverso il sudore. La Mayo Clinic dice che la maggior parte delle persone ha bisogno di 1, 5 a 2, 5 tazze d'acqua in più per sostituire i liquidi che perdono da "brevi periodi di esercizio", e le persone che esercitano più a lungo e hanno bisogno di adottare misure per sostituire il sale perso.
  • Clima Nella stagione calda, si suda di più, quindi si perde più acqua. L'aria secca aumenta anche la perdita di liquidi perché succhia più umidità dalla pelle. Inoltre, vivere ad alta quota aumenta la frequenza respiratoria e la produzione di urina, che può anche aumentare i bisogni di liquidi.
  • Malattia Qualsiasi malattia che causa vomito o diarrea scarica l'acqua dal corpo. Condizioni come infezioni della vescica e calcoli renali possono anche aumentare il fabbisogno di liquidi. D'altra parte, altri problemi medici, come l'insufficienza cardiaca e alcuni tipi di malattie del fegato o dei reni, possono rallentare la capacità del corpo di produrre urina, richiedendo di bere meno acqua.
  • Gravidanza o allattamento . Le donne hanno bisogno di liquidi aggiuntivi quando sono in gravidanza o allattano un bambino. Le accademie dicono che le donne incinte hanno tipicamente bisogno di 3 litri di acqua al giorno da tutte le fonti, e le donne che allattano ne hanno bisogno 3, 8 litri.

Ottenere abbastanza acqua

Come puoi vedere, ci sono così tante variabili differenti che influenzano i tuoi bisogni idrici che è impossibile dare una linea guida semplice e universale. Invece, i medici raccomandano di fare affidamento su - avete indovinato - sete. L'Harvard Men's Health Watch, la Mayo Clinic e gli studi AJP-RICP e CJSM affermano tutti che fidarsi del meccanismo naturale della sete del tuo corpo è il modo migliore per assicurarti di avere la giusta quantità d'acqua senza esagerare.

Ci sono molte altre prove, a parte questi due studi, che la sete è il modo migliore per guidare il tuo bere. Per esempio:

  • Un articolo del 1984 su Fisiologia e comportamento ha rilevato che finché le persone hanno libero accesso all'acqua potabile, diventano assetati e bevono molto prima che siano effettivamente disidratati.
  • Uno studio del 2006 del Journal of American Geriatrics Society ha rilevato che gli uomini anziani sani che hanno bevuto 1, 5 litri extra di acqua al giorno non hanno mostrato miglioramenti nei livelli di sodio nel sangue, pressione arteriosa o qualità della vita rispetto a quelli che hanno assunto un farmaco placebo e non ha cambiato la loro assunzione di acqua.
  • Uno studio del 2013 sul trapianto di dialisi in nefrologia ha rilevato che un maggiore apporto di liquidi non migliora la funzione renale o riduce il tasso di mortalità e conclude che "obiettivi specifici per l'assunzione di liquidi", cioè che il pubblico deve bere una certa quantità di liquidi ogni giorno, piuttosto che contando sulla sete - non sono utili.

Se hai qualche dubbio sul fatto che stai bevendo abbastanza acqua, tutto ciò che devi fare è controllare se stessi per i segni di disidratazione. A parte la sete, questi segni includono:

  • Minzione rara . Il servizio sanitario nazionale britannico dice che se urini meno di tre o quattro volte al giorno, passando ogni volta una piccola quantità, potresti essere disidratato.
  • Basso volume di urina . Secondo la Mayo Clinic, una persona ben idratata passa circa 1, 5 litri, o 6, 3 tazze, di urina al giorno.
  • Urina di colore scuro . Se hai abbastanza acqua, la tua urina dovrebbe essere chiara o di colore giallo chiaro, secondo la Mayo Clinic.
  • Secchezza La disidratazione può far sentire la bocca, le labbra e gli occhi insolitamente asciutti.
  • Altri sintomi Mal di testa, vertigini e stanchezza sono tutti segni di disidratazione. Disidratazione a lungo termine può anche portare a costipazione.

Prestare attenzione alla disidratazione è particolarmente importante per gli anziani. La pubblicazione sulla salute Medical Daily rileva che il meccanismo della sete del corpo può indebolirsi con l'età, quindi le persone anziane dovrebbero prestare la massima attenzione a guardare i segni e aumentare il loro apporto di liquidi, se necessario. Ma per la maggior parte delle persone, la sete è davvero la tua migliore guida.

2. Hai bisogno di almeno otto ore di sonno ogni notte

Il numero otto sembra essere popolare per le regole sanitarie di tutti i tipi. Chiedi a qualsiasi persona a caso il sonno che dovresti ottenere, e è probabile che diranno otto ore. Questa raccomandazione, come quella sul bere otto bicchieri d'acqua al giorno, è in circolazione da decenni e si manifesta in tutti i tipi di fonti di salute rispettabili, dai siti web ai libri.

Da dove viene

La regola delle otto ore è più o meno in linea con le ultime raccomandazioni della National Sleep Foundation, sviluppata da un team di 18 scienziati di primo piano e pubblicata nel 2015. Queste linee guida dicono che la maggior parte degli adulti sani ha bisogno di sette-nove ore di sonno per giorno.

Tuttavia, la Fondazione sottolinea anche che questa è solo un'approssimazione. Secondo il suo rapporto, alcuni adulti possono funzionare perfettamente bene con appena sei ore di sonno, mentre altri ne hanno bisogno fino a dieci per esibirsi al meglio. Quindi, piuttosto che raccomandare un numero specifico di ore per tutti, i ricercatori consigliano di prestare attenzione a come ci si sente in diverse quantità di sonno e di usarlo per capire quanto di cui si ha bisogno.

La verità della materia

Quindi la regola delle otto ore è davvero solo un'approssimazione. Tuttavia, c'è una crescente quantità di prove che non è nemmeno la migliore approssimazione possibile. Diversi studi pubblicati tra il 2002 e il 2015 suggeriscono che la quantità ideale di sonno per la maggior parte degli adulti potrebbe essere in realtà più vicina a sette ore rispetto a otto.

  • Kripke, 2002 . Uno studio del 2002 condotto dal Dr. Daniel Kripke presso l'Università della California a San Diego, pubblicato su Archives of General Psychiatry, ha monitorato 1, 1 milioni di pazienti oncologici per un periodo di sei anni. Kripke e il suo team hanno scoperto che i pazienti che dormivano circa sette ore a notte - in particolare, tra 6, 5 ​​e 7, 4 ore - avevano tassi di mortalità più bassi rispetto a quelli che ottenevano o meno o più sonno.
  • Kripke, 2011 . Il Dr. Kripke ha anche condotto uno studio del 2011 pubblicato sulla rivista Sleep Medicine. La squadra di Kripke ha monitorato le abitudini del sonno di 450 donne con un'età media di 67, 6 anni per un periodo di una settimana, quindi ha fatto il check-in con loro di nuovo 10 anni dopo. Lo studio ha rilevato che le donne che dormivano almeno 5 ore a notte e non più di 6, 5 ore avevano meno probabilità di morire durante quel periodo.
  • Lumos Labs, 2013 . Un team di ricercatori della Lumos Labs - sede del sito web Lumosity, una piattaforma web-based per aiutare le persone a migliorare la propria acuità mentale - ha studiato come più di 200.000 persone hanno eseguito test di memoria spaziale, corrispondenza e aritmetica dopo diversi livelli di sonno. Lo studio, pubblicato sulla rivista Frontiers in Human Neuroscience, ha rilevato che le prestazioni su tutti e tre i test tendevano ad aumentare con più sonno, ma solo fino al limite delle sette ore. Oltre quel punto, più persone dormivano, più le loro prestazioni diminuivano.
  • Journal of Clinical Sleep Medicine, 2014 . Molte persone credono che il nostro moderno mondo interferisca con il sonno naturale delle persone. Per testare questa teoria, un team di ricercatori ha condotto un esperimento in cui cinque adulti sani hanno trascorso due mesi in "un insediamento simile all'età della pietra". Vivevano in capanne senza elettricità, acqua corrente o altre comodità moderne, e dovevano raccogliere e preparare tutto il proprio cibo. Lo studio, pubblicato sul Journal of Clinical Sleep Medicine, ha rilevato che le persone che vivono in queste condizioni si sono, infatti, addormentate prima e dormono più a lungo di quanto non abbiano fatto nelle loro normali vite. Tuttavia, la quantità di tempo che hanno effettivamente dormito durante l'esperimento variava da 6 a 9 ore, con una media di circa 7, 2 ore.
  • Biologia corrente, 2015 . Un altro studio, pubblicato sulla rivista Current Biology, ha esaminato le abitudini del sonno delle persone nelle società pre-industriali in Tanzania, Namibia e Bolivia. I ricercatori hanno scoperto che le persone in queste società tipicamente si addormentano poche ore dopo il tramonto e si svegliano prima dell'alba, dormendo ovunque tra 5.7 e 7.1 ore intermedie. Prendono anche il sonnellino durante il giorno solo occasionalmente - circa il 7% dei giorni in inverno e il 22% dei giorni in estate.

La linea di fondo è che non c'è nulla di innaturale nel dormire per sei o sette ore piuttosto che per otto, purché si possa funzionare su quella quantità. Invece di fare affidamento su una regola dura e veloce, dovresti ascoltare il tuo corpo.

Se ti senti bene per sette ore di sonno, allora continua con quella quantità. D'altra parte, se non stai dormendo bene, ti affidi alla caffeina per superare la giornata, o ti senti mai sonnolento durante la guida, questi sono tutti segnali che ti servono più occhi chiusi.

3. Le uova fanno male al tuo cuore

Le uova sono una fonte di proteine ​​grande ed economica. Solo un uovo di grandi dimensioni ha circa 6 grammi di proteine ​​- circa un grammo di carne magra o pollo. Ma basandosi sui prezzi del cibo del Bureau of Labor Statistics, il manzo magro attualmente costa circa $ 5, 50 al chilo ($ 0, 34 l'oncia) ei petti di pollo disossati sono $ 3, 25 al chilo ($ 0, 20 l'oncia). Al contrario, una dozzina di uova costano solo $ 2, 33, o $ 0, 19 ciascuna.

Inoltre, le uova sono veloci e facili da sistemare e incredibilmente versatili. Puoi cucinarli in molti modi diversi - bolliti, fritti, strapazzati, in camicia - e usarli in quasi tutte le ricette, dalle insalate, alle patatine fritte, alle zuppe. Eppure molte persone stanno passando - o almeno riducendo - questo cibo economico e conveniente perché gli è stato detto che aumenterà il rischio di malattie cardiache.

Da dove viene

La cattiva reputazione dell'uovo si basa principalmente sul suo contenuto di colesterolo. Un po 'di background: il colesterolo è una sostanza cerosa e grassa che si trova in tutte le cellule del tuo corpo. E, in una certa misura, è una buona cosa: il tuo corpo ha bisogno di colesterolo per la crescita, la digestione e la produzione di ormoni e vitamina D.

Il problema è che troppo colesterolo nel sangue può causare un accumulo, noto come placca, all'interno delle arterie. A sua volta, questo può portare a malattie cardiache e una serie di problemi correlati, come infarto e ictus. Le persone con alti livelli di colesterolo nel sangue - in particolare il tipo noto come lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), o colesterolo "cattivo" - sono ad alto rischio per le malattie cardiache. Finora, tutto questo è un fatto abbastanza accettato nella comunità medica.

Ma quando guardi alle cause del colesterolo alto di sangue, le cose diventano un po 'più oscure. Parte del colesterolo nel tuo corpo, chiamato colesterolo dietetico, proviene dagli alimenti che mangi. Per questo motivo, l'American Heart Association (AHA) ha a lungo raccomandato di mantenere l'assunzione di colesterolo nella dieta a non più di 300 mg al giorno. E poiché un singolo tuorlo d'uovo ha 187 mg, l'AHA ha generalmente consigliato alle persone di limitare il numero di uova intere che mangiano.

Tuttavia, la maggior parte del colesterolo nel sangue viene prodotto all'interno del corpo. Il nutrizionista John Berardi, che scrive per HuffPost Healthy Living, dice che la persona media produce uno o due grammi di colesterolo ogni giorno. Anche l'AHA ammette nelle sue linee guida dietetiche che il grasso saturo, che innesca la produzione di LDL, ha un impatto molto maggiore sui livelli di LDL nel sangue rispetto al colesterolo dietetico. Nondimeno, l'AHA afferma che limitare il colesterolo alimentare è ancora una buona idea, soprattutto perché molti cibi ricchi di colesterolo hanno anche molti grassi saturi.

Uno studio del 2012 pubblicato sulla rivista Atherosclerosis ha aggiunto più carburante alle preoccupazioni sul consumo di uova. Ha scoperto che i pazienti che mangiavano più uova avevano più probabilità di avere una placca che ostruiva le arterie. Gli autori dello studio arrivarono al punto da affermare che mangiare regolarmente i tuorli era due terzi pericoloso quanto il fumo.

La verità della materia

Lo studio del 2012 è stato controverso e ha generato molte lettere negative all'editor, alcune con titoli come "Mettere uova e sigarette nello stesso paniere; stai scherzando? "Un problema era che, sebbene lo studio mostrasse un legame tra il consumo di uova e l'accumulo di placca, non mostrava necessariamente che le uova fossero effettivamente in difetto. Il cardiologo dell'AHA Gordon Tomaselli, autore di Prevention, osserva che ci sono molti fattori che lo studio non ha considerato, come quello che hanno mangiato i partecipanti o quanto hanno esercitato.

Altri medici e nutrizionisti sottolineano che sebbene i tuorli siano ricchi di colesterolo nella dieta, hanno anche altri nutrienti che possono effettivamente aiutare a prevenire le malattie cardiache. Ad esempio, i tuorli d'uovo sono ricchi di grassi insaturi, compresi gli acidi grassi omega-3 che secondo gli esperti sono essenziali per la salute del cuore. Sono anche una buona fonte di vitamine A, D, E e B12.

Inoltre, ci sono una varietà di studi che dimostrano che il colesterolo nella dieta non ha molto impatto sulla salute del cuore. Le attuali opinioni in Clinical Medical Care sottolineano che, nella maggior parte delle persone, la quantità di colesterolo nella loro dieta ha un impatto scarso o nullo sul colesterolo nel sangue. Osserva inoltre che mangiare uova tende a spostare il tipo di LDL nel sangue in una forma che ha meno probabilità di intasare le arterie. Uno studio del 2012 nella stessa pubblicazione esamina le statistiche sulla malattia e rileva che non vi è alcun collegamento tra l'assunzione di colesterolo e le malattie cardiache.

Alcuni studi hanno anche scoperto che mangiare uova può migliorare la salute del cuore. Uno studio controllato del 2013, pubblicato su Metabolism, ha esaminato un gruppo di persone con sindrome metabolica - una combinazione di fattori di rischio che aumenta il rischio di malattie cardiache, diabete e ictus. I pazienti sono stati sottoposti a una dieta a basso contenuto di carboidrati che includeva tre uova intere al giorno o una quantità equivalente di sostituto delle uova. I pazienti che hanno mangiato uova intere, compresi i tuorli, hanno visto un miglioramento maggiore nei loro livelli di colesterolo nel sangue e maggiori diminuzioni nella resistenza all'insulina, un precursore del diabete.

Alla luce di queste nuove scoperte, la Harvard School of Public Health ora dice che mangiare le uova con moderazione va bene per la maggior parte delle persone. Tuttavia, lo stesso articolo rileva che alcuni gruppi di persone stanno meglio limitando il consumo di uova. Le persone che hanno il diabete, o che hanno difficoltà a controllare il loro colesterolo totale nel sangue e i livelli di LDL, dovrebbero limitarsi a soli tre tuorli a settimana. Per tutti gli altri, un uovo intero al giorno - più il bianco d'uovo che vuoi - non dovrebbe essere un problema.

4. Stare al lavoro è meglio che sedersi

Se lavori in un ufficio, è possibile che tu abbia alcuni colleghi che hanno improvvisamente iniziato a utilizzare i banchi. Alcune persone lo fanno utilizzando supporti improvvisati per aumentare i livelli dei loro monitor e tastiere, mentre altri investono in scrivanie appositamente progettati che possono costare centinaia o addirittura migliaia di dollari. Ma molte persone pensano che il costo elevato - insieme al disagio di stare tutto il giorno - ne valga la pena, perché sono convinti che sedere sia una minaccia per la loro salute.

Da dove viene

Tra il 2012 e il 2015, i timori riguardo ai pericoli derivanti dalla seduta sono nati da una serie di studi medici incentrati sui rischi di essere sedentari o inattivi. Per prima cosa è stato pubblicato un documento del 2012 su Diabetologia che analizzava i risultati di 18 studi precedenti e concludeva che un maggior numero di ore passate a sedere era legato a un rischio più elevato di diabete, malattie cardiache e morte per tutte le cause. Poi un documento del 2013 dell'American Journal of Preventive Medicine ha esaminato il comportamento di oltre 92.000 donne anziane per un periodo di 12 anni e ha scoperto che le donne che passavano più tempo seduti - più di 11 ore al giorno - avevano anche il più alto rischio di morte per malattie cardiache e cancro.

Nel 2014, i ricercatori del British Journal of Sports Medicine hanno fatto uno studio cercando di trovare il collegamento tra l'attività fisica e la lunghezza dei telomeri del corpo - strutture che proteggono le cellule dai danni. Più brevi sono i tuoi telomeri, maggiore è il rischio per tutte le malattie legate all'invecchiamento, tra cui il cancro dell'obesità, il diabete, le malattie cardiache e l'ictus. I ricercatori di questo studio hanno annunciato che la più grande minaccia per i telomeri era il tempo trascorso seduto; i partecipanti che hanno ridotto il tempo di seduta hanno allungato i loro telomeri molto più di quelli che hanno esercitato di più.

In seguito a ciò, uno studio del gennaio 2015 sugli Annals of Internal Medicine ha annunciato che stare seduti per lunghi periodi di tempo aumenta il rischio di malattie cardiache, diabete, cancro e morte prematura. Anche le persone che hanno avuto molto esercizio in altri momenti hanno mostrato alcuni effetti negativi della seduta prolungata - sebbene i rischi non fossero così alti per loro come per le persone che non erano fisicamente attive.

Sulla scia di questi studi, un'eruzione di titoli ha dichiarato che sedersi era "il nuovo fumo". Le vendite per i banchi sono aumentate. Steelcase, uno dei principali produttori di scrivanie, ha dichiarato a Mother Nature Network che le vendite per i propri desk non seduti sono aumentate di cinque volte tra il 2008 e il 2013.

Rischi di stare in piedi

Sfortunatamente, in molti casi, i curanti adottati per sedersi troppo a lungo erano peggiori della malattia. Stare in piedi per ore alla volta non è solo stancante; in realtà pone dei rischi per la salute a lungo termine.

Nel 2002, la rivista Journal ha pubblicato una revisione di 17 studi sui pericoli della durata prolungata, in cui "prolungato" è stato definito come più di 8 ore. Questo meta-studio ha scoperto che stare per così tanto tempo è legato a una serie di problemi medici, tra cui dolore alla schiena e ai piedi, aborto spontaneo o parto prematuro in donne in gravidanza e insufficienza venosa cronica (CVI). Questa è una condizione in cui le vene nelle gambe non funzionano in modo efficace, facendo sì che il sangue si accumuli in queste vene.

La CVI può portare a dolore, gonfiore, ulcere cutanee e vene varicose (gonfie e ingrossate). Uno studio danese del 2005, pubblicato su Medicina occupazionale e ambientale, ha rilevato che i lavoratori che trascorrono almeno il 75% della giornata lavorativa in piedi hanno il 75% in più di probabilità di essere ricoverati in ospedale per le vene varicose. Gli autori hanno concluso che lo stare al lavoro era responsabile di oltre il 20% di tutti i casi di vene varicose nelle persone in età lavorativa.

Stare in piedi per lunghi periodi può anche portare a problemi cardiaci e circolatori a lungo termine. Un articolo del 2000 sul giornale scandinavo di lavoro, ambiente e salute, collegava la posizione prolungata ad un aumentato rischio di arteriosclerosi, o ostruzione delle arterie, che a sua volta può aumentare il rischio di infarto e ictus.

Lo stesso ricercatore che ha pubblicato quel documento ha continuato a lavorare su altri due che sono stati presentati al 4 ° Convegno internazionale sull'ambiente di lavoro e le malattie cardiovascolari nel 2005. Uno di questi ha rilevato che trascorrere molto tempo "in una posizione eretta" al lavoro è aumentato il rischio di ipertensione, o pressione alta, fino a 20 anni di invecchiamento. Il secondo ha rilevato che un prolungato in piedi al lavoro ha aumentato il rischio di aterosclerosi della stessa quantità di fumo, pressione alta o colesterolo alto.

Sitting Plus Exercise

Alcuni studi più recenti sembrano contraddire le scoperte sui pericoli di sedersi al lavoro. Questi studi suggeriscono che una seduta prolungata non è necessariamente così male per te, a patto che ti stia allenando.

Ad esempio, uno studio del 2014 di circa 17.000 adulti canadesi, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'American College of Sports Medicine, ha rilevato che coloro che trascorrono più tempo in piedi hanno un rischio inferiore del 33% di morire per qualsiasi causa oltre 12 anni. -anno periodo di quelli che si sono fermati meno. Tuttavia, questa differenza è svanita per le persone nello studio che hanno soddisfatto le raccomandazioni del Canada per l'attività fisica - almeno due ore di allenamento a settimana. Le persone che hanno avuto questa quantità di esercizio non hanno aumentato il rischio di mortalità, anche se hanno trascorso il resto del loro tempo seduti.

Uno studio dell'ottobre 2015 sull'International Journal of Epidemiology ha raggiunto una conclusione simile. I ricercatori hanno esaminato il comportamento di oltre 5.000 persone attive e in buona salute in Gran Bretagna per un periodo di 16 anni e hanno scoperto che coloro che trascorrevano più tempo seduti durante il giorno non avevano più probabilità di morire durante questo periodo rispetto a coloro che sedevano di meno. Gli autori dello studio hanno notato che i partecipanti a questo studio hanno trascorso quasi il doppio del tempo camminando ogni giorno come un inglese medio e hanno suggerito che il loro livello di attività potrebbe proteggerli dagli effetti nocivi della seduta. Hanno concluso che ha senso esaminare le raccomandazioni per la seduta e le raccomandazioni per l'attività fisica come due facce della stessa medaglia, piuttosto che considerare il tempo di seduta come un fattore di rischio separato.

Il modo migliore per lavorare

Sulla base della ricerca di cui sopra, sembra chiaro che stare fermi tutto il giorno non è davvero meglio per te che stare fermi. Un approccio migliore è trovare più modi per essere attivi, sia sul lavoro che fuori.

Gli esperti sanitari intervistati da US News e World Report consigliano diversi modi per spostarsi di più durante la giornata:

  • Cambia posizione . Passare da seduto a stare spesso è meglio che passare l'intera giornata in piedi o seduti. Alan Hedge, professore di Design and Environment Analysis presso la Cornell University, afferma che cambiare la tua posizione in questo modo "sradica completamente" i rischi per la salute di stare seduto - così come i rischi di stare in piedi.
  • Fidget . Sedersi non è necessariamente la stessa cosa che stare seduti. Ken Tameling, un esperto di sedute economiche di Steelcase, dice che "micromovimenti" come battere i piedi o spostare il peso sono molto meglio per il tuo corpo che rimanere fissi in una posizione.
  • Fai delle pause . Hedge osserva che è più difficile concentrarsi su alcuni tipi di lavoro - come le attività che richiedono abilità motorie fini - mentre si è in piedi. Quindi, se hai difficoltà a concentrarti sul lavoro mentre sei in piedi, vai avanti e siediti, ma solo per 30-90 minuti alla volta. Stabilisci di alzarti periodicamente per muoverti, allungare le gambe e far scorrere il sangue.
  • Fare esercizi Stare in una posizione alla scrivania non è un esercizio particolarmente buono. Invece, trova i modi per adattare alcune attività reali alla tua giornata lavorativa. Puoi prendere le scale invece dell'ascensore, fare una passeggiata durante la pausa pranzo, fare squat mentre stai riscaldando il tuo pranzo, fare gli ascensori sotto la scrivania, o semplicemente camminare per le sale tra un lavoro e l'altro.

Parola finale

Il modo migliore per proteggersi dai miti della salute è usare il buon senso. Se un articolo sulla salute raccomanda di fare qualcosa che non sembra giusto - come dirti di bere acqua quando non hai sete, o di passare l'intera giornata in una posizione scomoda - non dare per scontato che debba essere un buon consiglio perché viene da "esperti".

Invece, guarda un po 'più a fondo e vedi cosa c'è dietro la raccomandazione. Potresti scoprire che il titolo della salute in realtà sta sovrastimando o semplificando eccessivamente i risultati di un singolo studio - o forse anche che non c'è mai stato uno studio a sostegno dei consigli in primo luogo. E anche se la scienza di base è valida, scavare più a fondo potrebbe rivelare che la "regola" in realtà viene fornita con alcune eccezioni o caveat. Ad esempio, potresti scoprire che alcune persone hanno davvero bisogno di otto ore di sonno, ma la quantità necessaria varia da persona a persona - o che la posizione in piedi può essere migliore di quella seduta, ma non si dovrebbe fare nessuna delle due per ore alla volta.

E in caso di dubbio, ricorda che in materia di salute, la moderazione è spesso l'approccio migliore. Anche le cose che sono innegabilmente buone per te - come il sonno o l'acqua potabile - sono migliori se non esagerare. E anche le cose che possono essere dannose per te a dosi elevate - come i tuorli d'uovo o l'inattività - possono essere innocui o addirittura utili, purché tu le mantenga entro limiti ragionevoli.

Quali altri miti sulla salute hai sentito?


Cosa alimentare il tuo cane - Marchi e ricette per alimenti per cani economici e salutari

Cosa alimentare il tuo cane - Marchi e ricette per alimenti per cani economici e salutari

Hai un cane? Ne ho due, e se tu sei l'orgoglioso proprietario di un cane da solo, allora non hai bisogno che ti dica quanto sia costosa nutrire questi tipi (cioè quanto costa davvero un cane).Questo è il motivo per cui è così importante che cerchi cibo per cani economico e sano. Devi assicurarti che i tuoi animali domestici non interrompano il tuo budget, mentre allo stesso tempo aiuta i tuoi animali a stare in buona salute mangiando cibo di alta qualità.Conf

(Soldi e affari)

Suggerimenti e prodotti per la cura della pelle migliori su un budget - per tutti i tipi di pelle

Suggerimenti e prodotti per la cura della pelle migliori su un budget - per tutti i tipi di pelle

Se hai mai avuto bisogno di acquistare prodotti per la cura della pelle da qualsiasi farmacia, sai che possono costare una fortuna. Anche i marchi che si vantano come opzioni a basso prezzo possono farti sborsare oltre $ 20 per un tubo di crema idratante.Quello che ho trovato per essere il piano di trattamento per la cura della pelle più efficace è in realtà una combinazione di trattamenti fai-da-te e opzioni di cura della pelle frugali - non costosi prodotti di grandi magazzini che promettono molto e offrono un po '. N

(Soldi e affari)