it.lutums.net / Dovremmo sbarazzarci del penny? - 8 motivi per mantenerlo o eliminarlo

Dovremmo sbarazzarci del penny? - 8 motivi per mantenerlo o eliminarlo


Secondo una vecchia superstizione, è buona fortuna trovare un penny sul marciapiede. Ma se credi o meno che raccogliere quel penny ti porterà fortuna, una cosa che sicuramente non ti porterà è ricchezza. I penny valgono così poco ora che prendendone uno cinque in cinque secondi, guadagni solo $ 7, 20 all'ora, meno del salario minimo federale.

I penny sono così privi di valore che molte persone sostengono che è ora di eliminarli del tutto. Un'organizzazione apartitica chiamata Cittadini per ritirare il penny degli Stati Uniti ha attirato l'appoggio degli economisti di Harvard e Wake Forest University. Il rappresentante Jim Kolbe dell'Arizona ha introdotto due volte al Congresso banconote per eliminare il denaro, e nel febbraio 2014, il presidente Barack Obama ha sostenuto durante una chat su YouTube che i penny erano obsoleti e un simbolo dei rifiuti del governo USA.

Tuttavia, mentre molte persone chiedono la pensione del penny, altri stanno lavorando altrettanto appassionatamente per mantenere la moneta in circolazione. Un gruppo di pressione chiamato Americans for Common Cents - che rappresenta Jarden Zinc, la società che produce gli spazi vuoti di zinco e rame dai quali vengono prodotti i penny - ha condotto sondaggi che dimostrano che più dei due terzi degli americani preferiscono mantenere il penny. Sul suo sito web, il gruppo effettua una serie di argomenti che eliminando il denaro porteranno al disastro per i consumatori, le organizzazioni di beneficenza, il governo e l'economia nel suo complesso.

Ogni parte di questo dibattito si riferisce agli argomenti dell'altra parte come "miti" e offre "fatti" per contrastarli, rendendo difficile determinare esattamente dove si trovano i fatti reali. Ecco un riassunto degli argomenti da entrambe le parti, insieme alle prove a favore e contro di loro.

Motivi per ritirare il penny

Gli argomenti per fermare la produzione di soldini si riducono fondamentalmente al fatto che "sono più problemi di quanti ne valga". I penny oggi non valgono quasi nulla, ma costano ancora denaro per produrre e consumare grandi quantità di risorse naturali. Per gli attivisti anti-penny, questo è un sacco di costi per una moneta che non può nemmeno più comprare una palla di gomma.

1. Sono inutili

Quando i Baby Boomers erano giovani, un penny aveva ancora un certo valore. L'economista Henry Aaron della Brookings Institution, un gruppo di ricerca senza scopo di lucro, ricorda un massetto anti-penny del 2013 sul fatto di pagare un nickel per un cono gelato da ragazzo. Anche durante la mia infanzia, negli anni '80, c'era un negozio di dolciumi non lontano da casa nostra che vendeva "penny candy" in barattoli - un penny per un mini Tootsie Roll o due per una Mary Jane.

Oggi non c'è letteralmente niente che puoi comprare con un solo centesimo - e non puoi fare molto altro con esso. I distributori automatici non li accettano e nemmeno la maggior parte dei parcometri. Anche i caselli automatici non li porteranno - tranne che nell'Illinois, lo stato di origine del presidente Abraham Lincoln, il cui volto adorna la moneta.

E se un solo penny è inutile, un sacco di soldini non è molto meglio. Se provi a pagare qualcosa in un negozio con una manciata di centesimi, puoi aspettarti un aspetto sporco sia dall'addetto che dagli altri clienti - se il negozio non rifiuta semplicemente di prenderli. I penny sono così difficili da spendere che molte persone non si preoccupano nemmeno - li conservano tutti in barattoli o li buttano via. L'economista Greg Mankiw dell'Università di Harvard sostiene che i penny non sono più utili come mezzo di scambio: "Quando le persone iniziano a lasciare un'unità monetaria al registratore di cassa per il prossimo cliente, l'unità è troppo piccola per essere utile."

Ci sono precedenti per sbarazzarsi di monete troppo piccole per essere utilizzate. Nel 1857, la Zecca degli Stati Uniti smise di produrre monete da mezzo penny - che, secondo il calcolatore storico delle informazioni di MeasuringWorth.com, aveva un potere d'acquisto di $ 0, 14 nel 2015 dollari. Quindi, al momento in cui è stato eliminato, il "halfpenny" inutile potrebbe acquistare fino a 14 penny oggi. Se i consumatori nel 1857 potessero andare d'accordo senza metàpenne, i consumatori moderni possono quasi certamente gestire senza una moneta che valga meno di un decimo.

2. Hanno tempo di sprecare

Per quanto inutili siano i penny, la maggior parte di noi non può evitarli. Spesso, quando paghiamo in contanti presso un negozio, l'importo totale non termina con un multiplo di $ 0, 05, quindi per pagare l'importo esatto, dobbiamo consegnare qualche centesimo o ricevere un po 'di denaro.

Questo non solo appesantisce le nostre tasche, ma mantiene anche la linea mentre noi ci divertiamo a contare le monete. I cittadini che ritirano gli Stati Uniti Penny cita uno studio fatto da Walgreens e dalla National Association of Convenience Stores che mostra che la gestione dei penny aggiunge in media due secondi a ciascuna transazione in contanti. Non sembra molto, ma uno studio del 2012 di tre banche della Federal Reserve mostra che il consumatore medio fa 23 transazioni in contanti in un solo mese - e secondo il Bureau of Labor Statistics, ci sono oltre 316 milioni di consumatori nel paese. Aggiungilo tutto e arrivano a oltre 48 milioni di ore sprecate ogni anno.

Per risparmiare tempo al registro, alcune aziende hanno sperimentato l'arrotondamento di tutte le transazioni al nickel più vicino. Lo Star-Ledger del New Jersey riferisce che diversi ristoranti di Chipotle lo hanno provato nel 2012, ma i clienti che hanno aggiunto i centesimi addizionali alle loro bollette si sono lamentati. Piuttosto che abbandonare completamente la pratica, tuttavia, i negozi decisero di arrotondare semplicemente tutti i conti fino a $ 0, 05, poiché perdere un centesimo o due sulla maggior parte delle transazioni era più economico che pagare gli impiegati per contare i penny.

I sostenitori del penny non comprano questo argomento. Americans for Common Cents, il gruppo pro-penny finanziato dall'industria dello zinco, definisce l'affermazione "assurda". In primo luogo, sostiene il gruppo, i dipendenti che impiegano meno tempo a contare il cambiamento non lo spenderanno necessariamente in altri, più compiti utili. Dice anche che ci sono "molte ragioni per credere" che il tempo trascorso al registro potrebbe effettivamente aumentare, piuttosto che diminuire, se i penny vengono eliminati - ma in realtà non dice quali siano queste ragioni.

3. Sono cattivi per l'ambiente

Nonostante quello che dice la vecchia canzone, i penny non vengono davvero dal cielo. Provengono dalle miniere della terra - le miniere di zinco, soprattutto, perché i penny contengono oltre il 97% di zinco. Come spiega la Zecca degli Stati Uniti, la superficie di rame di un penny rappresenta solo il 2, 5% del suo contenuto di metallo.

Secondo l'Environmental Protection Agency degli Stati Uniti, i minerali di zinco contengono solo il 3% -11% di zinco metallico. Insieme allo zinco, i minerali di solito contengono altri metalli, inclusi metalli tossici come cadmio e piombo. Inoltre, lo zinco stesso, anche se necessario in piccole quantità, è dannoso in dosi elevate sia per gli uomini che per gli animali. Tutti questi metalli tossici possono contaminare l'acqua, il suolo e le piante nell'area circostante la miniera.

Anche la produzione di penny richiede molta energia. Serve energia per estrarre lo zinco dal minerale, per estrarlo e stamparlo in monete e, non banalmente, per trasportare le monete in banca. Poiché i penny valgono così poco, sono molto più pesanti di qualsiasi altra moneta in proporzione al loro valore. DesignLife-Cycle.org, un sito creato dagli studenti dell'Università della California, calcola che il trasporto di pochi centesimi alle banche - senza contare nemmeno le altre fasi della loro produzione - mette circa 1, 5 milioni di tonnellate di anidride carbonica (CO2) in l'atmosfera ogni anno.

4. Costano soldi del governo

I sostenitori di anti-penny amano sottolineare che i soldini ora costano più per produrre che in realtà valgono. Secondo il rapporto annuale 2014 della Zecca degli Stati Uniti, ora costa circa $ 0, 017 - o 1, 7 centesimi - per fare un centesimo. Ciò significa che ogni volta che la Zecca produce un centesimo e lo invia a una banca, in realtà sta perdendo soldi per l'affare. The Mint ha ricercato la possibilità di fare penny con materiali più economici, ma ha scoperto che non c'è modo di portare il costo della loro produzione al di sotto del loro valore nominale.

Certamente, spendere $ 0, 017 per fare una moneta che vale solo $ 0, 01 non è necessariamente una cattiva idea, perché le monete sono riutilizzabili. In teoria, un singolo centesimo potrebbe essere utilizzato per centinaia, migliaia o persino milioni di transazioni prima che cali dalla circolazione. Tuttavia, questo funziona solo se le monete effettivamente fanno circolare - e i penny, come notato sopra, spesso non lo fanno. Sono così difficili da usare che finiscono imbottiti in barattoli o abbandonati sui marciapiedi.

Di conseguenza, la Zecca deve continuare a fare più soldi in perdita. Nel 2014, la Zecca ha spedito più penny di quattrini, monete e monete insieme - oltre 7, 9 miliardi di monete. Ciò comporta una perdita di oltre $ 55 milioni solo per quell'anno.

Un problema con questo argomento, secondo i sostenitori del penny, è che se non ci fossero centesimi, la Zecca dovrebbe produrre più nichelini. Anche i nickel costano più del loro valore nominale - circa $ 0, 081 ciascuno - quindi la Zecca perde ancora più denaro per ogni nichel che produce rispetto a ogni centesimo.

Molti attivisti anti-penny pensano che la soluzione ideale a questo problema sia eliminare anche il nichel, rendendo la monetina la moneta più piccola in circolazione. Le dimes costano solo $ 0.039 per fare, quindi la menta potrebbe produrne di più senza perdere denaro. Aaron nota nel suo editoriale Brookings Institution che eliminando sia i penny che i nickel completerebbe tutte le transazioni in contanti fino a $ 0, 10, rendendo "matematica più facile" e "meno roba in tasca".

Motivi per mantenere il penny

Alcuni degli argomenti per mantenere il denaro sono quelli pratici. Per esempio, i sostenitori del penny sostengono che l'eliminazione della moneta potrebbe danneggiare l'economia o ostacolare le organizzazioni di beneficenza nei loro sforzi di raccolta di fondi. Tuttavia, altri argomenti sono sentimentali, che hanno a che fare con il modo in cui le persone si sentono riguardo alla moneta - e questi argomenti, perché non sono basati sulla logica, sono molto più difficili da contrastare.

1. Mantengono i prezzi bassi

I sostenitori di Penny sottolineano che se i penny vengono eliminati, tutte le transazioni in contanti dovranno essere arrotondate al nickel più vicino. Secondo Americans for Common Cents, questo porterà a una "tassa di arrotondamento", poiché i negozi manipolano i loro prezzi per garantire che le transazioni vengano sempre arrotondate per eccesso anziché per difetto. I consumatori che utilizzano il credito non ne risentirebbero, poiché le loro transazioni potrebbero comunque essere contate fino al centesimo. Tuttavia, gli americani a basso reddito - che, come dimostra lo studio della Federal Reserve Bank, sono più propensi di altri a pagare i propri acquisti con denaro contante - sarebbero particolarmente duri.

Il gruppo pro-penny sostiene la sua affermazione indicando uno studio del 1990 dall'economista Raymond Lombra, che testimoniò dinanzi al comitato bancario del Senato che la sua "attenta analisi statistica" dei prezzi mostrava che arrotondare le vendite di cassa al nickel più vicino sarebbe costato i consumatori più di $ 600.000 all'anno. Lombra ha anche sostenuto che questo piccolo cambiamento nei prezzi potrebbe innescare un aumento dell'indice dei prezzi al consumo (IPC) e, di conseguenza, in tutti i pagamenti governativi legati al CPI, come la sicurezza sociale.

Tuttavia, uno studio più recente dell'economista Robert Whaples, pubblicato dall'Est Economic Journal nel 2007, contraddice le scoperte di Lombra. A differenza di Lombra, che ha semplicemente guardato i prezzi di un minimarket e ha ipotizzato che ogni consumatore avrebbe acquistato tre articoli in una sola visita, Whaples ha analizzato i dati effettivi da oltre 200.000 transazioni di convenience store in sette stati. Ha concluso che una volta che le tasse e le tasse sono state prese in considerazione, i consumatori sarebbero effettivamente usciti leggermente più avanti in media con i prezzi arrotondati al nichel. Tuttavia, sottolinea anche che anche se i prezzi aumentassero, la differenza sarebbe così piccola da non poter influenzare l'IPC, e quindi non potrebbe innescare un'inflazione diffusa.

Un altro elemento di prova contro le affermazioni di Lombra viene dal Canada, che ha smesso di coniare il suo penny nel 2013. I prezzi ora sono arrotondati per eccesso o in difetto ai più vicini $ 0, 05 per le transazioni in contanti, mentre i pagamenti effettuati con assegni di credito, debito o vecchio stile sono ancora stabilì al centesimo. Dal momento del passaggio all'euro, secondo Trading Economics, il tasso di inflazione in Canada ha oscillato leggermente su e giù ma è rimasto ben al di sotto della media storica del 3, 2%. In Canada, l'eliminazione del centesimo non ha portato ad un aumento generalizzato dei prezzi.

2. Le organizzazioni di beneficenza si affidano a loro

I gruppi pro-penny sostengono che anche se i penny sembrano inutili, in realtà ammontano ogni anno a centinaia di milioni di dollari in donazioni di beneficenza. Associazioni benefiche come la Leucemia e la Lymphoma Society, l'Esercito della Salvezza e Ronald McDonald House raccolgono fondi attraverso "spiccioli", incoraggiando le persone a donare i loro penny indesiderati per cause importanti. Il fatto stesso che i penny abbiano un valore così scarso li rende utili in beneficenza, perché le persone sono felici di darli via.

Gli avversari di Penny sottolineano diversi problemi con questo argomento. Prima di tutto, se la Zecca degli Stati Uniti smette di produrre penny, non perderà semplicemente il loro valore durante la notte. Invece, le monete saranno gradualmente ritirate dalla circolazione. Tuttavia, i negozi non saranno più tenuti ad accettare i penny - quindi i consumatori avranno ancora più incentivi a donare le monete in beneficenza, dal momento che non saranno in grado di usarli da nessun'altra parte.

In secondo luogo, una volta che i penny abbandonano la circolazione, il nichel diventerà la moneta di minor valore che ingombra le tasche delle persone. Quindi, al posto dei penny drive, le associazioni di beneficenza potrebbero iniziare a tenere dischi di nichel, mettere fuori bottiglie o desiderare fontane per raccogliere le nuove monete "inutili". E poiché ogni nichel vale cinque volte più di un centesimo, le associazioni di beneficenza raccoglieranno cinque volte più soldi con ogni moneta di riserva gettata nel barattolo. I cittadini che ritirano la Penny degli Stati Uniti sottolineano che nei paesi che hanno ritirato le loro monete da un centesimo, le associazioni di beneficenza non hanno segnalato un significativo calo delle donazioni - sebbene il gruppo non fornisca alcuna fonte per sostenere questa richiesta.

Infine, le unità a piccolo cambiamento non sono un modo molto redditizio per le organizzazioni caritatevoli di raccogliere fondi. Ci vuole un sacco di tempo per i volontari per raccogliere, pulire, ordinare e contare tutte quelle monete, e più penny ci sono nel mix, minore è il valore che l'ente di beneficenza riceve per ogni moneta che gestisce. E poiché diventa sempre più facile per le associazioni di beneficenza accettare le donazioni elettronicamente, le monete possono giocare un ruolo sempre minore nella raccolta di fondi.

3. Onorano Lincoln

Alcuni sostenitori del centesimo sottolineano che è l'unica moneta con l'immagine di Abraham Lincoln, probabilmente il presidente più venerato della nostra nazione. Eliminare il centesimo, sostengono, sarebbe irrispettoso per la sua memoria.

Gli attivisti anti-penny si fanno beffe di questo argomento, sottolineando che Lincoln rimarrebbe ancora sulla banconota da $ 5, che è in realtà utile per i consumatori. Le banconote, secondo la Federal Reserve, costano solo $ 0, 11 per stampare, molto meno del loro valore nominale di $ 5, rendendole un modo molto più economico per onorare Lincoln di un centesimo che costa $ 0, 017 alla zecca.

4. Gli americani piacciono

Nonostante tutti gli argomenti per ritirare il centesimo, a partire dal 2014, la maggioranza degli americani è favorevole a mantenerla. Un sondaggio YouGov del gennaio 2014 mostra che il 51% degli americani preferisce mantenere il denaro, mentre solo il 34% pensa che dovremmo eliminarlo. Un sondaggio del 2014 condotto da Americans for Common Cents ha trovato numeri ancora più forti a favore dei penny, dicendo che il 68% degli adulti vuole che il penny rimanga in circolazione - sebbene il fatto che il sondaggio sia stato condotto da un gruppo pro-penny suggerisce che le domande potrebbero essere un po 'prevenuto verso il lato pro-penny.

Ciò che è meno chiaro è il motivo per cui gli americani sono così impegnati in una moneta con così poco valore monetario. Americans for Common Cents sostiene che il sostegno per il penny salta quando le persone sono "istruite sui problemi intorno al penny, come ad esempio l'arrotondamento al registratore di cassa". Tuttavia, dato che lo studio di Whaples dimostra che l'arrotondamento dei prezzi non è un problema, è difficile vedi perché sapere di più su questo "problema" renderebbe le persone più fortemente pro-penny. È possibile che "educando" il pubblico, questo gruppo significhi veramente informare le persone solo della propria parte della questione, non presentando entrambe le parti e lasciando che le persone traggano le proprie conclusioni.

Il presidente Obama, nella sua chat di YouTube del 2014, ha suggerito che gli americani sono "attaccati emotivamente" al centesimo perché riporta felici ricordi d'infanzia di risparmiare denaro nei salvadanai e vederli alla fine trasformarsi in dollari. Questo è l'argomento meno sostanziale a favore del mantenimento del penny, e tuttavia, ironia della sorte, è probabilmente il più efficace. Fintanto che la maggior parte degli americani rimane attaccata al centesimo - se le loro ragioni sono logiche o meno - è improbabile che un progetto di legge per eliminarlo possa mai arrivare al Congresso.

Parola finale

È possibile che ciò che accade al centesimo potrebbe finire a dipendere non dalla legge, ma dalle decisioni prese dalle imprese. Se più aziende seguono l'esempio di Chipotle e iniziano a arrotondare le bollette, i loro clienti si troveranno con meno soldi in tasca. Dato che sia i negozi che gli individui smettono di tenere in mano i penny, le banche non avranno bisogno di rifornirne altrettanti - e alla fine, questa riduzione della domanda si tradurrà in un minor numero di soldini coniati ogni anno.

Cosa ne pensi? Il penny dovrebbe rimanere legale, o dovrebbe essere rottamato?


Come migliorare il sistema fiscale federale statunitense per garantire l'equità

Come migliorare il sistema fiscale federale statunitense per garantire l'equità

"Congresso, Congresso! Non mi tassare, tassare quell'uomo dietro l'albero ". Questa canzoncina degli anni '30 riflette i sentimenti della maggior parte degli americani oggi, mentre il Congresso cerca ancora una volta di semplificare e riformare il Codice Fiscale Federale di 74.608 pagine e le tasse federali

(Soldi e affari)

Come diventare un agente di cambio autorizzato - Sfide di carriera e premi

Come diventare un agente di cambio autorizzato - Sfide di carriera e premi

Dal momento in cui i commercianti si radunarono sotto un albero di tronchi a Wall Street fino agli anni '70, gli agenti di cambio erano noti soprattutto come venditori che si arricchirono raccomandando azioni e obbligazioni a ricchi speculatori. E mentre molti broker lo fanno ancora oggi, il ruolo degli agenti di cambio si è evoluto e si è notevolmente ampliato negli ultimi decenni.

(Soldi e affari)