it.lutums.net / The Rise of Robo-Advisors finanziari virtuali per i tuoi investimenti - Tipi, pro e contro

The Rise of Robo-Advisors finanziari virtuali per i tuoi investimenti - Tipi, pro e contro


Negli ultimi cinque anni è emerso un nuovo tipo di consulente finanziario per competere con le tradizionali società di consulenza sugli investimenti. Finanziati da venture capitalist, questi nuovi consulenti sfruttano le tecnologie più avanzate per offrire consulenza competente in materia di investimenti in cambio di commissioni drasticamente ridotte.

Proprio come la tecnologia ha cambiato il settore dell'intermediazione di servizi completi riducendo i costi di transazione e consentendo il trading online, cambierà anche la pratica dei consulenti per gli investimenti automatizzando la gestione del portafoglio e la consulenza sugli investimenti. Secondo Grant Easterbrook, analista di Corporate Insight, "Questi nuovi arrivati ​​offrono agli americani medi l'accesso a consulenze a basso costo e soluzioni di investimento con minori potenziali conflitti di interesse e una maggiore trasparenza delle prestazioni".

The Rise of the Virtual Advisors

I servizi di gestione del portafoglio online automatizzati - quelli che molti hanno soprannominato "robo-advisors" o consulenti virtuali - sono stati disponibili negli ultimi dieci anni. Offrono una gestione del portafoglio comoda e trasparente per account sia grandi che piccoli attraverso siti Web di facile utilizzo e tutti per il 20% -30% del costo delle società di consulenza tradizionali. Secondo Investitori istituzionali, Corporate Insights stima che questo gruppo gestisca attualmente quasi $ 17 miliardi di attività negli Stati Uniti.

I robo-advisor generalmente condividono una filosofia comune di gestione del denaro:

Strategia d'investimento passiva
Basandosi sui concetti degli economisti vincitori del premio Nobel Eugene Fama (Efficient Market Hypothesis) e Harry Markowitz (Modern Portfolio Theory), i robo-advisors non tentano di "cronometrare il mercato" proiettandone la direzione verso l'alto o verso il basso. Né cercano di scegliere "vincitori" e "perdenti" di singoli titoli. Investono in ampi settori di titoli o indici di mercato - ETF (exchange-traded funds) - per diversificare i rischi e garantire rendimenti medi del mercato azionario.

Consigli basati sull'algoritmo
I robo-consulenti si affidano a software proprietario per creare e mantenere automaticamente portafogli di fondi indicizzati. Questi portafogli sono progettati per soddisfare gli obiettivi di investimento dei clienti e sono adattati a fattori quali età, tolleranza al rischio, data di pensionamento prevista e così via. Ad esempio, i criteri per selezionare un portafoglio specifico potrebbero essere basati su un obiettivo, come il pensionamento, da raggiungere entro una certa data futura, con il rapporto tra titoli azionari e titoli di debito basati esclusivamente sull'intervallo di tempo tra l'attuale età dell'investitore e l'età della pensione.

Periodo di investimento esteso
Secondo Betterment, un'analisi dell'indice azionario Standard & Poor's 500 tra il 1928 e il 2014 indica che le persone più lunghe rimangono investite, minore è la perdita a rischio e maggiore è la possibilità di guadagno. Ad esempio, circa un quarto di tutti i periodi di investimento di un anno tra il 1928 e il 2014 ha subito perdite di valore, mentre meno di un decimo dei periodi di investimento di 10 anni ha comportato una perdita. Allo stesso modo, il rendimento cumulativo mediano è stato sostanzialmente maggiore per periodi di detenzione di 10 anni rispetto ai periodi di un anno. In altre parole, più a lungo rimani completamente investito in un portafoglio ampiamente diversificato, maggiori saranno le tue possibilità di guadagno.

Riequilibrio in corso, pre-programmato
Il rapporto tra diversi ETF all'interno di un portafoglio è designato in base all'età, agli obiettivi e alla tolleranza al rischio del cliente tra gli altri fattori. Tuttavia, poiché i singoli elementi del portafoglio hanno prestazioni superiori e inferiori ai loro omologhi, il rapporto si discosta dall'originale. Ad esempio, un portafoglio raccomandato di ETF potrebbe includere una posizione nell'ETF (VTV) per gli ETF (VTV) statunitensi a grande capitalizzazione di Vanguard pari al 12% del portafoglio totale. A causa delle condizioni di mercato, l'ETF Vanguard Large-Cap supera gli altri ETF e cresce fino al 20% del valore del portafoglio. Il ribilanciamento richiede la vendita di quasi la metà dell'ETF Large-Cap e il reinvestimento di tali proventi in altri ETF nel portafoglio per ripristinare i rapporti originari. Esaminando costantemente e automaticamente il mix di portafoglio e intraprendendo azioni correttive, i robo-adviser possono mantenere il bilancio adatto all'esposizione al rischio e al profilo di rischio di un particolare investitore.

Gestione fiscale intelligente e automatizzata
I consulenti virtuali impiegano generalmente regole programmate per massimizzare le perdite a breve termine mantenendo la piena esposizione agli aumenti del mercato ed evitando costose "vendite di lavaggio". Samuel Lee, uno stratega del mercato di Morningstar, ritiene che il servizio di raccolta delle perdite fiscali superiore dei consulenti virtuali sia particolarmente vantaggioso per gli investitori soggetti a reddito imponibile. Ad esempio, un consulente robo, Betterment, suggerisce che il suo programma di raccolta delle perdite fiscali proprietario può aumentare i rendimenti totali dello 0, 77% all'anno.

Esempi di consulenti virtuali

Il seguente elenco di società di gestione patrimoniale online automatizzate non intende essere completo, ma piuttosto rappresentativo degli oltre 120 servizi attualmente disponibili. Il settore è in costante evoluzione con nuovi servizi e nuovi operatori:

  • Capitale personale
  • Miglioramento
  • Motif Investing
  • Wealthfront
  • jemstep
  • FutureAdvisor
  • SigFig
  • Blooom
  • WiseBanyon

Caratteristiche generali dei Robo-Advisors

Mentre i consulenti virtuali differiscono tra clienti mirati, commissioni, portafogli minimi, flessibilità dell'investimento e livello del servizio clienti, condividono molti attributi comuni che variano principalmente in gradi.

1. Siti Web attraenti e facili da usare
A differenza dei vanilla, complessi siti Web di consulenti per gli investimenti tradizionali e aziende di Wall Street, i siti di advisor virtuale sono progettati per essere intuitivi, facili da usare e facilmente navigabili. L'uso liberale di immagini, video e display interattivi combinato con spiegazioni facilmente comprensibili di processi e argomenti tecnici offre un'esperienza di visione confortevole. Molti robo-advisor hanno piattaforme su una varietà di media elettronici, inclusi gli smartphone, quindi i clienti hanno accesso 24 ore su 24, ovunque si trovino.

2. Procedure di registrazione pratiche
Gli account vengono aperti al completamento di un semplice questionario online per raccogliere dati demografici (nome, indirizzo, numero di previdenza sociale, età, ecc.). I robo-advisor raccolgono in genere ulteriori informazioni di base sulla tolleranza al rischio, gli obiettivi di investimento, le preferenze e i termini probabili.

3. Conti pensionistici soggetti a imposta e differiti
La maggior parte dei consulenti offre conti di investimento di base nonché roll over e IRA tradizionali e 401k. Alcuni, come FutureAdvisor, raccomandano gli account con pagamento differito su richiesta del cliente, anche se questi account non sono gestiti da o sotto la custodia dell'advisor. L'advisor virtuale Blooom si rivolge in particolare agli account 401k.

4. Investimento minimo o non richiesto
Alcuni consulenti non richiedono un saldo minimo. Invece, offrono i loro consigli per un canone mensile minimo, mentre altri richiedono un deposito iniziale basso o un accordo per depositare automaticamente una somma minima fissa mensile.

5. Collegamento al conto bancario commerciale
Il collegamento ai conti bancari commerciali dei clienti facilita i trasferimenti da e verso gli account gestiti. Ciò è particolarmente vantaggioso - e può in effetti essere richiesto - laddove l'advisor ha la responsabilità di eseguire operazioni per conto del cliente.

6. Aggregazione dell'account
Alcuni consulenti virtuali aggregano tutti i conti di un cliente - anche quelli esterni alla custodia del consulente - per fornire una visione totale della posizione del cliente e una strategia coordinata per raggiungere obiettivi specifici. Altri, tuttavia, limitano le loro raccomandazioni agli account specifici creati tramite l'advisor virtuale.

7. Affidamento a programmi informatici complessi e proprietari
Computer e Wall Street sono un matrimonio fatto in paradiso. Che si tratti di abilitare milioni di transazioni di sicurezza in tutto il mondo o di identificare opportunità di profitto specifiche mediante l'analisi di tali transazioni, i computer e i loro complessi programmi software sono parte integrante dell'investimento moderno. Tutti i consulenti virtuali fanno molto affidamento su algoritmi di investimento proprietari per allocare e mantenere le posizioni in portafoglio ottimizzate per i loro singoli clienti.

8. Commissioni di gestione e transazioni ridotte
I rendimenti complessivi degli investimenti sono spesso significativamente ridotti dalle commissioni di transazione (commissioni sugli scambi) e dalle commissioni di gestione degli investimenti. Il tipico consulente per gli investimenti addebita l'1% annuo di attività in gestione - le commissioni di robo-advisor sono in genere mediamente pari allo 0, 25% dei valori di portafoglio o meno. Inoltre, molti robo-consulenti investono esclusivamente in ETF senza commissione con spese di spesa basse.

9. Opzioni di investimento limitate
Tutti i consulenti virtuali che operano fino ad oggi limitano le scelte disponibili ai loro clienti in una certa misura. Man mano che le scelte di investimento, i termini e i dati storici si espandono, il numero di calcoli necessari per raggiungere il portafoglio ottimale aumenta in modo geometrico. Una limitazione delle scelte di investimento è necessaria per ridurre sia i costi che la complessità a un livello gestibile. I robo-advisor generalmente utilizzano un universo limitato di ETF, fondi comuni di investimento o portafogli predeterminati progettati per raggiungere specifici obiettivi di investimento. Alcuni consentono singoli titoli e obbligazioni come parte del mix di portafoglio. Al momento, nessun consulente per il robo prende in considerazione non titoli come immobili, materie prime o opzioni nelle loro raccomandazioni.

10. Control Over Trades
I consulenti virtuali sono regolamentati come "consulenti per gli investimenti registrati" (RIA), una distinzione richiesta quando si applicano commissioni per la consulenza sugli investimenti. Alcuni consulenti possono anche essere associati a broker-dealer, regolati dalla SEC e dalla FINRA. Quest'ultima distinzione consente all'advisor di agire come depositario per i titoli del cliente e fornisce fino a $ 500.000 di assicurazione nel caso in cui l'intermediario fallisca. Alcuni robo-advisor agiscono esclusivamente in qualità di consulente: i clienti mantengono la possibilità di implementare le negoziazioni consigliate nei propri account. In altri casi, i consulenti virtuali richiedono la discrezione della negoziazione sugli account dei clienti in modo che possano acquistare e vendere titoli senza previa approvazione, come nel caso del ribilanciamento automatico dei conti offerto da molti robo-advisor.

11. Trasparenza delle attività
I consulenti virtuali di solito forniscono informazioni dettagliate e aggiornate su qualsiasi azione intrapresa che riguarda un cliente, compreso il numero preciso di azioni acquistate, vendute o detenute in un account. Poiché generalmente si affidano ai loro siti Web per attirare clienti, i consulenti virtuali cercano di fornire tutte le informazioni che i consumatori potrebbero aver bisogno di iscriversi al loro servizio. L'indice di trasparenza di Paladin valuta la qualità e la completezza delle informazioni pubbliche e dei clienti dei consulenti finanziari.

12. Attenzione personale limitata
La maggior parte dei robo-advisor non si incontra faccia a faccia con i clienti, né fornisce consulenza di investimento personale significativa o servizi di pianificazione finanziaria generale. Invece, si basano sulla completezza e facilità d'uso dei loro siti web. La capacità di personalizzare i portafogli raccomandati varia da advisor a consulente. Tuttavia, moltissimi offrono una combinazione di linee di chat, e-mail e accesso telefonico limitato a 800 numeri per il servizio clienti e l'amministrazione.

13. Ampia segnalazione dei clienti
Copie elettroniche e cartacee di estratti conto, conferme commerciali, attività bancarie commerciali e contabili, posizioni di portafoglio e informazioni fiscali dettagliate sono prontamente disponibili, comprese informazioni storiche. Alcuni consulenti forniscono informazioni elettroniche formattate che possono essere facilmente utilizzate con pacchetti di imposte sul reddito o software di finanza personale.

14. Sicurezza dell'account e privacy
La maggior parte dei consulenti virtuali ha radici nei campi informatico e matematico, piuttosto che nella consulenza sugli investimenti. Di conseguenza, le loro piattaforme online sono complete di sicurezza Internet, tra cui crittografia SSL a 256 bit, server dedicati in strutture protette e procedure sistematiche robuste e ridondanti per proteggere i dati.

Il futuro per Robo-Advisors

La più grande azienda della categoria, Wealthfront, ha più di $ 1 miliardo di fondi in gestione. La maggior parte di questi beneficiano di una crescita a due cifre, fornendo servizi a persone giovani e di basso valore economico che non hanno il tempo, la formazione o l'interesse a gestire i propri investimenti. I millennial sono la prima generazione nata con i computer nelle loro case. Poiché operano con facilità nell'era digitale, sono più a loro agio con la mancanza di interazione umana presente nel modello dell'advisor virtuale.

Dopo aver sconvolto i prezzi dei servizi di consulenza, alcuni nuovi entranti stanno aggiungendo consulenti umani per integrare i loro servizi digitali. Mentre il modello di consulente virtuale è in continua evoluzione, la crescita e la stabilità a lungo termine del settore dipendono dalle azioni di altri attori nel mondo della consulenza sugli investimenti.

Apatia dei consulenti per gli investimenti tradizionali

Secondo un recente rapporto di PriceMetrix, i tradizionali consulenti di Wall Street che gestiscono attivamente i conti degli investitori hanno avuto un ottimo anno nel 2013. Il patrimonio gestito per il manager tipico è cresciuto di oltre $ 90 milioni, in aumento del 12% rispetto al 2012.

Tuttavia, questo successo maschera alcuni cambiamenti fondamentali che si stanno verificando nel settore:

  • Gran parte della crescita è stata il risultato di mercati azionari forti, piuttosto che nuovi clienti - l'S & P 500 è cresciuto del 26, 4% durante l'anno.
  • La commissione media raccolta per conto è scesa dall'1, 21% nel 2011 all'1, 02% nel 2013.
  • Gli advisor stanno abbandonando piccoli conti (meno di $ 100.000 in attività investibili) per conti più grandi.
  • I clienti consultivi stanno invecchiando - in media 61, 1 anni nel 2013 rispetto a 60, 5 anni nel 2012 - e hanno portafogli più grandi (562.000 dollari nel 2013 e 435 mila dollari nel 2011).
  • Poco meno della metà dei ricavi dei consulenti proviene da commissioni (47%); il resto proviene da commissioni sugli scambi effettuati per i loro clienti consigliati.
  • Mentre più della metà (53%) dei pensionati utilizza un consulente finanziario personale dedicato, solo il 40% di quelli che non hanno ancora un pensionamento ne ha uno, secondo un recente sondaggio Gallup. Allo stesso tempo, quasi un investitore su quattro (24%) utilizza un sito Web di investimento - una crescita sostanziale è possibile in quanto più investitori gravitano attorno a queste piattaforme online e assumono consulenti.
  • Secondo il Wells Fargo Millennial Study del 2014, i millennial - quelli nati tra gli inizi degli anni '80 e gli inizi del 2000 - hanno meno probabilità di fidarsi degli "esperti / personalità della finanza personale" rispetto alla generazione precedente, come si evince dalla percentuale più piccola che usa consulenti finanziari (16 % di Millennials contro il 30% di Baby Boomers). Tre su dieci di entrambe le generazioni considerano le commissioni di gestione "troppo elevate".

I consulenti per gli investimenti che gestiscono attivamente i portafogli di conto stanno in gran parte cedendo il mercato degli investitori principianti e di minor valore ai loro nuovi concorrenti digitali, anche se subiscono una riduzione delle commissioni di gestione.

Beneficio per i pianificatori finanziari

Nonostante la tendenza a equiparare consulenti per gli investimenti con i pianificatori finanziari, i robo-consulenti non sono programmatori finanziari e offrono pochi servizi oltre la gestione passiva e automatizzata del portafoglio. Le tariffe per i servizi di robo-advisor sono necessariamente basse, di solito pari allo 0, 25% o meno, in modo che le soluzioni personalizzate per i singoli clienti non siano finanziariamente possibili.

I pianificatori finanziari, anche se più costosi, spesso eseguono analisi approfondite attraverso incontri faccia a faccia con i loro clienti, fornendo consulenza su questioni come budget, tasse, assicurazioni e pianificazione patrimoniale. Molti pianificatori finanziari riconoscono che i consulenti virtuali sono compatibili, non competitivi con i loro servizi - gestiscono portafogli con meno soldi delle loro alternative a gestione attiva. Questi consulenti si stanno muovendo per incorporare i robo-consulenti nella loro pratica, un perfetto esempio di "Se non puoi batterli, unisciti a loro".

La tecnologia, precedentemente limitata al back office, sta rapidamente diventando un requisito competitivo per la gestione dei clienti. Utilizzare i servizi di consulenti virtuali è un modo per colmare il divario a costi contenuti.

Minaccia delle società di intermediazione di sconto e dei gestori di fondi comuni

Riconoscendo il potenziale dei servizi di consulenza virtuale, in particolare il valore per la prossima generazione di investitori, le maggiori società di brokeraggio e di gestione del portafoglio si stanno espandendo o aggiungendo consigli di investimento automatizzati ai propri servizi a costi ridotti o nulli per il consumatore. I nuovi servizi di Personal Advisor di Vanguard (VPAS) sono stati introdotti nell'aprile 2014 per investitori con portafogli di $ 100.000 e superiori, con una commissione dello 0, 3% del valore patrimoniale. Nell'ottobre 2014, Charles Schwab & Co., una delle più grandi società di brokeraggio con nove milioni di account attivi, ha annunciato un nuovo servizio di consulenza online gratuito.

Parola finale

Mentre i servizi di consulenza sugli investimenti automatici offrono vantaggi concreti al pubblico degli investitori e sono certi di rimanere parte del panorama finanziario, possono essere "troppo di una cosa buona". Poiché sempre più aziende sviluppano servizi di robo-advisor, è improbabile che ogni il robo-advisor può sopravvivere come azienda indipendente.

Nonostante l'enorme mercato per i loro servizi, è improbabile che l'attuale livello delle commissioni generi i ricavi necessari per conseguire una redditività significativa. Ad esempio, $ 1 miliardo di asset in gestione con una commissione di gestione dello 0, 25% genera ricavi lordi annuali pari a $ 2, 5 milioni, appena sufficienti a coprire i costi delle operazioni in corso. Di conseguenza, è probabile che il settore si consolidi, con alcune aziende che si uniscono, altre acquisite da gestori di investimenti tradizionali più grandi e alcune semplicemente scomparendo. I potenziali clienti di una società di consulenza virtuale dovrebbero essere consapevoli del fatto che il cambiamento sta arrivando e selezionare un consulente con un solido sostegno finanziario, tecnologia leader del settore e servizio clienti, e la probabilità di essere uno dei vincitori rimasti in piedi.

Useresti i servizi di un robo-advisor?


Piani di protezione della carta di credito - L'assicurazione sul debito vale la pena?

Piani di protezione della carta di credito - L'assicurazione sul debito vale la pena?

Probabilmente hai sentito le storie dell'orrore di persone che hanno perso il lavoro o si sono trovate ad affrontare un altro evento che ha cambiato la loro vita e che li ha costretti a rimanere indietro sui loro pagamenti con carta di credito. Ciò di solito si traduce in un crollo dei punteggi di credito, che può portare all'impossibilità di acquistare un'auto, una casa o un altro oggetto di grandi dimensioni attraverso il finanziamento. I

(Soldi e affari)

6 ottimi siti per trovare offerte ogni giorno

6 ottimi siti per trovare offerte ogni giorno

Non devi aspettare il 4 luglio per trovare un buon affare sui prodotti. Ci sono diversi siti finanziari che offrono informazioni di vendita giornaliere su quasi tutti i prodotti che stai cercando, tra cui prodotti elettronici, prodotti per la casa, abbigliamento e altro. Probabilmente già conosci le offerte offerte su siti come FatWallet.

(Soldi e affari)