it.lutums.net / La sfida SNAP / Food Stamp - Potresti mangiare a $ 4,15 al giorno?

La sfida SNAP / Food Stamp - Potresti mangiare a $ 4,15 al giorno?


Immagina di andare in un supermercato sapendo che hai solo $ 30 per il valore di una settimana di cibo. Ti fai strada lungo i corridoi confrontando attentamente i prezzi, respingendo i fagioli in scatola per quelli secchi più economici e sostituendo le cosce di pollo ai seni senz'ossa costosi. Salti tutti gli extra come caffè e soda senza una seconda occhiata. Soprattutto, ti preoccupi dei prezzi elevati nel corridoio di produzione e ti chiedo se dovrai passare la settimana senza frutta e verdura.

Questo scenario è una realtà in corso per molti americani che vivono su SNAP, il programma di aiuti alimentari precedentemente noto come food stamp. E, per una settimana, è stata anche una realtà per molte persone che normalmente non hanno alcun problema di budget, inclusi politici, blogger, celebrità e un CEO aziendale. Hanno deliberatamente scelto di vivere per una settimana su un budget SNAP per richiamare l'attenzione sui problemi delle persone che ricevono aiuti alimentari.

La Food Stamp Challenge, o SNAP Challenge, ha attirato l'attenzione nazionale nel 2007, quando quattro membri del Congresso - i rappresentanti James McGovern, Jo Ann Emerson, Jan Schakowsky e Tim Ryan - hanno speso una settimana per un budget di buoni alimentari e hanno parlato dell'esperienza. Il loro obiettivo era incoraggiare il Congresso ad aumentare i benefici della bolletta alimentare. Da allora, centinaia di persone hanno preso la sfida SNAP per diffondere la consapevolezza su SNAP e le difficoltà di mangiare con un budget.

Regole della sfida SNAP

L'idea principale alla base della SNAP Challenge è semplice: mangia per una settimana su un budget SNAP. L'organizzazione per la lotta alla fame Foodshare propone un budget di $ 4, 15 per persona al giorno, che si dice sia la "indennità giornaliera media" per i beneficiari SNAP.

Tuttavia, il Centro di ricerca e azione alimentare (FRAC), un gruppo di difesa, raccomanda un approccio più specifico. Dice di basare il tuo budget sul beneficio medio mensile per persona per il tuo stato, che puoi trovare sul sito web del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA). Nel 2014, il beneficio mensile variava da $ 105 al mese, o $ 3, 50 al giorno, in Minnesota e nel New Hampshire a $ 225 al mese, o $ 7, 50 al giorno, alle Hawaii.

Qualunque sia il budget che scegli, deve coprire tutto il tuo cibo e le tue bevande per la settimana. In particolare, questo significa quanto segue:

  • Traccia la tua spesa . Tieni traccia di quanto spendi per la spesa durante la settimana. Se mangi fuori durante la settimana, i soldi che spendi per questo devono anche uscire dal budget SNAP.
  • Non comprare la tua dispensa . Secondo le regole di Foodshare, qualsiasi cibo acquistato prima di iniziare la Sfida è vietato. FRAC, al contrario, dice che è ok mangiare cibo che hai già a casa, ma devi prendere i soldi dal tuo budget per pagarlo.
  • Non prendere omaggi . Non è consentito accettare cibo gratis da familiari, amici o colleghi, dal momento che gli omaggi non sono sempre disponibili per le persone che vivono su SNAP. Ciò significa che non puoi permettere al tuo amico di trattarti a Starbucks o di fare una ciambella durante una riunione sul posto di lavoro. Se accetti qualsiasi cibo gratuito, le regole FRAC dicono che dovresti detrarre denaro dal tuo budget anche per quello.

Una regola finale, proposta da Foodshare e FRAC, è quella di condividere le tue esperienze mentre prendi parte alla Sfida. I partecipanti passati hanno utilizzato Facebook, Twitter e blog per pubblicare aggiornamenti regolari sui loro progressi durante la settimana. Alcuni individui e organizzazioni particolarmente noti hanno diffuso la notizia anche attraverso i media mainstream, discutendo la loro esperienza in televisione e scrivendo colonne per i giornali.

Storie dalla sfida SNAP

Dal 2007, molte persone hanno preso parte alla sfida SNAP e hanno scritto o parlato ai media delle loro esperienze. Tra i partecipanti più noti c'è il sindaco di Newark Corey Booker, che ora è un senatore degli Stati Uniti; Ron Shaich, CEO della catena di ristoranti Panera Bread; e l'attrice Gwyneth Paltrow. Anche altri politici, blogger e attivisti hanno preso la sfida.

Come coloro che hanno preso la sfida Live the Wage - provando a vivere per una settimana sul salario minimo - i partecipanti alla SNAP Challenge hanno avuto esperienze diverse. Alcuni partecipanti l'hanno preso da soli, mentre altri hanno fatto sì che i membri della famiglia si unissero a loro. Alcuni hanno superato l'intera settimana con un budget SNAP, mentre altri hanno lasciato parzialmente. Quasi tutti coloro che hanno accettato la sfida, tuttavia, l'hanno considerata una preziosa esperienza di apprendimento.

Le più grandi sfide

Sebbene il rispetto di un budget SNAP fosse più difficile per alcuni partecipanti rispetto ad altri, quasi tutti hanno trovato l'esperienza impegnativa in qualche modo. Alcuni problemi particolari emergono ripetutamente nei racconti della sfida:

  • Shopping con un budget . Molti partecipanti alla sfida hanno avuto difficoltà a capire come riempire i loro cestini della spesa con un budget ridotto. Descrivono la lotta di aggiungere costantemente i prezzi nelle loro teste mentre giravano per il negozio, rimettendo gli oggetti sugli scaffali quando si rendevano conto di non avere abbastanza soldi per loro. Il CEO Ron Shaich, che ha pubblicato la sfida su LinkedIn, descrive "l'imbarazzo di dover lasciare elementi nel registro" e "la diligenza e il calcolo in corso necessari per assegnare costantemente priorità e classificare ogni acquisto". Scrittura per l'Huffington Post, rappresentante Barbara Lee dice di "leggere il retro di ogni scatola" del mix di casseruola di tonno e noodle, alla ricerca di uno che non richiedesse latte o burro - due ingredienti che non rientrano nel suo budget.
  • Trovare opzioni sane . Mentre tutti i partecipanti alla fine sono riusciti a comprare generi alimentari per la settimana, quasi tutti hanno affermato che gli alimenti che finivano nei loro cesti erano meno salutari di quello che avrebbero normalmente acquistato. Molti di loro menzionano la difficoltà di acquistare prodotti con un budget, osservando che frutta e verdura fresche sono costose e quelle in scatola tendono ad essere ad alto contenuto di zuccheri o sale. La carne era un altro elemento che rappresentava una sfida particolare per i partecipanti - Il rappresentante Jim McGovern dice al Washington Post che ha deliberatamente scelto carne ad alto contenuto di grassi perché era il tipo più economico, anche se normalmente compra carne magra a causa del suo colesterolo alto. Tuttavia, non tutti hanno avuto questa esperienza. Mary Elizabeth Williams, una scrittrice di Salon, afferma che i pasti fatti in casa con le sue due figlie erano probabilmente "una dieta più sana, equilibrata e piacevole" rispetto ai cibi pronti consumati da molte famiglie "con molto altro da spendere “.
  • Nutrire i bambini . Mentre Williams dice che le sue due figlie si sono iscritte volontariamente per la sfida SNAP, sono state l'eccezione. McGovern dice che non ha chiesto a suo figlio di cinque e nove anni di prendere parte perché "Sono fortunato quando mangiano qualsiasi cosa". Lee ricorda che quando dipendeva dall'assistenza pubblica nella vita reale da giovane, madre single, ha dovuto scegliere i cibi che i suoi figli erano disposti a mangiare: "Avrei comprato carne macinata e pane bianco per loro, non patate, e certamente non tonno." Maria Cimini, coordinatrice SNAP Outreach presso l'Università di Rhode Island, si chiede se, se fosse una mamma su SNAP, oserebbe servire ai figli qualunque cosa non fosse certa che vorrebbero.
  • Fame della fame . Per alcuni dei partecipanti alla sfida, i generi alimentari che potevano permettersi su un budget SNAP non erano sufficienti a soddisfare la loro fame. Jamison Doran, una scrittrice di Huffington Post, dice di essere costantemente affamata durante la settimana della sua sfida perché "Tutto ciò che ho mangiato era spazzatura e riempito solo di zucchero e calorie vuote". Shaich, in una sintesi della sua sfida scritta per la CNN, dice che i pasti pesanti che ha mangiato lo hanno lasciato "non del tutto pieno - ma abbastanza per cavarsela" ed è sempre stato "incentrato sul laser su quanto cibo rimaneva nel frigo." E il rappresentante Mark Pocan, che è entrato a far parte del rappresentante Lee durante la settimana della sua sfida, dice sulla sua pagina web che subito dopo aver terminato un pranzo con un hamburger vegetariano e un'arancia, si è subito sentito di nuovo affamato.
  • Mancanza di varietà Anche quelli che non sentivano i veri morsi della fame si trovavano spesso stanchi degli stessi cibi giorno dopo giorno. Cimini dice che "ha disperatamente mancato la varietà [ed]" dopo cinque giorni consecutivi alternati a riso e fagioli e ramen con broccoli. Williams dice che le sue figlie "si sono affezionate ai cereali vecchi regolari invece che alla farina d'avena o allo yogurt" per la colazione. McGovern descrive con nostalgia un panino al roast beef in una riunione per il pranzo mentre stava mangiando lenticchie da un contenitore di plastica, e Gwyneth Paltrow dice di "rompere personalmente" dopo quattro giorni di pasti senza carne e cedette a un piatto di pollo e verdure fresche - Oltre a mezzo sacchetto di liquirizia nera.
  • Mancanza di convenienza . Per molti partecipanti, il problema più grande non era il cibo che dovevano mangiare durante la sfida, era l'inconveniente di prepararlo. Cimini dice che le mancava il fatto di non riuscire a fermarsi per un caffè mentre andava al lavoro o di andare in giro a prendere un po 'di tempo nei giorni in cui doveva lavorare fino a tardi. Scrivendo su LinkedIn, Corey Booker dice "Il mio pazzo programma richiedeva che preparassi tutto il mio cibo al mattino per permettermi di mangiare in movimento." La Williams, d'altra parte, vede lo sforzo extra necessario per preparare i suoi pasti per il sfidare come una cosa buona, chiedendo: "Perché non dovrebbe nutrire te stesso prendere un pensierino e lavorare?"
  • Prelievo della caffeina . Diversi partecipanti, tra cui Booker, McGovern e Shaich, dichiarano di aver lottato con il ritiro della caffeina durante la sfida perché non potevano risparmiare denaro dai loro budget per il caffè o la cola. Booker scrive su LinkedIn che "ha colpito il muro con il ritiro della caffeina" il quinto giorno della sfida, soffrendo di un "terribile mal di testa" e sentendosi lento. Shaich, in un resoconto della sua sfida per la CNN, dice che rinunciare al caffè lo ha lasciato "svogliato e scontroso". Cimini, al contrario, è stato in grado di evitare questi sintomi - ma solo perché ha scelto di "sacrificare la nutrizione omettendo la frutta fresca per il caffè" “.
  • Isolamento sociale Un problema sorprendente per molti partecipanti è stato il modo in cui isolare socialmente è mangiare con un budget ristretto quando quelli intorno a te non lo sono. McGovern dice che ha dovuto "solo bere l'acqua del rubinetto" a una cena di raccolta fondi, e Shaich ha detto che "ha cancellato due cene programmate, sapendo che erano ben al di là del mio budget". Cimini dice che dopo un giorno "passava a fare commissioni con un amico", lei non era in grado di unirsi alla sua amica per cena come faceva normalmente, e le mancava la colazione della domenica mattina con sua sorella.

L'attrice Gwyneth Paltrow ha preso la sfida SNAP. Foto di Andrea Raffin

Lezioni dalla sfida SNAP

Mentre i partecipanti alla sfida hanno imparato molto su quanto sia difficile mangiare su un budget SNAP, hanno anche raccolto alcune preziose lezioni su cosa può renderlo più facile. Ecco alcune tecniche che i partecipanti menzionano:

  • Cooking From Scratch . Un budget SNAP non lascia spazio a costosi cibi pronti, quindi tutti i partecipanti alla sfida dovevano cucinare da zero. Williams dice che quando ha menzionato la sfida a un dietologo dell'ospedale che ha incontrato a una festa, il commento dell'altra donna è stato: "Se sai cucinare, starai bene" e, come previsto, ha superato la settimana con pochi problemi . Tuttavia, alcuni partecipanti hanno scoperto che semplicemente sapere come cucinare non era abbastanza. Doran si è sentita affamata la maggior parte del tempo, anche se nel suo articolo di Huffington Post dice che "ama [s] cucinare" e Paltrow ha rinunciato il quarto giorno anche dopo aver preparato "ricette deliziose e attente al budget" nei giorni a seguire tre.
  • Mangiare meno carne . La carne è uno degli articoli più cari al supermercato. La maggior parte dei partecipanti alla sfida dovevano mangiare almeno alcuni pasti senza carne per superare la settimana, come le lenticchie di McGovern e i ramen noodles di Cimini con i broccoli. Paltrow nota che "i prodotti alimentari vegetariani come il riso e i fagioli secchi fanno molta strada" e queste graffette hanno avuto un ruolo abbastanza importante nella dieta della maggior parte dei partecipanti. Al contrario, Doran, che si affidava alle uova, ai garretti del prosciutto, al tacchino macinato e "una sorta di" prosciutto "prodotto per le sue proteine, ha lottato più con la fame che con la maggior parte degli altri partecipanti.
  • Acqua potabile Con così poco da spendere per il cibo, la maggior parte dei partecipanti ha concluso rapidamente che non potevano permettersi di sprecare denaro con bevande come la soda o il caffè. Invece, hanno bloccato per liberare l'acqua del rubinetto. Gli unici a cui mancavano molto i loro soliti drink erano i bevitori di caffè, e questo era principalmente dovuto alla mancanza di caffeina.

Un'altra lezione che i partecipanti affermano di aver appreso dalla sfida ha meno a che fare con il cibo e più con l'atteggiamento. Molti partecipanti dicono che mangiare su un budget SNAP per una sola settimana li ha resi più comprensivi a coloro che devono farlo giorno per giorno.

Doran dice che non può immaginare come qualcuno riesca a sopravvivere su SNAP a lungo termine, e Williams dice: "Non voglio mai dimenticare quella sensazione che avevo ieri di voler comprare un avocado, e di essere a soli due cent "Cimini dice che una settimana di menù limitati era" un piccolo prezzo da pagare per sfiorare la superficie di come le altre persone vivono continuamente ", e spera che la renderà più brava nel suo lavoro nel campo del food stamp outreach e come legislatore statale .

Allo stesso tempo, la sfida ha reso i partecipanti grati per gli alimenti di cui godono ogni giorno senza pensarci. Hanno guadagnato un nuovo apprezzamento per piccole cose come una tazza di caffè, un pasto con gli amici o anche solo una ciotola di cereali.

Nel complesso, l'esperienza ha reso i partecipanti ancora più determinati a cercare di risolvere il problema dell'insicurezza alimentare in America, in qualsiasi modo. Paltrow esorta le persone a donare alle banche del cibo, ma sottolinea anche la necessità di una "revisione pesante" di un sistema alimentare che prezzi il cibo sano dai budget di tante persone. Shaich afferma che i CEO come lui "devono far parte della soluzione" e descrivono il suo sviluppo dei bar della comunità di Panera Cares per aiutare i bisognosi. E politici come Booker, Lee e McGovern dicono che vogliono lavorare di più per promuovere la legislazione per aumentare gli aiuti alimentari.

Problemi con la sfida SNAP

Illuminare come la sfida è stata per i partecipanti, è ben lungi dall'essere perfetto come un modo per imparare come è realmente la vita su SNAP. Osservatori che commentano la sfida Le pagine dei partecipanti hanno evidenziato diversi difetti nel modo in cui la sfida è strutturata, rendendola meno realistica.

  • Troppo a breve termine . I veri destinatari SNAP, commentando la sfida nell'Huffington Post, sottolineano che i partecipanti sanno che ci vorrà tra una settimana. Questo è molto diverso dal trattare l'insicurezza alimentare su base giornaliera. Una settimana non è sufficiente per sperimentare il danno a lungo termine che mangiare troppo poco, o mangiare una dieta malsana, fa al tuo corpo, o lo stress mentale ed emotivo di preoccuparti di dove il tuo prossimo pasto - o peggio, i tuoi figli 'prossimo pasto - viene da.
  • Nessun acquisto in blocco . In qualche modo, tuttavia, il fatto che la sfida duri solo una settimana rende effettivamente più difficile. Alli Sosna, il fondatore di un non profit chiamato MicroGreens che educa le persone a mangiare con un budget, scrive che il singolo modo più importante per i destinatari SNAP di allungare i loro dollari è quello di acquistare alla rinfusa. Tuttavia, se hai solo una settimana di vantaggi SNAP da spendere, non è pratico fare scorta di una busta di riso da 15 libbre o di una busta di carote da cinque chili: richiederebbe troppo del budget, ed è molto più di quanto hai bisogno per la settimana.
  • Nessun acquisto in vendita . Un'altra strategia chiave per il controllo delle spese alimentari è l'acquisto delle vendite. Ad esempio, invece di comprare formaggio a $ 5 per libbra, puoi aspettare fino a quando non sarà in vendita a $ 2 per libbra e poi fare scorta. Se fai acquisti di routine in questo modo, puoi avere un frigorifero e una dispensa forniti quasi interamente di articoli acquistati in vendita. Sfortunatamente, le regole della sfida non ti permettono di usare nessuno di quei cibi venduti a prezzo di vendita. Devi andare a comprare una settimana di generi alimentari tutti in una volta, pagando il prezzo intero per tutto ciò che non è in vendita in quella settimana.
  • Nessun giardinaggio . Avere un orto domestico è un'altra grande strategia per abbassare la bolletta del cibo, e nella vita reale, è consentito utilizzare i benefici SNAP per acquistare semi e piante per il proprio giardino. Tuttavia, una settimana singola ovviamente non è abbastanza lunga per piantare, crescere e raccogliere prodotti fatti in casa. Quindi questa è un'altra strategia di risparmio di denaro che è off-limits a causa del modo in cui è progettata la sfida.
  • Budget impreciso . Il budget per la sfida SNAP si basa sul beneficio medio settimanale per il tuo stato. Tuttavia, come sottolinea la colonna Fact Checker di The Washington Post, il destinatario SNAP medio riceve benefici per "integrare" il budget di spesa, non per coprire l'intero costo. I benefici SNAP sono distribuiti su una scala mobile in base a quanti soldi guadagnano i destinatari, quindi le persone senza reddito ottengono l'importo massimo, che l'USDA mette a $ 194 per una singola persona. Quindi, se SNAP fosse davvero la tua unica fonte di denaro per il cibo, potresti aspettarti di ottenere circa $ 6, 45 al giorno in benefici, non i $ 4, 15 al giorno previsti dalla sfida. D'altra parte, come sottolinea Lee, molti destinatari SNAP fanno affidamento sui benefici per pagare l'intera bolletta della spesa, anche se hanno altre fonti di reddito, perché devono allungare i loro guadagni per coprire tutte le loro altre spese.

Le regole FRAC per la sfida includono una scappatoia che ti permette di aggirare molti di questi problemi. In base a queste regole, puoi mangiare cibo dalla tua dispensa, compresi gli alimenti acquistati alla rinfusa e venduti a prezzo scontato, a patto che tu prendi denaro dal budget per pagarlo. Se porti questa regola al limite, puoi affrontare la sfida utilizzando solo il cibo della tua dispensa e non fare acquisti specifici per la sfida.

Ho preso questa forma della sfida nel 2014, chiamandola Reverse SNAP Challenge perché stavo mangiando quello che normalmente mangerevo ma deducendo il costo da un budget di $ 4, 50 al giorno. Fare la sfida in questo modo ha reso la contabilità più difficile, dal momento che dovevo calcolare quanto avrei speso per ogni ingrediente che ho usato piuttosto che usare solo una settimana di benefici per acquistare una settimana di generi alimentari. Tuttavia, la parte del cibo reale della sfida è stata molto più facile. Poiché potevo usare tutto nel mio frigorifero e nella dispensa, ero in grado di seguire una dieta molto più varia e salutare sul mio Reverse SNAP Challenge rispetto alla maggior parte dei partecipanti alla sfida standard.

Parola finale

I commentatori che parlano della SNAP Challenge hanno una varietà di reazioni ad esso. Alcuni lo liquidano come un trucco o una trovata pubblicitaria che ha poco a che fare con la realtà. Altri applaudono l'intenzione, ma continuano a sostenere che una sfida lunga una settimana non è sufficiente per capire veramente il problema dell'insicurezza alimentare.

Tuttavia, le risposte più interessanti provengono dagli stessi partecipanti alla sfida. Riconoscono che la sfida ha i suoi limiti, ma continuano a dire che li rendono più comprensivi per i problemi che affliggono i destinatari SNAP, apprezzano maggiormente il cibo che mangiano ogni giorno e sono più determinati ad affrontare il problema dell'insicurezza alimentare, tuttavia possono farlo. Sembra abbastanza per rendere l'esperienza utile.

Ti sei mai affidato a buoni pasto o SNAP? Pensi che potresti farlo oggi?


4 modi per finanziare il college o le spese per la stagione calcistica NFL - biglietti per i giochi e idee per feste portuali

4 modi per finanziare il college o le spese per la stagione calcistica NFL - biglietti per i giochi e idee per feste portuali

È il periodo più bello dell'anno, ancora più emozionante del Natale per i grandi fan del college e del calcio professionistico. Sono un grande appassionato di calcio universitario. Ho sanguinato l'arancione e il blu. Sì, sono un fan della Florida Gator, Go Gators!Ora che ho fatto un sacco di nemici rivelando ciò, cercherò di riconquistarti aiutandoti a trovare modi alternativi per finanziare le tue feste sul portellone.Il ca

(Soldi e affari)

Come sfrattare un inquilino - Guida passo-passo e processo di evasione degli inquilini per i proprietari

Come sfrattare un inquilino - Guida passo-passo e processo di evasione degli inquilini per i proprietari

Nonostante i tuoi migliori sforzi per costruire un buon rapporto con il tuo inquilino, a volte la relazione diventa acida. Anche se sei un buon padrone di casa, probabilmente dovrai affrontare il processo di sfratto almeno una volta nella tua carriera.Forse un inquilino non ha pagato l'affitto, forse sta disturbando gli altri inquilini, o forse ha danneggiato la tua proprietà in affitto.

(Soldi e affari)