it.lutums.net / Come mantenere il discorso civile - Comprendere la divisione politica

Come mantenere il discorso civile - Comprendere la divisione politica


"Lascia che la tua conversazione sia senza malizia o invidia, perché è un segno di una natura trattabile e lodevole: e in tutte le cause della passione ammette la ragione per governare", così proclamò George Washington nelle sue "Regole di civiltà e comportamento dignitoso in Azienda e Conversazione, "scritta prima dell'età di 16 anni. Nella stagione calda e spesso rancorosa della competizione politica, noi americani spesso dimentichiamo che i nostri concittadini sono più simili tra loro che dissimili, i nostri obiettivi e le nostre ambizioni sono più simili che antagonisti. Di conseguenza, il nostro discorso pubblico e privato è diventato intensamente personale, focalizzato sulle differenze piuttosto che sulla consonanza, in modo tale che i rapporti di amicizia, famiglia e lavoro siano spesso in pericolo.

La civiltà, per la maggior parte delle persone, è semplicemente educata, ragionevole ed esibendo un comportamento rispettoso. Quando le persone non sono d'accordo, la discussione diventa un attacco personale; casi di maleducazione per gli altri sono comuni nei negozi di alimentari, nelle strade della città, anche tra vicini. Secondo il Civility in America del 2013: A Nationwide Survey, la maggior parte degli americani crede che questa era di inciviltà sia "dannosa per il futuro del nostro paese" e rischia di erodersi ulteriormente in futuro.

I risultati includono:

  • Il 95% degli americani crede che abbiamo un problema di civiltà in America
  • L'81% pensa che un comportamento incivile stia portando a un aumento della violenza
  • L'80% concorda sul fatto che il livello di civiltà non migliorerà fino a quando i leader del governo non agiranno in modo più civile
  • Il 71% crede che la civiltà sia peggiore rispetto a qualche anno fa
  • Il 70% pensa che l'inciviltà sia salita ai livelli di crisi

Lo stesso sondaggio indica che uno dei tre lavoratori ritiene che il proprio posto di lavoro sia incivile, portando all'insoddisfazione del lavoro, al burnout e allo stress e all'aggressione sul posto di lavoro, come dimostrato dal numero di dipendenti e ex dipendenti che ritornano al loro lavoro per vendicarsi e commettere omicidi di massa . È anche costoso, rallenta la produzione, limita la partecipazione dei dipendenti a progetti aziendali e un aumento del fatturato con uno dei quattro dipendenti che abbandonano il proprio lavoro attribuendolo all'inciviltà sul posto di lavoro.

Il Dr. Gary Namie, psicologo e co-fondatore del Workplace Bullying Institute, osserva che la mancanza di civiltà e bullismo vanno di pari passo, chiedendo: "Come possiamo fermare il bullismo nelle scuole, sul posto di lavoro, in politica?, quando è così vicino al nostro carattere nazionale in questo momento? "

Cos'è la civiltà?

Secondo l'Institute of Civility, "la civiltà rivendica e cura la propria identità, i propri bisogni e le proprie credenze senza degradare qualcun altro". Si tratta di dissentire senza mancare di rispetto o di essere spiacevoli, cercando un terreno comune come punto di partenza per il dialogo sulle differenze e ascoltando oltre i propri preconcetti, stereotipi e pregiudizi. In breve, è la regola d'oro della relazione personale.

Le buone maniere sono il modo in cui esprimiamo la nostra civiltà agli altri ed è essenziale per gestire buone relazioni. Gli esseri umani sono creature iper-sociali, e le buone maniere - atti consapevoli e inconsci che dimostrano il nostro atteggiamento nei confronti di chi ci circonda - sono fondamentali per stabilire, mantenere e migliorare la connessione e il rapporto. Poiché la felicità personale o l'infelicità dipendono in gran parte dalla qualità delle relazioni che abbiamo con gli altri, costruendo relazioni più armoniose anche se le buone maniere (civiltà) possono portare ad una migliore qualità della vita.

Di conseguenza, dobbiamo essere particolarmente consapevoli delle condizioni che possono far svanire le buone maniere, ad esempio quando facciamo quanto segue:

  • Esercita poca moderazione personale
  • Vedere gli altri come mezzi per un fine, piuttosto che fini a se stessi
  • Perseguire guadagni finanziari e risultati personali sopra ogni altra cosa
  • Soffri di stress continuo e affaticamento
  • Permetti agli estranei di rimanere estranei

Divisione politica e effetto Tea Party

Molti credono che l'emergere del Tea Party - un gruppo di americani che tendono ad essere socialmente e politicamente conservatori, bianchi, maschi, sposati e con più di 45 anni che si considerano la voce dei "veri americani" - è stato un grande fattore nell'escalation di inciviltà e tattiche di bullismo in politica e, successivamente, nella società americana. L'avvocato Emmy Ruby-Sachs, scrivendo su The Huffington Post, afferma che "The Tea Party si sta affermando trovando un perdente e attaccandoli senza pietà", azioni che molti dei principali, i repubblicani tradizionali hanno scoperto a loro rischio e pericolo. I fautori del Tea Party sostengono che la loro retorica è necessaria per "portare consapevolezza a qualsiasi problema che metta in discussione la sicurezza, la sovranità o la tranquillità domestica della nostra amata nazione, gli Stati Uniti d'America".

Il Tea Party è in realtà un agglomerato di vari gruppi politici - Tea Party, Tea Party Express, Tea Party Patriots e altri - che condividono un'ondata di rabbia iniziata con l'attacco dell'11 settembre alle Twin Towers, tormentato da importanti cambiamenti sociali percepito come anti-cristiano e socialista ed esploso in un'attività politica diffusa come risultato del crollo dell'economia nel 2008 e dell'elezione di Barack Obama. Durante la campagna del 2008, gli attivisti del Tea Party portavano cartelli che raffiguravano Obama come il Diavolo, l'Anti-Cristo e Hitler. Hanno anche portato armi ai raduni, e la loro paura paranoica del governo si è trasformata in odio e aggressività, secondo la scrittrice Karen Harper. Secondo un articolo del Washington Times del 13 gennaio 2014, il PAC Fund Fund Fund Fund ha dichiarato uno dei repubblicani più importanti, il presidente della Camera John Boehner, "un nemico dei conservatori" la cui leadership è stata "ideologicamente in bancarotta".

Non sorprende, gli avversari del Tea Party reagiscono in natura. Il rappresentante Keith Ellison, un democratico del Minnesota, afferma che i membri del Tea Party "si avvolgono nella bandiera [americana], ma non stanno rispettando i valori centrali americani. Noi siamo. "Bruce Bartlett, consigliere politico di Ronald Reagan e George HW Bush, definisce i membri del Partito del Tè" deficienti, stupidi, ignoranti che non hanno idea di cosa stiano parlando, estremisti, bigotti ".

Il senatore Thad Cochran, un senatore repubblicano del Mississippi, definisce il suo oppositore del Tea Party un "estremista" che sarebbe pericoloso se fosse eletto. Anthony DiMaggio, autore del libro "The Rise of the Tea Party: Political Discontent e Corporate Media nell'era di Obama", recentemente pubblicato, afferma che la colpa del partito del Tea per la stagnazione economica del paese è "infantilmente ingenua, incredibilmente ignorante e inquietante proto-fascista che rende difficile, se non impossibile, lavorare con loro ".

Come conseguenza della retorica surriscaldata, alimentata da notizie partigiane 24 ore su 24, dall'anonimato di Internet e dalla tendenza delle persone a credere a voci infondate e manifeste manifeste, la civiltà è difficile da raggiungere poiché spesso scambiamo per avversari politici nemici. Come dice la dottoressa Namie, "Se siamo in una costante modalità di guerra sociale, sembra banale, sembra infantile, suona ingenuamente dire, 'Non possiamo andare tutti d'accordo?' Se chiedi civiltà o sospensione di un'aggressione assoluta e senza impedimenti, ti chiamano un buono a nulla. Pensano che sei un buono a nulla. "

Divisioni e differenze

Mentre i seguenti segmenti sono tra le differenze più evidenti che possono portare a prospettive diverse, ce ne sono molti altri come l'identità sessuale, il genere, il livello di istruzione, la regione in cui una persona vive e l'occupazione che può influenzare le proprie opinioni, la forza o passione con cui si tiene un'opinione, e il potenziale per trovare un terreno comune con gli altri.

1. Età

Tradizionalmente, i giovani hanno rappresentato il segmento più grande della popolazione. Tuttavia, secondo uno studio di Pew Research, il loro dominio sparirà nei prossimi decenni.

Ad esempio, nel 1960, le persone di 14 anni e più giovani costituivano circa il 31, 0% della popolazione obiettivo, mentre le persone di età pari o superiore ai 65 anni erano del 9, 24%; entro il 2015, i giovani (14 e sotto) costituiranno il 19, 3% della popolazione, e quelli di 65 e più anziani saranno il 14, 84% della popolazione totale. Poiché i bisogni e gli atteggiamenti (nonché la storia del voto) variano in base all'età, è probabile che vi sia un conflitto sostanziale sulla direzione del paese, sul ruolo del governo e sulla distribuzione delle risorse tra le varie fasce d'età. Va notato che tradizionalmente gli americani più anziani sono il gruppo più numeroso di elettori coerenti, sfruttando al massimo la loro influenza sulle politiche nazionali e locali.

2. Etnico e razziale

Come riportato dal Washington Post nel 1998, l'America non è un crogiolo, ma un'insalatiera. Storicamente, gli immigrati in America si sono integrati rapidamente in una singola società a causa del grande afflusso di immigranti bianchi provenienti dall'Europa, inizialmente irlandesi, tedeschi, italiani ed est europei. L'integrazione è stata incoraggiata dal momento che i nuovi arrivati ​​sembravano le persone già presenti. Tuttavia, negli ultimi anni, gli immigrati provengono sempre più dall'Asia e dall'America Latina e mantengono le loro identità etniche all'interno di comunità separate e disconnesse.

I nuovi emigranti sono più facilmente identificati fisicamente dal colore della loro pelle, dalla lingua che parlano e dalle tradizioni osservate. Questa diversità crea opportunità per pregiudizi e stereotipi, in particolare durante i periodi di difficoltà economica. Mentre quelli che si identificano come bianchi rimangono il segmento più grande della popolazione (63, 7%), gli ispanici costituiscono ora il secondo segmento più grande (16, 3%) della popolazione, seguiti da neri o afroamericani (12, 6%) e asiatici (4, 8%). . Il restante 2, 5% comprende indiani d'America, nativi dell'Alaska, nativi hawaiani e altre razze, secondo l'US Census Bureau del 2010. Gli ispanici sono il segmento in più rapida crescita.

I cambiamenti nella diversità della popolazione non hanno precedenti, specialmente in diversi stati, e hanno creato un conflitto sostanziale sulla successiva direzione del governo in quegli stati. A partire dal 2010, la California, il Texas, il Distretto di Columbia, le Hawaii e il Nuovo Messico avevano popolazioni "a maggioranza minoranza", il che significa che oltre il 50% della popolazione era membro di un gruppo minoritario. Entro il 2060, gli americani bianchi costituiranno il 45% della popolazione.

3. Economico

Secondo un rapporto di ricerca del Pew Center, a metà degli anni '70 l'1% delle famiglie con reddito superiore riceveva circa l'11% del reddito totale prima delle imposte negli Stati Uniti, mentre il 90% inferiore delle famiglie riceveva il 67, 5% del totale. Entro il 2012, l'1% superiore ha ricevuto quasi il 22, 5% del reddito complessivo prima delle imposte, mentre il 90% inferiore della quota delle famiglie è sceso al 49, 6%.

Se questa disparità è giustificata o se l'azione dovrebbe essere presa per ridistribuire il reddito è una questione di prospettiva. Un membro dell'1% può avere un'opinione e un approccio diverso rispetto a un membro del 90%. La maggior parte degli osservatori attribuisce l'aumento dell'inciviltà alle tensioni e ai timori economici dovuti alla recessione iniziata nel 2008.

4. Religione

La religione è uno di quegli argomenti di discussione che ci viene insegnato a evitare nelle prime fasi della vita, l'altro è la politica. Gli americani praticano ogni tradizione religiosa nel mondo, incluso l'ebraismo, l'islam, il buddismo e l'induismo. Molti nativi americani hanno le proprie credenze, così come i discepoli della New Age. Approssimativamente uno su otto americani non pratica affatto la religione, anche se molti si considerano "spirituali". L'America è generalmente riconosciuta come un paese cristiano, con il 78, 4% della popolazione che si definisce cristiana, secondo il Pew Forum on Religion & Vita pubblica - ma c'è una grande diversità e diverse credenze quando si considerano i singoli segmenti sotto il tetto cristiano.

I protestanti rappresentano il più grande sottogruppo di cristiani, ma la categoria "protestanti" copre un ampio spettro, che va da una singola chiesa evangelica locale, alle massicce organizzazioni battiste, metodiste, episcopali e presbiteriane, ogni segmento con le proprie interpretazioni del giusto vita e comportamento umano. Ci sono una mezza maggioranza di cattolici come protestanti nella comunità cristiana, mentre i mormoni, la chiesa in più rapida crescita al mondo, attualmente equivalgono a circa il 5% della popolazione cristiana.

La religione continua a svolgere un ruolo significativo, anche se spesso nascosto, nelle elezioni politiche. In realtà, le credenze religiose spesso alimentano la passione che si traduce in estraniamento personale e familiare e disaccordi.

5. Urbano vs. rurale

Secondo il censimento del 2010, quasi 250 milioni di americani che rappresentano l'80, 7% della popolazione vivono nelle aree urbane degli Stati Uniti, mentre le aree rurali rappresentano il 19, 3% della popolazione.

Dove vivi influisce sulla tua opinione su problemi di tutti i tipi. Le popolazioni urbane tendono ad essere più diversificate e sperimentano più fattori negativi della vita più vicina. Di conseguenza, hanno maggiori probabilità di avere contatti con diversi elementi del governo più frequentemente rispetto alle loro controparti rurali, colorando le opinioni e influenzando la civiltà e l'atteggiamento. Le loro esperienze sono notevolmente diverse da quelle di un agricoltore o proprietario di un negozio in una piccola città del Midwest o del Sud. Generalmente, coloro che vivono in un'area rurale sono più conservatori, sostenendo il piccolo governo con valori sociali tradizionali, rispetto alle loro controparti che vivono in grandi città.

Tecniche per migliorare la civiltà

Nonostante le nostre differenze nel colore della pelle, nelle preferenze religiose, nell'età e nell'occupazione, molti di noi cercano armonia nelle nostre relazioni. La maggior parte degli americani cerca un ambiente in cui il bullismo è raro, se non eliminato. Desideriamo reciprocamente luoghi di lavoro e scuole sicuri in cui ogni persona è rispettata e considerata preziosa. Quasi tutti sono d'accordo sul fatto che il livello di inciviltà nelle nostre comunità porta a stress, infelicità, violenza e perdita di speranza.

Tuttavia, né il governo né le istituzioni possono fare la differenza. È responsabilità di ogni persona perseguire e praticare la civiltà. Praticare le seguenti tecniche può ridurre il calore emotivo nelle relazioni, anche quando non si riesce a trovare motivi comuni per l'accordo.

1. Capire la prospettiva dell'altro

L'adagio, "Non puoi capire l'esperienza di un'altra persona fino a quando non passi un miglio nei loro panni" è particolarmente vero quando si tratta di prospettiva. Mentre può essere difficile guardare le questioni dal punto di vista di coloro che non sono d'accordo con te, la logica e l'umiltà richiedono che tu riconosca che il desiderio altrui di conforto e felicità è valido quanto il tuo.

Il disaccordo non richiede un vincitore e un perdente; in realtà, entrambe le posizioni potrebbero essere corrette e entrambe le posizioni potrebbero essere errate. Avvicinati a quelli con un diverso punto di vista con entusiasmo e l'obiettivo di raccogliere informazioni sulla loro prospettiva e sui fattori che li hanno spinti alle loro conclusioni, anche se potresti non essere d'accordo.

2. Dimostrare empatia

La radice di molte relazioni conflittuali è un presupposto che l'altra parte non comprende né si preoccupa dei sentimenti o delle opinioni dell'altra parte, probabilmente a causa di esperienze precedenti. Di conseguenza, sono belligeranti, determinati a colpire per primi nella battaglia prevista per il potere emotivo.

La tua strategia migliore è ignorare la loro aggressività ed esprimere empatia per la loro posizione. Mostrare comprensione non è la stessa cosa di un accordo. Dimostrando di comprendere la loro posizione, così come i motivi per cui sono giunti alle loro conclusioni, ti permette di procedere senza il bagaglio emotivo che complica il raggiungimento di un accordo. Mette anche l'accento sul problema, piuttosto che sulle due parti, in modo da poter lavorare insieme per arrivare a una conclusione reciprocamente soddisfacente.

3. Mostra rispetto per tutti

Il rispetto per te stesso e per coloro che potrebbero non essere d'accordo con te è fondamentale per la civiltà. In pratica, questo significa dare ad altre persone l'opportunità di esprimere le proprie opinioni e riconoscere che potrebbero esserci punti sui quali si può essere d'accordo. Non presumere di conoscere le loro posizioni, in quanto potresti non essere corretto basandoti sui tuoi pregiudizi e stereotipi. Ascolta quello che hanno da dire, riconoscendo che non devi essere d'accordo per essere cortese e rispettoso.

Allo stesso tempo, se ti senti sotto pressione o vittima di bullismo, rispondi immediatamente con determinazione e equilibrio per far valere i tuoi diritti alla stessa civiltà. Se le tue ammonizioni vengono ignorate, interrompi semplicemente le conversazioni con "Per favore non alzare la voce per me" o "Dovremo accettare di non essere d'accordo" e andarcene.

Anche se non dovresti mai essere scortese o umiliante, non c'è alcun requisito o vantaggio nel permettere a qualcuno di trattarti in modo irrispettoso. Come afferma lo scrittore senior della PBS Michael Winship, "L'unico modo per combattere contro i bulli e i teppisti è alzarsi e dire loro di andare all'inferno. Fare altrimenti è dare un pollice e prepararsi per essere preso per il miglio proverbiale ".

4. Esercitati sulla negoziazione vincente

Molte persone credono che gli accordi si traducono sempre in un vincitore e un perdente. Ad esempio, il venditore di auto vince se il cliente paga "troppo" e viceversa. Io vinco se ottengo la mia strada, e tu no.

La realtà dei negoziati è che entrambe le parti hanno bisogno del senso e della convinzione che i loro bisogni siano soddisfatti in un accordo; altrimenti, non ci sarà accordo. Detto semplicemente, se non ne avrò abbastanza di quello che voglio, me ne andrò via; se non ne hai abbastanza di quello che vuoi, camminerai.

A livello superficiale, tutti gli accordi sembrano essere neri o bianchi, sì o no, accesi o spenti. I nostri leader di Washington si trovano oggi in questa posizione e sono in stallo - il risultato è che nessuno vince e tutti perdono.

Nella vita reale, gli accordi non sono il risultato di un lato vincente. La maggior parte dei problemi, anche i più controversi, comprende una vasta gamma di esigenze e priorità. Concentrarsi sulle priorità di ciascuna parte consente il movimento e l'eventuale accordo, anche quando l'accordo non soddisfa tutte le esigenze di entrambe le parti. Ad esempio, anche il più accanito sostenitore dell'NRA può essere d'accordo con i difensori delle armi da fuoco per mettere in atto leggi e procedure per mantenere le armi da adolescenti e mentalmente disturbati, piuttosto che non avere limiti alle armi da fuoco o un totale divieto di proprietà privata.

5. Disinnestare ed evitare se necessario

Ci sono momenti in cui l'altra parte è così irremovibile riguardo alla loro posizione, non volendo nemmeno considerare la tua prospettiva e le tue esigenze, che l'impegno civile è improbabile. Piuttosto che sopportare gli attacchi personali, il disagio e la rabbia che inevitabilmente si tradurranno, la civiltà richiede di andare via e ritardare i tuoi sforzi per avere una discussione positiva fino a un'altra volta. Quando la questione è critica e la decisione è in tuo potere, dovrebbe essere obbligatoria senza una discussione significativa, dal momento che una conversazione non farà altro che esacerbare i sentimenti difficili.

Ad esempio, le aziende spesso richiedono ai dipendenti di lavorare fuori orario, anche quando i dipendenti preferiscono avere il tempo libero. Piuttosto che tentare di convincere un dipendente riluttante a lavorare per le ore extra, il supervisore dovrebbe fare una semplice direttiva, escludendo chiaramente altre alternative.

Parola finale

La civiltà è essenziale nelle nostre vite se vogliamo costruire relazioni forti e durature. Allo stesso tempo, ridurre il livello di inciviltà presente nelle nostre comunità e nel nostro sistema politico sembra quasi impossibile. Piuttosto che fissare obiettivi irrealistici che potrebbero essere poco realistici, l'approccio migliore è iniziare a livello personale, facendo ciò che puoi fare per essere più civile e servire da modello per coloro che interagiscono con te.

Ricorda il consiglio di Kathleen Hull, coordinatrice del Progetto Civilità della Rutgers University, "Stiamo vivendo un momento di grande incertezza. Tutto ciò che possiamo controllare è il nostro stesso comportamento. Non possiamo cambiare il mondo e fermare le guerre e rendere tutto migliore, ma possiamo controllare come agiamo e come rispondiamo ".

Quali suggerimenti puoi suggerire di rimanere civili di fronte al disaccordo?


3 alternative di rete fissa di casa telefono che ti fanno risparmiare denaro

3 alternative di rete fissa di casa telefono che ti fanno risparmiare denaro

Per oltre 100 anni, semplici fili di rame hanno trasmesso telefonate tra famiglie e uffici in tutto il mondo. Si tratta di un sistema molto più tecnico e complicato delle lattine di zuppa attaccate alla corda, e il costoso filo e sistemi complessi sono di proprietà di grandi compagnie telefoniche. È difficile trovare un sacco di "nuove" compagnie telefoniche, quindi mentre il tuo provider potrebbe non avere il monopolio del settore, è probabile che abbia una buona roccaforte per le imprese nella tua zona.Con

(Soldi e affari)

7 Pericoli di indossare tacchi alti - Consigli per il comfort

7 Pericoli di indossare tacchi alti - Consigli per il comfort

Il tacco alto non è stato originariamente creato come accessorio da indossare con gonne a matita. Infatti, secondo Ancient Origins, i primi tacchi - come raffigurati in una ciotola persiana del IX secolo - sono stati creati per cavalieri maschi come un modo per impedire ai loro piedi di scivolare dalle staffe.

(Soldi e affari)