it.lutums.net / Affrontare la sindrome del nido vuoto - Ridimensiona e aumenta quando i bambini se ne vanno

Affrontare la sindrome del nido vuoto - Ridimensiona e aumenta quando i bambini se ne vanno


Il tuo ultimo figlio è appena partito per il college, e anche se sei eccitato per loro per iniziare questo nuovo capitolo della loro vita, stai anche vivendo un vortice di altre emozioni che non ti aspettavi di provare.

Senti un profondo senso di perdita ora che i tuoi figli sono tutti fuori per conto loro. Ti senti triste, addirittura depresso, e ti preoccupi costantemente della loro salute e sicurezza. Potresti anche provare ansia per questo cambiamento nella tua identità - ora che non sei "necessario", cosa farai con te stesso?

Questi sono tutti sintomi classici della sindrome del nido vuoto (ENS), un termine che si applica alle emozioni ad ampio raggio che alcuni genitori provano quando il loro ultimo o unico figlio lascia la casa. Diamo un'occhiata a quale sia la sindrome del nido vuoto e alcune strategie che puoi usare per passare a questo nuovo capitolo della tua vita.

Qual è la sindrome Nest vuota?

Fermati e pensa a quanto tempo hai investito nei tuoi figli negli ultimi due decenni. Dall'infermieristica notturna alla guida avanti e indietro verso il loro primo lavoro, la genitorialità richiede un'enorme quantità di tempo ed energia emotiva. Per la maggior parte dei genitori, l'atto di genitorialità diventa una parte importante della loro identità; spesso mettono da parte i loro obiettivi e i loro sogni per aiutare i loro figli a realizzare i loro.

Spesso le relazioni coniugali prendono posto in secondo piano durante gli anni di educazione dei figli. Quando i bambini escono di casa per iniziare il college o stabilire la loro prima casa, molti genitori scoprono che la loro identità è improvvisamente in crisi. Rimangono con un nido vuoto e la domanda sconvolgente, "Cosa faccio adesso ?" Inoltre, potrebbero temere che ora che sono soli, non abbiano più nulla in comune con il loro coniuge.

Secondo la Mayo Clinic, la sindrome del nido vuoto non è una diagnosi clinica. Piuttosto, è un termine che definisce questo fenomeno molto specifico che alcuni genitori attraversano quando il loro ultimo figlio lascia la casa. La sindrome del nido vuoto comprende una vasta gamma di emozioni che possono includere:

  • Dolore
  • Solitudine
  • Insonnia
  • Tristezza o depressione
  • Sentimenti di rifiuto o perdita di scopo
  • Preoccupazione o ansia

I genitori potrebbero anche provare sensi di colpa significativi che non hanno trascorso abbastanza tempo con i loro figli quando erano più giovani, o non hanno fatto di più per prepararli all'età adulta.

Mentre la sindrome del nido vuoto è più spesso associata alla genitorialità, è possibile riscontrare sintomi simili quando si affrontano altre importanti transizioni della vita, come la perdita di un coniuge o di un figlio, il divorzio, il pensionamento o un improvviso calo della salute.

È importante rendersi conto che la sindrome del nido vuoto non influenza tutti allo stesso modo. Alcuni genitori non provano tristezza o dolore quando i loro figli lasciano casa. Alcuni genitori potrebbero passare attraverso occasionali sentimenti di preoccupazione o solitudine, mentre altri saranno devastati quando il loro ultimo figlio lascerà casa. Ognuno attraversa questa transizione a modo suo ed è del tutto normale sperimentare una vasta gamma di emozioni contrastanti.

Vantaggi di un nido vuoto

Ecco alcune buone notizie: la sindrome del nido vuoto potrebbe non essere così comune o terribile come molti credono.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Family Issues, solo una minoranza di famiglie ha studiato i sintomi della sindrome del nido vuoto quando i figli sono usciti di casa. Un altro studio, pubblicato nella rivista di scienze comportamentali Sex Roles, cita diversi studi che mostrano il benessere dei genitori, in particolare delle donne, migliorato quando i bambini sono usciti di casa.

Inoltre, uno studio di nove anni pubblicato sulla rivista Psychological Medicine ha rilevato che per la maggior parte delle donne studiate, un nido vuoto portava a cambiamenti di umore positivi e meno problemi.

Le relazioni coniugali possono anche migliorare durante il periodo di nidificazione vuoto. Uno studio pubblicato sulla rivista Psychological Science, e citato nel New York Times, ha rilevato che la soddisfazione coniugale è migliorata quando i bambini sono usciti di casa. Altri studi citati nell'articolo sono giunti alla stessa conclusione: con i bambini scomparsi, i genitori possono concentrarsi sulla spesa più tempo insieme.

Sì, è doloroso quando i tuoi figli se ne vanno di casa. Tuttavia, ci sono un certo numero di vantaggi per avere improvvisamente la casa per te:

  • Hai un sacco di tempo per riconnettersi con il coniuge o il partner, o perseguire nuove relazioni se sei un genitore single.
  • Hai la libertà di perseguire hobby o interessi accademici in cui non avevi tempo per quando i tuoi figli erano a casa.
  • Puoi concentrarti maggiormente sulla cura di te stesso.
  • Potresti scoprire di avere più opportunità di risparmiare denaro ora che i tuoi figli vivono fuori casa.

In breve, ora hai tutto il tempo di concentrarti sulle tue relazioni e sui tuoi interessi, che sono stati probabilmente trascurati negli ultimi due decenni.

Come far fronte alla sindrome Nest Nest

Se stai riscontrando i sintomi della sindrome del nido vuoto, ci sono molte cose che puoi fare per gestire la transizione e entrare in questo nuovo capitolo della vita.

1. Guarda cosa hai fatto

La maggior parte delle persone concorderà sul fatto che allevare un bambino è una delle cose più difficili che si possano fare. Una volta che il bambino esce di casa e inizia a vivere la propria vita, dedica del tempo a riflettere sull'enorme impresa che hai realizzato. Il tuo bambino è ora un adulto che sta lavorando per raggiungere i suoi obiettivi. Sta navigando in un mondo incerto usando i valori e le abilità che le hai instillato fin dall'infanzia.

Come genitore, sei stato determinante nell'aiutarla a diventare un adulto felice e in buona salute. Tutto il tuo duro lavoro ha dato i suoi frutti. Quindi, prenditi un po 'di tempo per riconoscere ciò che hai realizzato. Hai dato questa persona al mondo - e questo è un regalo.

Detto questo, non sottovalutare i sentimenti di tristezza o dolore che provi. Le montagne russe delle emozioni sono normali ed è importante accettare ciò che stai attraversando. Sì, potresti essere addolorato per una parte della tua vita che ora è finita. Conversazioni familiari occasionali con i tuoi figli durante la cena, o da e per le pratiche di calcio, saranno ora tramite Skype o telefono cellulare, dove l'intimità familiare può essere ridotta o addirittura persa. Altri cambiamenti, come una casa silenziosa, una mancanza di routine o un mucchio di bucato drasticamente ridotto, possono essere altrettanto angoscianti.

Può essere doloroso accettare che non conoscerai più tutti i dettagli della vita di tuo figlio. Non sarai coinvolto nelle loro decisioni e non sarai lì per ogni errore che commettono o per il dolore che provano.

Quindi sì, potresti aver bisogno di piangere durante questa transizione. Molti genitori lo fanno Ma alla fine, i tuoi sentimenti di tristezza si attenueranno e ti renderai conto che la vita, la tua vita, continua.

2. Riconnettiti con il tuo coniuge o partner

Secondo i ricercatori citati nel New York Times, l'arrivo dei bambini influisce notevolmente sulla quantità di tempo che i partner trascorrono l'uno con l'altro. In genere, le coppie sposate hanno solo circa un terzo del tempo da soli insieme che avevano quando erano senza figli. Questa mancanza di tempo di qualità può mettere a dura prova le relazioni.

Un nido vuoto significa che tu e il tuo partner avete un sacco di tempo e opportunità per conoscervi di nuovo. Puoi essere giocoso e ricominciare ad andare alle date. Puoi tenere una lezione insieme, abbuffare il tuo programma TV preferito su Netflix o fare una vacanza.

Ancora più importante, ora hai ampia opportunità solo per sederti e parlare senza lo stress e l'interruzione che a volte possono accadere con l'avere bambini in casa.

3. Crea una lista dei sogni

Poiché l'allevamento dei bambini è così dispendioso in termini di tempo, molti genitori rimandano i propri sogni e obiettivi per assicurarsi che i loro bisogni siano soddisfatti. Ora è il momento di rispolverare la tua lista dei sogni e sceglierne alcuni da perseguire.

Inizia con quelli facili prima. C'è un hobby a cui hai sempre avuto interesse, ma non hai mai avuto tempo? Forse ti piacerebbe fare un corso di pittura, allenare una squadra sportiva giovanile, riconnettersi con vecchi amici, o imparare a pescare. Forse ti piacerebbe praticare yoga a casa, fare volontariato di più, o viaggiare a livello internazionale a buon mercato. Qualunque sia la scintilla del tuo interesse, ora hai il tempo e la libertà per perseguirlo.

Un'altra idea è usare Meetup per trovare persone nella tua comunità che condividono i tuoi interessi. Ad esempio, se ami le macchine, puoi utilizzare Meetup per incontrarti regolarmente con un gruppo di persone vicino a te che condividono la stessa passione. Meetup è un ottimo strumento per sviluppare amicizie e saperne di più su qualunque cosa ti interessi.

Quindi, dedica del tempo a pensare a quali obiettivi ti piacerebbe realizzare quest'anno, o nei prossimi cinque anni. Questi saranno obiettivi a lungo termine che potrebbero essere più significativi. Ad esempio, potresti voler iniziare un'attività secondaria o perseguire un master online. Forse ti piacerebbe pagare la tua ipoteca in anticipo, attraverso l'escursione dell'Appalachian Trail, correre per un ufficio pubblico nella tua comunità, o diventare un mentore per un giovane professionista nel tuo settore. Decidi su un obiettivo a lungo termine che è significativo per te e inizia a farlo.

Ricorda, un obiettivo rimarrà tale solo se non lo scriverai e svilupperai un piano per raggiungerlo. Utilizza l'approccio SMART per pianificare e raggiungere i tuoi obiettivi.

4. Rivedi le tue finanze

Una volta che tuo figlio è uscito di casa, prenditi del tempo per rivedere il tuo budget mensile. È probabile che avrai una certa flessibilità finanziaria ora che non stai acquistando generi alimentari per un adolescente in crescita (ei loro amici) o pagando il conto per la loro assicurazione auto costosa.

Potrebbe essere il momento di fare un nuovo budget e pianificare quello che farai con i soldi extra. Ad esempio, potresti contribuire di più al tuo 401 (k)? Fai dei miglioramenti a casa che aumenteranno il valore della tua casa? Investire in tecnologia verde che ridurrà ulteriormente le spese mensili?

Ci sono molte cose che puoi fare con i soldi extra che potresti avere quando tuo figlio esce di casa. Dagli un pensiero attento in modo da prendere una decisione informata.

5. Riconoscere il cambiamento

È anche importante riconoscere il cambiamento di ruolo che sperimenterai ora che tuo figlio è da solo. Sì, sarai sempre un genitore, ma quando il tuo bambino esce di casa, il tuo rapporto con loro inizierà a pareggiare. Ora sarai più di un mentore, aiutandoti a guidarli attraverso le sfide della vita.

Questo cambiamento può essere difficile per alcuni genitori, che hanno difficoltà a rinunciare al controllo, o che si preoccupano di non aver fatto abbastanza per preparare il loro figlio all'età adulta. Sì, hai ancora bisogno di guidare i tuoi figli, ma devi anche lasciarli fare i propri errori. Avranno ancora bisogno di te per consigli e conforto quando le cose non vanno come previsto. Fai sempre sapere loro che hai piena fiducia nella loro capacità di prendere buone decisioni e che sarai sempre presente se hanno bisogno di aiuto.

Un'altra strategia che potrebbe aiutarti ad adattarti al tuo ruolo di cambiamento consiste nel fare una lista di tutti gli altri ruoli che occupi nella vita. Ad esempio, potresti essere un coniuge o un partner per qualcuno. Potresti riempire il ruolo di sorella o fratello, figlia o figlio, capo o imprenditore. Tutti i ruoli che svolgi richiedono il tuo tempo e la tua energia, quindi esamina quelli che hai trascurato mentre eri genitoriale. Quale di questi ruoli potresti dedicare più del tuo tempo ad adempiere?

6. Rimani in contatto

Uno dei modi più efficaci per combattere i sentimenti di tristezza o solitudine è quello di rimanere in contatto regolare con i tuoi figli. La tecnologia lo rende semplice con i social media, e-mail, messaggi di testo e videochiamate.

Sebbene tu possa chiamare ogni giorno il tuo bambino per effettuare il check-in, potrebbero avere idee diverse sul livello di contatto, quindi lascia che siano loro a prendere l'iniziativa. Il tuo bambino vuole l'indipendenza, quindi potrebbero risentirsi ogni giorno dei testi e delle telefonate. Parla loro di quanto spesso vorrebbero che ti registrassi per dare loro la libertà di cui hanno bisogno senza pestare i piedi. Pianifica la prossima visita a casa del tuo bambino o scegli una data per visitare il college di tuo figlio e pernottare.

Un altro modo per rimanere in contatto con tuo figlio è inviare pacchetti di assistenza. Lettere postali e alcuni dei loro dolcetti fatti in casa preferiti è un ottimo modo per prendersi cura a distanza rispettando la libertà ritrovata del bambino.

7. Parla con i tuoi bambini rimasti

I bambini più piccoli potrebbero sperimentare la sindrome del nido vuoto quando i fratelli maggiori lasciano casa. Uno studio pubblicato nel Journal of Human Behaviour nell'ambiente sociale ha scoperto che i fratelli rimasti possono provare sentimenti di tristezza e perdita quando i fratelli maggiori si spostano. Quando la relazione è stretta, questi sentimenti possono essere ancora più intensi.

Se sospetti che il tuo bambino più piccolo stia provando tristezza o depressione a causa di un "nido più vuoto", parla loro di come si sentono. Può anche aiutare a trovare un nuovo hobby, sport o attività che voi due potete fare insieme.

Un'altra opzione è dare al loro spazio personale un aspetto nuovo. Ridipingere o ridipingere, o, se voi ed entrambi i vostri bambini sono OK con esso, lasciare che il bambino più piccolo si trasferisca nella stanza del bambino più grande. Ottenere un nuovo spazio può aiutare a coltivare il proprio senso di indipendenza e alleviare parte della tristezza derivante dalla partenza di un bambino più grande.

8. Reimagine spazi familiari

La stanza vuota di tuo figlio, il grande tavolo che ora contiene solo due posti, il divano gigante che tutti voi avete usato per la notte del cinema: questi spazi familiari possono contenere grandi ricordi. Possono anche essere dolorosi per alcuni genitori. Gli altri genitori scoprono che quando i loro figli escono di casa hanno bisogno di riorganizzare il loro spazio per adattarsi meglio ai bisogni di due persone.

Questo potrebbe essere semplice come declorare e acquistare mobili più piccoli, o potrebbe essere una missione a tutto tondo per ridimensionare drasticamente la tua casa.

Fai un bilancio dei mobili e degli spazi della tua casa che non funzionano più per te. Vendi oggetti su Craigslist o eBay. Potresti scoprire che riorganizzare o ridipingere rinfrescerà la tua casa e forse ridurrà anche i sentimenti di tristezza o perdita che stai vivendo.

Se hai voglia di fare qualcosa di più drammatico, come vendere la tua casa, concediti un po 'di tempo prima di agire. Considera di affittare la tua casa invece di venderla, quindi hai la possibilità di tornare indietro se necessario.

9. Parla con il tuo coniuge

La sindrome del nido vuoto può colpire entrambi i genitori. Tuttavia, secondo la ricerca della dottoressa Helen M. DeVries, citata nell'articolo dell'associazione americana psicologica "Un nido vuoto può promuovere la libertà, relazioni migliori", gli uomini hanno spesso un momento più difficile quando i bambini lasciano casa.

Secondo lo studio di DeVries, le donne sono molto più propense ad anticipare i propri figli che escono da casa, e anzi non vedono l'ora di farlo. Spesso pianificano in anticipo ciò che vogliono fare con il loro maggiore tempo libero. Gli uomini, d'altra parte, non parlano di preparazione per questo nuovo stadio della vita, e sono spesso meno preparati per la transizione emotiva dei loro figli che escono di casa. Di conseguenza, gli uomini esprimono spesso rammarico per le occasioni mancate per loro di giocare un ruolo chiave nella vita dei loro figli prima che escano di casa.

Se sospetti che il tuo coniuge o il tuo partner stiano evitando di parlare di questa transizione imminente, o se si sentono rovinati dalle loro stesse emozioni conflittuali, prova a convincerli a parlare di ciò che sentono. Ricordagli loro il ruolo positivo che hanno svolto nella vita del bambino e cita esempi specifici delle abilità e dei valori che hanno trasmesso direttamente. Alcuni lievi ricordi della loro influenza specifica possono aiutarli a capire che hanno fatto una differenza positiva.

Nidi vuoti che non rimangono vuoti

Secondo un'analisi condotta dal Pew Research Center, il 32% dei giovani adulti (18-34 anni) ora vive con i genitori, mentre il 31% vive con un coniuge o un partner. Se ripartiti per genere, i numeri sono ancora più sorprendenti: il 35% dei giovani uomini adulti sceglie di vivere a casa, rispetto al 29% delle giovani donne adulte.

Più di ogni altro periodo della storia recente, i giovani adulti scelgono di vivere a casa e per molte ragioni. La Grande Recessione ha colpito duramente i millennial, e sebbene il mercato del lavoro sia migliorato, i salari no. I costi del college continuano a salire alle stelle e oggi molti giovani credono che sia meglio ricevere un'istruzione e raggiungere la stabilità finanziaria prima di sposarsi e iniziare una famiglia.

Anche se i tuoi figli stanno uscendo di casa per andare a scuola, c'è una buona possibilità che decidano di tornare dopo il college. Secondo CNBC, il 36% dei laureati sceglie di tornare con i genitori per almeno un anno dopo la laurea. La ragione? Il ritorno a casa può aiutare i giovani laureati a rimborsare il loro prestito agli studenti, dare loro maggiore flessibilità quando si tratta di trovare il lavoro giusto, aiutarli a costruire un fondo di emergenza o consentire loro di perseguire un'ulteriore istruzione superiore.

Anche se potresti essere elettrizzato di avere i tuoi figli a casa, è importante stabilire un piano per le spese aggiuntive che sosterranno. Alcuni genitori chiedono che i loro figli paghino l'affitto o una parte del mutuo, non solo per avere un aiuto aggiuntivo con le bollette mensili, ma anche per incoraggiare i loro figli a diventare più indipendenti.

Parola finale

Lasciare andare tuo figlio non è facile, e ogni genitore naviga la transizione a modo suo. Non esiste un modo giusto o sbagliato per sperimentare questa fase della vita, ed è importante non ignorare ciò che senti. Parlando delle tue emozioni e di ciò che farai per il tuo prossimo capitolo, puoi aiutarti a superare i sentimenti di tristezza e perdita e permetterti di ri-immaginare nuovi ed eccitanti modi per aggiungere significato e scopo alla tua vita.

Che cosa hai provato quando i tuoi figli sono usciti di casa? Come è cambiata la tua vita, nel bene o nel male, ora che vivono la vita da soli? C'è qualcosa che vorresti aver fatto diversamente?


12 modi per acquistare un abito da sposa unico economico con un budget

12 modi per acquistare un abito da sposa unico economico con un budget

Il prezzo medio di un abito da sposa negli Stati Uniti è poco più di $ 1.200, anche se il costo finale dipende fortemente dalle aree geografiche. Secondo le statistiche pubblicate su Huffington Post, le spose a Manhattan spendono in media $ 3, 027 sui loro abiti, mentre quelle in Alaska spendono un $ 804 relativamente conveniente.O

(Soldi e affari)

Revisione CARCHEX - Servizio esteso di garanzia e ispezione auto

Revisione CARCHEX - Servizio esteso di garanzia e ispezione auto

Se consideri che il più grande acquisto che la maggior parte delle persone fa nella propria vita è una casa, è perfettamente sensato investire denaro extra in un'ispezione domiciliare e in un'assicurazione sulla casa. Nonostante il costo piuttosto elevato, è fondamentale proteggere il tuo investimento.Acc

(Soldi e affari)