it.lutums.net / Come Warren Buffett prende le decisioni: il segreto del suo successo di investimento

Come Warren Buffett prende le decisioni: il segreto del suo successo di investimento


Warren Buffett è considerato da molti l'investitore azionario di maggior successo di sempre. Nonostante l'errore occasionale, le strategie di investimento di Buffett non hanno rivali. Nel 1956, all'età di 26 anni, il suo patrimonio netto fu stimato in 140.000 dollari. MarketWatch ha stimato che il suo patrimonio netto alla fine del 2016 era di $ 73, 1 miliardi, un sorprendente tasso di crescita annuale composto del 24, 5%. Al contrario, l'indice S & P 500 è cresciuto ad un tasso medio del 6, 79% e la maggior parte dei fondi comuni di investimento non è riuscita a eguagliare il rendimento annuale di S & P 500 coerentemente.

Buffett ha raggiunto questi ritorni mentre la maggior parte della sua competizione è fallita. Secondo John Bogle, uno dei fondatori ed ex presidente di The Vanguard Group, "La prova è convincente che i rendimenti dei fondi azionari sono in ritardo rispetto al mercato azionario di un importo considerevole, in gran parte rappresentato dai costi, e che l'investitore del fondo restituisce i rendimenti dei fondi lag da un importo considerevole, in gran parte rappresentato da tempi di mercato controproducenti e selezione dei fondi. "

Poiché le prove dimostrano che Buffet è stato un investitore eccezionale, gli osservatori del mercato e gli psicologi hanno cercato una spiegazione del suo successo. Perché Warren Buffett ha ottenuto guadagni straordinari rispetto ai suoi coetanei? Qual è il suo segreto?

Una prospettiva a lungo termine

Conoscete qualcuno che ha posseduto la stessa azione per 20 anni? Warren Buffett ha detenuto tre titoli - Coca-Cola, Wells Fargo e American Express - da oltre 20 anni. Ha posseduto un titolo - Moody's - per 15 anni e altri tre titoli - Proctor & Gamble, Wal-Mart e US Bancorp - per oltre un decennio.

Per essere sicuri, il record di 50 anni di Mr. Buffett non è perfetto, come ha sottolineato di volta in volta:

  • Berkshire Hathaway : Pique al CEO Seabird Stanton ha motivato la sua acquisizione della società tessile in fallimento. Buffett ha poi ammesso che l'acquisto è stato "il titolo più stupido che abbia mai comprato".
  • Energy Future Holding : Buffett ha perso un miliardo di dollari in obbligazioni della fallimentare utility elettrica del Texas. Ha ammesso di aver fatto un grosso errore non consultando il suo socio in affari a lungo termine Charlie Munger prima di chiudere l'acquisto: "Non sarei disposto a condividere il merito della mia decisione di investire con qualcun altro. È stato solo un errore, un errore significativo. "
  • Wal-Mart : alla riunione degli azionisti del Berkshire Hathaway del 2003, Buffet ha ammesso che il suo tentativo di battere il tempo sul mercato è fallito: "Abbiamo comprato un po ', e si è mosso un po', e ho pensato che forse sarebbe tornato. Quel succhiasangue ci è costato nell'attuale area di $ 10 miliardi. "

Anche con questi errori, Buffett si è concentrato su fare grandi scommesse che intende mantenere per decenni a venire. Un orizzonte temporale più lungo gli ha permesso di sfruttare le opportunità a cui pochi altri hanno la pazienza. Ma come è stato in grado di fare queste scommesse di successo in primo luogo?

Perché alcune persone hanno più successo di altre

Filosofi e scienziati hanno a lungo cercato di determinare il motivo per cui alcune persone hanno più successo di altri nella costruzione di ricchezza. Le loro scoperte sono varie e spesso contraddittorie.

Per secoli, le persone credevano che il loro destino, inclusa la ricchezza e lo status, dipendesse dal capriccioso favore degli dei pagani - in particolare, il favore di Tyche (greco) o Fortuna (romano). L'espansione delle religioni giudeo-cristiane-islamiche ei loro concetti di "libero arbitrio" portarono alla convinzione generale che gli individui potessero controllare il loro destino attraverso le loro azioni, o la loro mancanza.

La scienza moderna, in particolare la psicologia e la neuroscienza, ha avanzato una teoria dei determinanti biologici che controllano le decisioni e le azioni umane. Questa teoria suggerisce che il libero arbitrio potrebbe non essere così "libero" come si pensava in precedenza. In altre parole, potremmo essere predisposti a determinati comportamenti che influenzano i modi in cui elaboriamo le informazioni e prendiamo decisioni.

I biologi evoluzionisti e gli psicologi hanno sviluppato una varietà di teorie diverse per spiegare il processo decisionale umano. Alcuni sostengono che la capacità di prendere decisioni superiori con risultati favorevoli sia il risultato di eoni di selezione naturale, che favoriscono individui con genetica eccezionale, come quelli con QI elevato.

Nonostante la percezione che un alto QI sia necessario per costruire ricchezza, studio dopo studio indica che il legame tra superintelligence e successo finanziario è dubbio al meglio:

  • Lo studio del dottor Jay Zagorsky sull'Intelligence Journal non ha trovato alcuna relazione forte tra ricchezza totale e intelligenza: "Le persone non diventano ricchi solo perché sono intelligenti".
  • I membri della Mensa si classificano nel 2% delle persone più brillanti del mondo, ma la maggior parte non è ricca e "non è certamente l'1% superiore finanziariamente", secondo un portavoce dell'organizzazione. Uno studio di Eleanor Laise del Mensa Investment Club ha rilevato che il fondo ha una media del 2, 5% annuo per un periodo di 15 anni, mentre lo S & P 500 ha registrato una media del 15, 3% nello stesso periodo. Un membro ha ammesso che "possiamo rovinare più velocemente di chiunque altro", mentre un altro ha descritto la sua strategia di investimento come "comprare basso, vendere più basso".

Buffett non ha mai preteso di essere un genio. Alla domanda su cosa avrebbe insegnato alla prossima generazione di investitori alla riunione annuale del Berkshire Hathaway del 2009, ha risposto: "Nel settore degli investimenti, se hai un QI di 150, vendo 30 punti a qualcun altro. Non è necessario essere un genio. . . Non è un gioco complicato; non hai bisogno di capire la matematica. È semplice, ma non facile. "

In seguito ha ampliato il concetto: "Se al calcolo o all'algebra fosse richiesto di essere un grande investitore, dovrei tornare a consegnare giornali".

L'uomo razionale degli economisti

Gli economisti hanno storicamente basato i loro modelli sulla presunzione che gli esseri umani prendano decisioni logiche. In altre parole, una persona di fronte a una scelta equilibra le certezze contro i rischi. La teoria del valore atteso presuppone che le persone che affrontano le scelte sceglieranno quella che ha la più grande combinazione di successo previsto (probabilità) e valore (impatto).

Una persona razionale modellerebbe sempre la formica industriosa nella favola di Esopo, non la spettrale cavalletta. L'idea che le persone prenderebbero decisioni in contrasto con i loro interessi è inconcepibile per gli economisti.

Per essere onesti, la maggior parte degli economisti riconosce i difetti nei loro modelli. L'economista svedese Lars Syll nota che "un modello teorico non è altro che un argomento secondo cui una serie di conclusioni deriva da una serie fissa di ipotesi".

Gli economisti presumono sistemi stabili e presupposti semplici, mentre il mondo reale è in costante flusso. Parafrasando la famosa citazione di HL Mencken, c'è sempre un semplice modello economico [soluzione ben nota] per ogni problema umano. Questa nozione è chiara, plausibile e sbagliata.

L'uomo naturale degli psicologi

Secondo il professor Daniel Lieberman di Harvard, gli esseri umani sono naturalmente inclini a cercare le soluzioni che richiedono il minimo dispendio di energia.

Nel mondo reale, abbiamo difficoltà a rinviare la gratificazione immediata per la sicurezza futura, selezionando gli investimenti più adatti ai nostri obiettivi a lungo termine e al profilo di rischio, e agendo nei nostri migliori interessi finanziari. La ricerca psicologica suggerisce che la difficoltà sia radicata nel nostro cervello: come pensiamo e prendiamo decisioni.

I ricercatori Susan Fiske e Shelley Taylor postulano che gli umani sono "avari cognitivi", preferendo fare il meno pensiero possibile. Il cervello utilizza più energia di qualsiasi altro organo umano, rappresentando fino al 20% dell'assunzione totale del corpo.

Quando le decisioni riguardano questioni più lontane dal nostro stato attuale in termini di distanza o tempo, c'è la tendenza a rimandare la scelta. Questo impulso spiega l'incapacità delle persone di salvare nel presente poiché il profitto è anni nel futuro.

Per quanto ne sappiamo, il cervello di Mr. Buffett è simile ad altri investitori e sperimenta gli stessi impulsi e le stesse ansie degli altri. Mentre sperimenta le tensioni che sorgono in ognuno quando prende decisioni, ha imparato a controllare gli impulsi e prendere decisioni ragionate e razionali.

Il nostro sistema a due cervelli

Gli studi di Daniel Kahneman e Amos Tversky forniscono nuove informazioni sul processo decisionale, forse la chiave del successo di Buffett. Essi teorizzano che ogni essere umano utilizza due sistemi di elaborazione mentale (Sistema 1 e Sistema 2) che lavorano insieme senza soluzione di continuità per la maggior parte del tempo. Il libro di Khaneman, " Thinking, Fast and Slow", delinea questi due sistemi.

Sistema 1 - Pensa in fretta

Sistema 1, chiamato anche "cervello emozionale", sviluppato come sistema limbico nel cervello dei primi umani. A volte chiamato "cervello dei mammiferi", include l'amigdala, l'organo in cui sorgono emozioni e ricordi.

Il neuroscienziato Paul MacLean ipotizzò che il sistema limbico fosse uno dei primi passi nell'evoluzione del cervello umano, sviluppato come parte del suo circuito di combattimento o di volo. Per necessità, i nostri primitivi antenati hanno dovuto reagire rapidamente al pericolo quando secondi potevano significare fuga o morte.

Il cervello emotivo è sempre attivo, capace di prendere decisioni rapide con scarse informazioni e sforzi coscienti. Rende e rifa continuamente modelli - cornici euristiche - del mondo circostante, facendo affidamento sui sensi e sui ricordi degli eventi passati.

Ad esempio, un autista esperto coordina la guida e la velocità di un'automobile su un'autostrada vuota quasi senza sforzo, anche casualmente. Il conducente può continuare a conversare con i passeggeri o ascoltare la radio senza perdere il controllo del veicolo. Il driver si basa sulle decisioni di System 1.

Il cervello emotivo è anche la fonte dell'intuizione, quella "voce interiore" o sentimento che a volte capita senza essere consapevolmente consapevoli delle ragioni alla base del suo verificarsi. Ci basiamo principalmente su questo sistema per le centinaia di decisioni che prendiamo ogni giorno: cosa indossare, dove sedersi, identificare un amico. Paradossalmente, il Sistema 1 è una fonte di creatività e abitudini.

Sistema 2 - Pensa lentamente

Il Sistema 2, chiamato anche "cervello logico", è più lento, più deliberato e analitico, razionalmente equilibrando i benefici ei costi di ciascuna scelta utilizzando tutte le informazioni disponibili.

Le decisioni del Sistema 2 avvengono nell'ultima aggiunta evolutiva al cervello - la neocorteccia. Si ritiene che sia il centro della straordinaria attività cognitiva degli umani. Il Sistema 2 è stato più lento nell'evoluzione nell'uomo e richiede più energia per l'esercizio, a indicare che la vecchia sega "Pensare è difficile" è un dato di fatto.

Kahneman caratterizza il Sistema 2 come "il sé cosciente e ragionato che ha credenze, fa scelte e decide cosa pensare e fare". È responsabile delle decisioni sul futuro, mentre il Sistema 1 è più attivo nel momento. Mentre il nostro cervello emotivo può generare schemi complessi di idee, è anche a ruota libera, impulsivo e spesso inappropriato.

Fortunatamente, il Sistema 1 funziona bene la maggior parte del tempo; i suoi modelli di situazioni quotidiane sono accurati, le sue previsioni a breve termine sono solitamente corrette e le sue prime reazioni alle sfide sono rapide e per lo più appropriate.

Il Sistema 2 è più controllato, basato su regole e analitico, monitorando continuamente la qualità delle risposte fornite dal Sistema 1. Il nostro cervello logico diventa attivo quando ha bisogno di scavalcare un giudizio automatico del Sistema 1.

Ad esempio, il pilota precedente che procede casualmente lungo la strada è più concentrato quando passa un semirimorchio su una stretta strada a due corsie o nel traffico pesante, elaborando attivamente le condizioni mutevoli e rispondendo con azioni deliberate. Il suo sforzo mentale è accompagnato da cambiamenti fisici rilevabili, come i muscoli tesi, l'aumento della frequenza cardiaca e le pupille dilatate. In queste circostanze, System 2 è responsabile.

Il cervello logico normalmente funziona in modalità basso sforzo, sempre in riserva finché il Sistema 1 non incontra un problema che non può risolvere o è richiesto di agire in un modo che non viene naturalmente. La risoluzione del prodotto di 37 x 82 richiede i processi deliberati del Sistema 2, mentre la risposta a un semplice problema di addizione, come la somma di 2 + 2, è una funzione di Sistema 1. La risposta non è calcolata, ma evocata dalla memoria.

Neuropsicologi Abigail Baird e Jonathan Fugelsang dello studio del 2004 indicano che il Sistema 2 non si sviluppa completamente fino all'età adulta. Le loro scoperte suggeriscono che la ragione per cui gli adolescenti hanno maggiori probabilità di intraprendere un comportamento rischioso è perché manca l'hardware mentale per valutare le decisioni razionalmente. Per la maggior parte delle persone, i due sistemi lavorano insieme senza soluzione di continuità, passando da uno all'altro secondo necessità.

Lo stile Buffett

La chiave di investimento dell'Oracolo di Omaha è la comprensione e il coordinamento dei due sistemi decisionali. Buffett si affida al Sistema 1 per cercare intuitivamente gli investimenti che trova interessanti e comprensibili.

Al momento di decidere un possibile investimento, raccomanda: "Se hai bisogno di un computer o di una calcolatrice per decidere se investire, allora non farlo - investi in qualcosa che ti urla - se non è ovvio, vai via. . . Se non si conosce l'attività, i finanziari non saranno affatto di aiuto. "

Evita le trappole di pensare velocemente

Investitori esperti come Buffett semplificano le loro decisioni facendo affidamento su Sistema 1, e li serve bene nella maggior parte dei casi. Tuttavia, riconoscono che il loro sistema decisionale emotivo è anche incline a errori e pregiudizi, tra cui:

Inquadramento mentale

I nostri cervelli, dotati di milioni di input sensoriali, creano "frame" mentali interpretativi o filtri per dare un senso ai dati. Questi filtri mentali ci aiutano a comprendere e rispondere agli eventi che ci circondano. Framing è un euristico - una scorciatoia mentale - che fornisce un modo rapido e semplice per elaborare le informazioni. Sfortunatamente, l'inquadratura può anche fornire una visione limitata e semplicistica della realtà che può portare a decisioni sbagliate.

Le scelte che facciamo dipendono dalla nostra prospettiva o dai frame che circondano il problema. Ad esempio, la ricerca mostra che è probabile che le persone procedano con una decisione se il risultato è presentato con una probabilità del 50% di successo e declino se la conseguenza è espressa con una probabilità del 50% di fallimento, anche se la probabilità è la stessa in entrambi Astuccio.

La maggior parte degli investitori incastrano erroneamente gli investimenti azionari pensando al mercato azionario come a una serie di bit di dati elettronici indipendenti dalle attività sottostanti che i dati rappresentano. Il flusso costante di informazioni su prezzi, economie e opinioni di esperti scatena il nostro cervello emotivo e stimola decisioni rapide per raccogliere profitti (piacere) o prevenire perdite (dolore).

Buffett consiglia agli investitori di non pensare a un investimento in azioni come "un pezzo di carta il cui prezzo si muove intorno al giorno" ed è un candidato alla vendita ogni volta che si diventa nervosi.

Il pensiero a breve termine - Sistema 1 - porta spesso a negoziare titoli, non investendo in società. I commercianti di giorno - quelli che comprano e vendono azioni all'interno di una sessione di mercato unica - sono insolitamente infruttuosi, secondo gli studi di commercio di giorno dell'Università di California-Berkeley:

  • L'80% degli operatori giornalieri ha smesso di fumare nei primi due anni.
  • I trader attivi registrano una performance inferiore alla media del mercato azionario del 6, 5% all'anno.
  • Solo l'1, 6% degli operatori giornalieri realizza un utile netto ogni anno.

I dati finanziari sono particolarmente suscettibili all'inquadramento. Le aziende esprimono sempre guadagni e perdite in modo positivo, sia come un aumento rispetto ai risultati passati o una perdita minore rispetto ai periodi precedenti. Le tendenze possono essere manipolate in base al punto di confronto e all'intervallo di tempo.

Anche le parole che usiamo per descrivere una scelta stabiliscono una cornice per la valutazione del valore. Caratterizzazioni come "alta crescita", "turnaround" o "ciclico" innescano gli stereotipi subcoscienti che abbiamo per tali termini senza riguardo ai dati finanziari sottostanti.

L'inquadratura può portare le persone razionali a prendere decisioni irrazionali basate sulle loro proiezioni del risultato. Questo spiega la differenza tra l'uomo razionale dell'economia e l'uomo naturale della psicologia.

Buffett ha imparato a inquadrare opportunamente le sue opportunità di investimento per evitare risultati arbitrari a breve termine:

  • "Noi [Berkshire Hathaway] selezioniamo tali investimenti a lungo termine, valutando gli stessi fattori che sarebbero implicati nell'acquisto del 100% di un'attività operativa".
  • "Quando possediamo porzioni di aziende eccellenti con gestioni eccezionali, il nostro periodo di detenzione preferito è per sempre."
  • "Se non sei disposto a possedere un titolo per 10 anni, non pensare nemmeno di possederlo 10 minuti."

Perdita dell'avversione

Kahneman e Tversky hanno determinato che nel processo decisionale umano le perdite incombono più dei guadagni. I loro esperimenti suggeriscono che il dolore della perdita è due volte più grande del piacere del guadagno. Questa sensazione sorge nell'amigdala, che è responsabile della generazione di emozioni paurose e ricordi di associazioni dolorose.

Il fatto che gli investitori abbiano maggiori probabilità di vendere titoli con profitto rispetto a quelli con una perdita, quando la strategia inversa sarebbe più logica, è la prova del potere dell'avversione alla perdita.

Mentre Buffett vende di rado le sue posizioni, taglia le sue perdite quando si rende conto di aver commesso un errore di giudizio. Nel 2016, Buffett ha sostanzialmente ridotto o liquidato la sua posizione in tre società, perché riteneva di aver perso il proprio vantaggio competitivo:

  • Wal-Mart : Nonostante i suoi rimpianti per non aver acquistato più azioni in precedenza, è stato un investitore da lungo tempo nella società. Si pensa che la logica delle recenti vendite sia dovuta alla transizione del mercato al dettaglio dai negozi di mattoni a Malta online. Uno studio del Pew Research Center ha rilevato che quasi l'80% degli americani oggi sono acquirenti online contro il 22% nel 2000.
  • Deere & Co : Gli acquisti iniziali di Buffett del produttore di macchine agricole sono iniziati nel terzo trimestre del 2012. Nel 2016, deteneva quasi 22 milioni di azioni con un costo medio inferiore a $ 80 per azione. Ha liquidato le sue azioni durante gli ultimi due trimestri del 2016, quando i prezzi erano più di $ 100 per azione. Buffett potrebbe aver pensato che il reddito agricolo, essendo dimezzato rispetto al 2013 a causa di colture paracolpi in tutto il mondo, non avrebbe probabilmente migliorato, lasciando il principale fornitore di attrezzature agricole incapace di continuare ad espandere i suoi profitti.
  • Verizon : Avendo posseduto il titolo dal 2014, ha liquidato la sua intera posizione nel 2016, a causa di una perdita di fiducia nella gestione dopo l'acquisizione discutibile della società di Yahoo e la continua turbolenza nel mercato dei carrier wireless.

La nostra avversione per le perdite può creare ansia e indurci a comportarci prematuramente perché temiamo di essere lasciati fuori da un mercato in ascesa o di stare troppo a lungo in un mercato orso. Buffett e Munger praticano "assiduità - la capacità di sederti sul tuo sedere e non fare nulla finché non si presenta una grande opportunità".

Rappresentatività

Le persone tendono a ignorare le statistiche e si concentrano sugli stereotipi. Un esempio del Journal of Psychological Science Journal illustra questo pregiudizio comune. Quando è stato chiesto di selezionare l'occupazione appropriata di un uomo timido e introverso che si interessa poco del mondo reale da un elenco che comprende agricoltore, venditore, pilota, dottore e bibliotecario, la maggior parte delle persone ha scelto in modo scorretto il bibliotecario. La loro decisione ignora l'ovvio: ci sono molti più agricoltori nel mondo rispetto ai bibliotecari.

Buffett si concentra sulla ricerca delle "inevitabili" - grandi aziende con vantaggi insormontabili - piuttosto che sulla base di saggezza convenzionale e schemi di pensiero accettati favoriti dal processo decisionale di System 1. Nella sua lettera del 1996 agli investitori, definisce Coca-Cola e Gillette come due società che "domineranno i loro campi in tutto il mondo per una durata di investimento".

È particolarmente diffidente nei confronti di "impostori" - quelle aziende che sembrano invincibili ma che non hanno un reale vantaggio competitivo. Per ogni inevitabile, ci sono dozzine di impostori. Secondo Buffett, General Motors, IBM e Sears hanno perso i loro vantaggi apparentemente insormontabili quando i valori declinati in "la presenza di hubris o di noia che ha causato l'attenzione dei manager a vagare".

Buffett riconosce che le aziende nelle industrie high-tech o embrionali catturano la nostra immaginazione - ed eccitano i nostri cervelli emotivi - con la loro promessa di straordinari guadagni. Tuttavia, preferisce gli investimenti in cui è "certo di un buon risultato [piuttosto] che speranzoso di un grande" - un esempio del cervello logico al lavoro.

ancoraggio

L'evoluzione è la ragione per cui gli umani dipendono troppo dal primo o da un singolo bit di informazione che ricevono - la loro "prima impressione". In un mondo di pericoli mortali, l'azione ritardata può portare al dolore o alla morte. Pertanto, le prime impressioni indugiano nelle nostre menti e influenzano le decisioni successive. Crediamo inconsciamente che ciò che è accaduto in passato accadrà in futuro, portandoci ad esagerare l'importanza del prezzo di acquisto iniziale nelle decisioni successive di vendere un titolo.

Gli investitori prendono inconsapevolmente decisioni basate sui dati di ancoraggio, come i prezzi delle azioni precedenti, i guadagni degli anni passati, le proiezioni degli analisti di consenso o le opinioni degli esperti, e gli atteggiamenti prevalenti sulla direzione dei prezzi delle azioni, sia in un mercato orso o toro. Mentre alcuni caratterizzano questo effetto come seguendo una tendenza, è una scorciatoia di Sistema 1 basata su informazioni parziali, piuttosto che il risultato dell'analisi del Sistema 2.

Buffett va spesso contro la tendenza dell'opinione pubblica, riconoscendo che "la maggior parte delle persone si interessa agli stock quando tutti gli altri lo sono. Il momento di interessarsi è quando nessun altro lo è. Non è possibile acquistare ciò che è popolare e fare bene ". Quando prende una decisione basata su dati storici, osserva:" Se la storia passata fosse tutto ciò che è necessario per giocare al denaro, le persone più ricche sarebbero i bibliotecari ".

L'approccio di Buffett non è quello di seguire il branco né di fare volutamente l'opposto del consenso. Se le persone concordano con la sua analisi non è importante. Il suo obiettivo è semplice: acquisire, a un prezzo ragionevole, un'azienda con eccellenti economie e una gestione onesta e capace.

Nonostante abbia considerato IBM un "impostore" nel 1996, Berkshire Hathaway ha iniziato ad acquisire il titolo nel 2011, aggiungendo costantemente alla posizione di Buffett nel corso degli anni. Entro la fine del primo trimestre del 2017, Berkshire possedeva più dell'8% delle azioni in circolazione con un valore superiore a $ 14 miliardi.

Sebbene la sua analisi rimanga confidenziale, Buffett ritiene che gli investitori abbiano scartato troppo a fondo il futuro di IBM e non hanno notato che la sua transizione verso un'attività basata su cloud potrebbe portare a prospettive di crescita più brillanti e ad un alto grado di fidelizzazione dei clienti. Inoltre, la società paga un dividendo quasi il doppio del livello di S & P 500 e riacquista attivamente azioni sul mercato aperto.

La crescente posizione di IBM - quadruplicata dall'acquisto iniziale - è la prova che Buffett non ha paura di agire quando è a suo agio con la sua analisi: "Le opportunità vengono raramente. Quando piove d'oro, tira fuori il secchio, non il ditale. "

Disponibilità

Gli esseri umani tendono a stimare la probabilità che un evento si verifichi in base alla facilità con cui viene in mente. Ad esempio, uno studio del 2008 sulle vendite di lotterie statali ha mostrato che i negozi che vendono un biglietto della lotteria pubblicizzato e vincente registrano un aumento del 12% - 38% delle vendite fino a 40 settimane dopo l'annuncio del vincitore.

Le persone visitano i negozi che vendono un biglietto vincente più spesso a causa del facile richiamo della vincita e un pregiudizio che la posizione è "fortunata" e più probabile che produca un altro biglietto vincente rispetto a un negozio più conveniente in fondo alla strada.

Questo pregiudizio spesso influisce sulle decisioni in merito agli investimenti azionari. In altre parole, le percezioni degli investitori sono in ritardo. Lo slancio, sia verso l'alto che verso il basso, continua ben oltre l'emergere di nuovi fatti. Gli investitori con perdite sono lenti a reinvestire, spesso sedendosi in disparte fino a quando i prezzi non hanno recuperato gran parte del loro declino (pessimismo irrazionale).

Viceversa, il rafforzamento da un mercato rialzista incoraggia gli acquisti continui anche dopo la chiusura del ciclo economico (ottimismo irrazionale). Pertanto, gli investitori tendono ad acquistare quando i prezzi sono alti e vendono quando sono bassi.

L'S & P 500 è sceso del 57% tra la fine del 2007 e il marzo 2009, devastando i portafogli degli investitori e liquidando azioni e fondi comuni di investimento. Anche se l'indice aveva recuperato le sue perdite entro la metà del 2012, gli investitori individuali non erano tornati agli investimenti azionari, rimanendo in contanti o acquistando obbligazioni meno rischiose.

A quel tempo, Liz Ann Sonders, Chief Investment Strategist di Charles Schwab & Co., ha osservato: "Anche tre anni e mezzo in questo mercato rialzista e i guadagni che abbiamo visto da giugno [2012], non ha ha trasformato questa psicologia [della paura] in giro ". In altre parole, molte persone hanno preso la perdita ma non hanno partecipato alla successiva guarigione.

Buffett ha sempre cercato di seguire il consiglio del suo mentore, Benjamin Graham, che disse: "Compra non sull'ottimismo [o vendi a causa del pessimismo], ma sull'aritmetica". Graham sosteneva l'analisi obiettiva, non le emozioni, quando compra o vendi azioni: "Nel breve periodo, il mercato è una macchina per il voto [emotivo], ma alla lunga è una macchina di pesatura [logica]".

Influenzare

Tendiamo a valutare le probabilità sulla base dei nostri sentimenti riguardo alle opzioni. In altre parole, giudichiamo un'opzione meno rischiosa solo perché la favoriamo e viceversa. Questo pregiudizio può indurre le persone a comprare azioni nel loro datore di lavoro quando altri investimenti sarebbero più appropriati per i loro obiettivi. L'eccesso di fiducia nella propria capacità amplifica l'impatto negativo dell'affetto.

Ad esempio, nel 1989, Buffett investì 350 milioni di dollari in azioni privilegiate di US Airways, nonostante la sua convinzione che compagnie aeree e compagnie aeree avessero storicamente rappresentato una trappola mortale per gli investitori. L'investimento ha seguito una cena con Ed Colodny, l'amministratore delegato della compagnia aerea, che ha impressionato Buffett. Certo che lo stock preferito era sicuro e che la compagnia aerea aveva un costo competitivo (circa 12 centesimi al miglio), ha effettuato l'investimento.

Più tardi, Buffett ha ammesso che la sua analisi "era superficiale e sbagliata", forse a causa dell'hubris e dei suoi simili per Colodny. Una nuova compagnia aerea del Texas (Southwest Airlines) ha successivamente sconvolto l'equilibrio competitivo del settore con un costo del sedile di 8 centesimi al miglio, facendo in modo che il Berkshire Hathaway riducesse il proprio investimento del 75%.

Buffett è stato fortunato a realizzare un utile significativo sull'investimento ($ 216 milioni), principalmente perché la compagnia aerea ha conseguito successivamente e inaspettatamente tornato alla redditività ed è stata in grado di pagare i dividendi maturati e riscattare le azioni privilegiate.

Parola finale

Lo stile di investimento di Mr. Buffett è stato criticato da molti nel corso dei decenni. I seguaci e i commercianti di tendenze sono particolarmente critici nei confronti del suo curriculum e della sua filosofia, sostenendo che i suoi risultati sono il risultato di "fortuna, viste le relativamente poche operazioni che lo hanno reso così ricco".

Il manager degli hedge fund Michael Steinhardt, che Forbes ha definito "il più grande trader di Wall Street", ha dichiarato durante un'intervista della CNBC che Buffett è "la più grande persona di PR di tutti i tempi. Ed è riuscito a ottenere un lavoro sulla neve che ha convinto praticamente tutti sulla stampa per quanto ne so. "

Prima di seguire il consiglio di coloro che sono pronti a condannare lo stile di investimento di Buffett, va notato che nessun gestore degli investimenti si è avvicinato a rivaleggiare con il record di Buffet negli ultimi 60 anni. Mentre i rendimenti di Steinhardt sono simili a quelli di Buffett, i suoi erano per un periodo di 28 anni - meno della metà del ciclo di Buffett.

Nonostante la loro antipatia, entrambi gli uomini sarebbero d'accordo sul fatto che il processo decisionale di System 2 è fondamentale per il successo degli investimenti. Steinhardt, nella sua autobiografia "No Bull: My Life In and Out of Markets", disse che i suoi risultati richiedevano "sapere di più e percepire la situazione meglio di altri". . . Raggiungere un livello di comprensione che consenta di sentirsi competitivi in ​​anticipo rispetto ai cambiamenti nelle opinioni "di strada", anche anticipando minori variazioni dei prezzi delle azioni, può a volte giustificare investimenti impopolari ".

Buffett sembra essere d'accordo, insistendo nel prendere tempo per l'introspezione e il pensiero. "Insisto perché trascorro molto tempo, quasi tutti i giorni, per sedermi e pensare. Questo è molto raro negli affari americani. Leggo e penso Così faccio più leggere e pensare, e faccio meno scelte impulsive della maggior parte delle persone nel mondo degli affari ".

Ti prendi il tempo necessario per raccogliere dati e prendere decisioni di investimento attentamente analizzate? Forse sei più a tuo agio ad andare con il flusso. Qual è la tua preferenza decisionale e come ha funzionato fino ad ora?


Le migliori 35 cose divertenti da fare e vedere a Miami - Attività e attrazioni

Le migliori 35 cose divertenti da fare e vedere a Miami - Attività e attrazioni

Miami è la principale città più meridionale degli Stati Uniti continentali e la principale città della Florida meridionale, una regione culturalmente distinta con stretti legami con l'America Latina e i Caraibi. Miami stessa è una delle città più diverse e dinamiche del paese, modellata da molteplici ondate di nuovi arrivati ​​e un flusso apparentemente inarrestabile di investimenti stranieri nel mercato immobiliare locale. Secondo T

(Soldi e affari)

Come licenziare un dipendente legalmente - Ragioni e leggi

Come licenziare un dipendente legalmente - Ragioni e leggi

"Sei licenziato!" A nessuno piace sentire quelle parole. E non è molto divertente dirlo, neanche.Probabilmente non dirai a qualcuno che hanno perso un lavoro nel modo in cui Donald Trump lo fa nel suo programma televisivo, ma sembra che sarebbe molto più facile se tu potessi semplicemente dire quelle parole e lasciare la stanza.T

(Soldi e affari)