it.lutums.net / Cos'è Bitcoin: storia, come funziona, pro e contro

Cos'è Bitcoin: storia, come funziona, pro e contro


Il bitcoin è una valuta virtuale, o criptovaluta, controllata da una rete decentralizzata di utenti e non direttamente soggetta ai capricci delle autorità bancarie centrali o dei governi nazionali. Anche se oggi esistono centinaia di criptovalute in uso attivo, il bitcoin è di gran lunga il più popolare e ampiamente utilizzato - la criptovaluta più vicina alle valute tradizionali coniate dallo stato.

Come le valute tradizionali, come il dollaro statunitense, il Bitcoin ha un valore in rapporto ad altre valute e beni fisici. Intere unità Bitcoin possono essere suddivise in decimali che rappresentano unità di valore più piccole. Attualmente, la più piccola unità Bitcoin è il satoshi, o 0, 00000001 Bitcoin. Il satoshi non può essere suddiviso in unità più piccole. Tuttavia, il codice sorgente di Bitcoin è strutturato in modo da consentire future suddivisioni oltre questo livello, qualora il valore della valuta fosse apprezzato fino al punto che è ritenuto necessario.

Bitcoin è la criptovaluta più versatile in circolazione. Può essere utilizzato per acquistare beni da un roster di commercianti in continua crescita (incluse società riconoscibili come Expedia e Overstock.com) che accettano pagamenti con Bitcoin. Può essere scambiato con altri utenti privati ​​come corrispettivo per servizi prestati o per saldare debiti in sospeso. Può essere scambiato per altre valute, sia tradizionali che virtuali, su scambi elettronici che funzionano in modo simile agli scambi forex. E, sfortunatamente, può essere usato per facilitare attività illecite, come l'acquisto di droghe illegali sui mercati del dark web come la famigerata (e ora chiusa) via della seta.

Nonostante tutte le sue promesse, Bitcoin rimane una valuta di nicchia soggetta a fluttuazioni di valore selvagge. Nonostante le dichiarazioni selvagge dei sostenitori dell'hardcore, non è certamente un investimento legittimo o un veicolo commerciale, come nel caso delle monete nazionali stabili, come il dollaro USA e lo yen giapponese.

Come funziona Bitcoin

Bitcoin è una criptovaluta, il che significa che è supportato da un codice sorgente che utilizza algoritmi estremamente complessi per impedire la duplicazione non autorizzata o la creazione di unità Bitcoin. I principi di base del codice, noti come crittografia, si basano su principi avanzati di ingegneria matematica e informatica. È praticamente impossibile rompere il codice sorgente di Bitcoin e manipolare l'offerta della valuta.

Sebbene sia stato preceduto da altre valute virtuali, Bitcoin è noto come la prima criptovaluta moderna. Questo perché Bitcoin è il primo a fondere alcune caratteristiche chiave condivise dalla maggior parte delle criptovalute create successivamente.

Anonimato dell'utente

Intensive protezioni della privacy sono cotti nel codice sorgente di Bitcoin. Il sistema è progettato per registrare pubblicamente transazioni Bitcoin e altri dati rilevanti senza rivelare l'identità degli individui o dei gruppi coinvolti. Invece, gli utenti Bitcoin sono identificati da chiavi pubbliche, o codici numerici che li identificano con altri utenti, e talvolta maniglie o nomi utente pseudonimi.

Ulteriori protezioni consentono agli utenti di nascondere ulteriormente la fonte e il flusso di Bitcoin. Ad esempio, programmi speciali per computer disponibili per tutti gli utenti di Bitcoin, chiamati servizi di mixaggio, scambiano privatamente un'unità Bitcoin specifica per un'altra unità Bitcoin di valore identico, e quindi oscurano la fonte delle posizioni del proprietario.

Scambi Bitcoin

Gli scambi di Bitcoin consentono agli utenti di scambiare unità Bitcoin per valute legali, come il dollaro USA e l'euro, a tassi di cambio variabili. Molti scambi di Bitcoin scambiano anche unità Bitcoin per altre criptovalute, comprese alternative meno popolari che non possono essere scambiate direttamente per valute legali. La maggior parte degli scambi di Bitcoin registra un taglio, in genere inferiore all'1%, del valore di ciascuna transazione.

Gli scambi di Bitcoin assicurano che il mercato dei Bitcoin rimanga liquido, stabilendo il loro valore rispetto alle valute tradizionali e consentendo ai detentori di trarre profitto dalla speculazione sulle fluttuazioni di quel valore. Detto questo, gli utenti di Bitcoin devono capire che il valore di Bitcoin è soggetto a oscillazioni selvagge - le mosse settimanali del 50% in entrambe le direzioni si sono verificate prima. Tali oscillazioni sono inaudite tra le valute legali fiat.

Block Chain

La catena di blocchi di Bitcoin è vitale per la sua funzione. La block chain è un libro mastro pubblico e distribuito di tutte le precedenti transazioni Bitcoin, che sono memorizzate in gruppi noti come blocchi. Ogni nodo della rete software di Bitcoin - i server farm e terminali, gestiti da individui o gruppi noti come minatori, i cui sforzi per produrre nuove unità Bitcoin determinano la registrazione e l'autenticazione delle transazioni Bitcoin e la creazione periodica di nuovi blocchi - contiene un identico registrazione della catena di blocchi di Bitcoin.

Poiché le nuove transazioni Bitcoin si verificano costantemente, la catena di blocchi Bitcoin, sebbene finita, cresce nel tempo. Finché i minatori continuano il loro lavoro e registrano le transazioni recenti, la catena di blocchi Bitcoin sarà sempre un work in progress. In altre parole, non esiste una lunghezza predeterminata in cui la catena di blocchi smetterà di crescere.

In media, i minatori creano una nuova catena di blocchi, che include tutte le transazioni precedenti e un nuovo blocco di transazioni, ogni 10 minuti. Ogni due settimane, il codice sorgente di Bitcoin è progettato per adattarsi alla quantità di potenza di mining dedicata alla creazione di nuove catene di blocchi, preservando l'intervallo di creazione medio di 10 minuti. Se il potere minerario è aumentato durante le ultime due settimane, le nuove catene di blocchi diventano più difficili da creare durante le successive due settimane. Se il potere di estrazione diminuisce, le nuove catene diventano più facili da creare. Per la maggior parte della storia di Bitcoin, la tendenza è stata verso una maggiore potenza mineraria.

La block chain di Bitcoin è l'unico arbitro della proprietà dei Bitcoin. Nessun record completo esiste altrove. La catena di blocco funge anche da sistema di elaborazione dei pagamenti, come Visa o PayPal, con i minatori che funzionano come dipendenti del sistema.

Una transazione Bitcoin non si è verificata tecnicamente fino a quando non viene aggiunta alla catena di blocchi, a quel punto diventa irreversibile, diversamente dai tradizionali processori di pagamento, Bitcoin non dispone di alcun servizio standardizzato per chargeback o rimborsi. Durante la finestra tra la transazione stessa e il momento in cui viene aggiunta alla catena di blocco, le unità Bitcoin rilevanti sono essenzialmente detenute in deposito a garanzia - non possono essere utilizzate da entrambe le parti nella transazione. Ciò impedisce transazioni duplicate, note come doppia spesa, e protegge l'integrità del sistema.

Chiavi private

Ogni utente Bitcoin ha almeno una chiave privata (in pratica, una password), che è un numero intero compreso tra 1 e 78 cifre di lunghezza. I singoli utenti possono avere più handle anonimi, ognuno con la propria chiave privata. Le chiavi private confermano l'identità dei loro proprietari e consentono loro di spendere o ricevere Bitcoin. Senza di essi, gli utenti non possono completare le transazioni, ovvero non possono accedere alle loro proprietà finché non recuperano la chiave corrispondente. Quando una chiave viene persa per sempre, le posizioni corrispondenti si spostano in una sorta di limbo permanente e non possono essere recuperate.

Gli utenti creano manualmente le proprie chiavi private o usano un generatore di numeri casuali per fare lo stesso. Le chiavi possono essere archiviate online (su cloud storage privato o su centralini pubblici Bitcoin), su supporti di archiviazione fisici (ad esempio, pen drive) o su carta e inserite solo online durante le transazioni.

Dal momento che le chiavi private danno essenzialmente valore alle partecipazioni in Bitcoin, gli esperti di sicurezza sconsigliano la memorizzazione di chiavi private in posizioni online facilmente accessibili o la conservazione di una sola copia della chiave privata. Gli utenti esperti archiviano copie identiche su stampe cartacee e supporti fisici non connessi a Internet.

Portafogli

Le unità Bitcoin effettive sono memorizzate in "portafogli": posizioni di archiviazione cloud sicure con informazioni speciali che confermano i loro proprietari (utenti Bitcoin) come custodi delle unità Bitcoin contenute all'interno. Sebbene i wallet teoricamente proteggano contro il furto di unità Bitcoin che non sono attualmente in uso, sono vulnerabili all'hacking - in particolare i wallet pubblici utilizzati dagli scambi Bitcoin, dai marketplace online e dai siti specializzati che esistono unicamente per archiviare i portafogli Bitcoin noti come "wallet" Servizi."

Il più grande e famigerato hacking di Bitcoin ha riguardato i portafogli detenuti dal Monte. Gox, uno scambio di Bitcoin giapponese che si spegne dopo che gli hacker hanno rubato centinaia di milioni di dollari in Bitcoin (in valutazioni contemporanee) dai suoi server presumibilmente sicuri. Gli hacker spesso prendono di mira i portafogli pubblici che memorizzano le chiavi private degli utenti, consentendo loro di spendere il Bitcoin rubato. Ars Technica ha un bel riepilogo di hack bitcoin grandi e piccoli, attuali fino alla fine del 2017.

Come le chiavi, le copie dei portafogli possono essere archiviate sul cloud, su un disco rigido interno o su un dispositivo di archiviazione esterno. A differenza delle chiavi, non possono essere memorizzate su carta. Come con le chiavi, è vivamente consigliato che gli utenti abbiano almeno un backup del portafoglio. Il backup di un portafoglio non duplica le unità di Bitcoin memorizzate, solo il loro record di proprietà e la cronologia delle transazioni.

minatori

I minatori svolgono un ruolo fondamentale nell'ecosistema Bitcoin. Come custodi della catena di blocco, mantengono l'intera comunità Bitcoin onesta e indirettamente supportano il valore della valuta.

I minatori sono individui o organizzazioni cooperative con accesso a computer potenti, spesso archiviati in "fattorie" remote, di proprietà privata. Eseguono compiti matematici incredibilmente complessi nel tentativo di coniare nuovi Bitcoin, che poi conservano o scambiano con valuta fiat.

In modo elegante, il codice sorgente di Bitcoin sfrutta questa potenza di calcolo per raccogliere, registrare e organizzare transazioni precedentemente non verificate, aggiungendo un nuovo blocco alla catena di blocchi ogni 10 minuti circa. Questo lavoro verifica anche l'accuratezza e la completezza di tutti i blocchi precedentemente esistenti, evitando la doppia spesa e assicurando che il sistema Bitcoin rimanga accurato e completo.

Ogni volta che viene creata una nuova catena di blocchi, viene coniato un numero predeterminato di Bitcoin freschi. I minatori sono "premiati" da questi Bitcoin per il loro impegno e spesso ricevono anche commissioni di transazione pagate dagli acquirenti. I venditori hanno un incentivo ad addebitare commissioni di transazione, che di solito ammontano a meno dell'1% dell'importo della transazione, poiché ai minatori è consentito dare la priorità alla registrazione delle transazioni a pagamento, indipendentemente dall'ordine di transazione. In altre parole, i venditori che fanno pagare le commissioni di transazione di solito vengono pagati più velocemente. Non sorprende che le spese per le transazioni in Bitcoin siano abbastanza comuni.

Lo sapevate che : mentre il Bitcoin diventa più prezioso (anche se in mezzo alla volatilità del mercato) e più comunemente accettato, lo stesso vale per l'attività di estrazione di Bitcoin. Ma ha un costo notevole: il consumo di grandi quantità di elettricità, spesso alimentato da fonti non rinnovabili. Secondo il Bitcoin Energy Consumption Index, il mining di Bitcoin ha consumato circa 51 trilioni di terawatt di elettricità all'anno a partire da febbraio 2018. Tale cifra è aumentata costantemente e inesorabilmente nel tempo, indipendentemente dai movimenti di mercato quotidiani, spingendo i policymaker ad avvicinarsi guarda l'impronta di carbonio di Bitcoin.

Fornitura finita

Il codice sorgente di Bitcoin pone un limite rigoroso al numero di unità Bitcoin che possono esistere: 21 milioni. Ciò si ottiene rallentando, nel tempo, il ritmo con cui la creazione di nuove copie a catena di blocchi produce nuovi Bitcoin. Ogni quattro anni circa, questo tasso si dimezza. L'ultimo Bitcoin è proiettato a spuntare intorno al 2140 - cioè, se la valuta esiste ancora e le persone si preoccupano ancora abbastanza di estrarla. Successivamente, l'unico compenso dei minatori saranno le spese di transazione del Bitcoin.

Questa scarsità forzata è un punto chiave di distinzione tra Bitcoin e monete tradizionali fiat, che le banche centrali producono per decreto e la cui offerta è teoricamente illimitata. A questo proposito, Bitcoin ha più in comune con l'oro rispetto al dollaro USA.

Problemi di sicurezza e rischio di furto

Nel loro insieme, i rischi per la sicurezza legati a Bitcoin rappresentano l'unico grande svantaggio della moneta e sono degni di considerazione speciale per chiunque intenda convertire dollari statunitensi in Bitcoin.

Il fatto che le unità Bitcoin siano praticamente impossibili da duplicare non significa che gli utenti di Bitcoin siano immuni da furti o frodi. Il sistema Bitcoin presenta alcune imperfezioni e punti deboli che possono essere sfruttati da sofisticati hacker che cercano di rubare Bitcoin per il proprio uso. Il monte L'incidente di Gox, così come una serie di incidenti minori, meno pubblicizzati, sottolineano che gli scambi di Bitcoin sono particolarmente vulnerabili ai furti da parte degli hacker.

Due dei punti di forza percepiti da Bitcoin - la sua indipendenza politica e le sue forti protezioni sull'anonimato - lo rendono effettivamente più attraente per ladri e truffatori.

In molte giurisdizioni, Bitcoin occupa un'area legale grigia, il che significa che le autorità locali preposte all'applicazione della legge considerano la prevenzione dei furti una priorità relativamente bassa. Inoltre, è spesso difficile per le autorità perseguire i responsabili di attacchi di Bitcoin, molti dei quali hanno origine in nazioni politicamente instabili o ostili e colpiscono una popolazione globale di possessori di Bitcoin.

Chi usa Bitcoin per scopi illeciti deve affrontare rischi aggiuntivi. Mercati del web oscuri: online, mercati neri internazionali i cui utenti comprano e vendono sostanze illecite, beni rubati e servizi proibiti - sono frequenti obiettivi di rapina. Gli utenti di Bitcoin che partecipano al dark web probabilmente stanno già infrangendo la legge, e quindi hanno un ricorso limitato in caso di furto o furto. Dopotutto, non possono contattare le autorità locali e affermare che i fondi ricevuti per la vendita di droghe illegali sono stati rubati.

Modalità comuni di Bitcoin Theft

Di solito ci vuole più abilità tecnica per rubare Bitcoin che denaro fisico. La maggior parte degli attacchi di Bitcoin coinvolge sofisticati attacchi di hacker da parte di outsider altamente qualificati o impiegati di scambio illeciti.

Le modalità comuni di furto di Bitcoin includono quanto segue:

  • Rubare chiavi private . Le chiavi private archiviate in archivi digitali accessibili al pubblico, come le piattaforme Bitcoin o le unità di archiviazione cloud personali, sono vulnerabili ai furti da hacking. I ladri utilizzano queste chiavi private per accedere e trasferire i corrispondenti averi di Bitcoin, sollevando i legittimi proprietari dei loro fondi.
  • Sfruttare vulnerabilità del portafoglio . Alcuni portafogli Bitcoin hanno difetti di sicurezza che li rendono vulnerabili agli attacchi. Per comodità, alcuni fornitori di servizi memorizzano le chiavi private negli stessi portafogli virtuali dei fondi Bitcoin, consentendo agli hacker di rubare i fondi e le chiavi in ​​un colpo solo.
  • Gestire scambi fraudolenti e fondi di investimento . Alcune aziende apparentemente legittime che trattano in Bitcoin sono in realtà fronti per crimini finanziari. Ad esempio, un boutique "Bitcoin investment fund" chiamato Bitcoin Savings & Trust si è fatto un nome nei primi anni del 2010 fornendo rendimenti eccezionali ai primi investitori. Tuttavia, Bitcoin Savings & Trust era in realtà uno schema Ponzi run-of-the-mill. Quando è andato male, ha spazzato via circa $ 4, 5 milioni (ai tassi di cambio attuali) in valore per gli investitori.
  • Attaccare direttamente gli scambi legittimi . Dal momento che attraggono migliaia di utenti e accumulano milioni di dollari in Bitcoin, gli scambi sono obiettivi allettanti. Bitcoin può essere rubato dai propri portafogli Bitcoin di Exchange (che usano per memorizzare le unità Bitcoin prese come commissioni di cambio), dai portafogli degli utenti (dato che molti utenti memorizzano i saldi Bitcoin con scambi per convenienza, simili al saldo di cassa di un conto di intermediazione), o durante gli scambi e le transazioni stesse.
  • Attaccare i mercati del Dark Web . Le vulnerabilità dei mercati del dark web sono simili a quelle degli scambi di Bitcoin. Un altro enorme colpo di Bitcoin, non altrettanto pubblicizzato come il Monte. Gox hack, ha colpito un mercato del web oscuro chiamato Sheep Marketplace. Le perdite si sono avvicinate a $ 100 milioni ai tassi di cambio correnti.

Strategie per ridurre i rischi per la sicurezza

L'industria della sicurezza informatica è bloccata da una costante corsa agli armamenti con hacker e altri cyber-criminali, la cui complessità e portata operativa aumentano di settimana in settimana. In questo ambiente, non esiste una garanzia di sicurezza completa, soprattutto quando si tratta di denaro.

Tuttavia, gli utenti prudenti di Bitcoin utilizzano queste strategie di buon senso per ridurre la loro esposizione a furti e violazioni di sicurezza generali:

  • Proteggere le chiavi private . Gli utenti esperti di Bitcoin memorizzano le copie delle proprie chiavi private offline, sia in supporti di archiviazione fisici o anche su stampe cartacee, piuttosto che in luoghi online che possono essere facilmente accessibili dagli hacker. Dato che devi fornire la tua chiave privata durante una transazione Bitcoin, la memorizzazione della chiave offline non è completamente infallibile, ma è preferibile lasciarla in una posizione online statica per tutto il tempo.
  • Utilizzo di portafogli Bitcoin altamente sicuri . Anche se non sei un programmatore di computer avanzato in grado di valutare direttamente il codice di portafoglio o i protocolli di sicurezza tecnica, fai del tuo meglio per ricercare il track record di un particolare servizio di portafoglio. Parla con gli utenti attuali o leggi le recensioni online, se possibile. Pensaci due volte prima di utilizzare servizi che sono stati violati in passato e che devono ancora dichiarare pubblicamente di aver apportato miglioramenti alla sicurezza.
  • Ricerca di scambi di Bitcoin e altri servizi . Per evitare di essere coinvolti in uno schema Ponzi o semplicemente essere derubati da uno scambio Bitcoin apparentemente legittimo, fai la tua dovuta diligenza prima di trasferire o conservare unità Bitcoin con una nuova piattaforma. Tratta tutte le promesse che sembrano troppo belle per essere vere (come i ritorni rapidi o fuori misura sui tuoi fondi) come bandiere rosse - ed evita di lavorare con le piattaforme che le fanno.
  • Evitare la rete oscura . Come i mercati neri del mondo reale, la rete oscura è un luogo sgradevole ea volte pericoloso. Evitare i mercati come l'ormai defunta Silk Road e i suoi successori è un modo semplice per evitare l'inutile esposizione ai rischi per la sicurezza. Inoltre, evita di utilizzare Bitcoin per attività di "mercato grigio" che, sebbene sia legale nella tua giurisdizione, potrebbero essere illegali o disapprovate in altri, come le scommesse sportive. Potrebbe essere impossibile recuperare i fondi dopo una rapina che si rivolge a una piattaforma di mercato grigia che funziona illegalmente, anche se non sei perseguibile penalmente.

Origini e storia del Bitcoin

Le origini di Bitcoin risalgono ai primi anni '80, quando furono sviluppati gli algoritmi che supportano la criptovaluta moderna. Il suo predecessore più vicino era Bit Gold, un proto-criptovaluta sviluppato alla fine degli anni '90 da Nick Szabo. Anche se Bit Gold non ha mai ottenuto una trazione diffusa, ha condiviso molte caratteristiche in comune con Bitcoin, incluse protezioni di ferro blindato contro la duplicazione, la catena di blocchi come registro ultimo delle transazioni, chiavi pubbliche che identificano i singoli utenti e scarsità integrata.

Nota che Bit Gold non deve essere confuso con BitGold, una società canadese esistente che "aiuta le persone ad acquisire, archiviare e spendere in modo sicuro l'oro con una semplicità senza precedenti."

La nascita e lo sviluppo precoce di Bitcoin

Il primo disco pubblico di Bitcoin risale all'ottobre 2008, quando una persona o organizzazione pseudonusa nota come Satoshi Nakamoto pubblicò un white paper con le linee tecniche per una nuova criptovaluta decentralizzata. L'identità di Nakamoto rimane sconosciuta, anche se la speculazione si concentra su una manciata di individui con sede negli Stati Uniti (o vari gruppi di essi) che erano attivi nel movimento criptovaluta degli anni '90 e '000. Nakamoto ha rilasciato il codice open source di Bitcoin nel gennaio 2009, segnando l'inizio dell'estrazione e del commercio pubblici e ha cessato le comunicazioni pubbliche poco dopo.

Bitcoin è stato costruito sulle basi teoriche e tecniche di Bit Gold e b-money, un modello di criptovaluta contemporaneo mai sviluppato. Oltre ad essere la prima criptovaluta a ottenere una trazione estesa al di fuori del movimento ultra-libertario di clausura, la sua più grande pretesa di fama è la prima criptovaluta caratterizzata da un controllo totalmente decentrato - in altre parole, nessun utente è più influente di nessun altro.

Bitcoin ha sperimentato alcuni dolori in crescita nei suoi primi anni di vita. Nel 2010, un difetto di codifica ha portato alla creazione di un enorme numero di Bitcoin non minato, che ha temporaneamente infranto il valore della valuta. Una correzione successiva ha riparato la catena di blocchi e cancellato Bitcoin non autorizzato. Qualcosa di simile si è verificato nel 2013, sebbene gli effetti fossero meno drastici. Il codice open source di Bitcoin è stato modificato per rendere tali difetti sistemici meno probabili in futuro.

Accettazione come valuta principale

Per i primi tre anni della sua vita, Bitcoin è stato utilizzato principalmente come mezzo di scambio privato. Verso la fine del 2012, WordPress, una piattaforma di pubblicazione online, è diventata la prima grande azienda ad accettare pagamenti Bitcoin. Altri, tra cui OkCupid, Baidu, Expedia e Overstock.com, seguirono nel 2013 e 2014. In seguito Baidu smise di accettare Bitcoin sotto la pressione del governo cinese, che considerava il Bitcoin una minaccia alla propria valuta legale.

Nel 2013, il valore di mercato di Bitcoin ha superato per la prima volta $ 10 miliardi. Quell'anno, il primo "ATM" di distribuzione di bitcoin (più precisamente, una macchina automatica di cambio valuta) apparve a Vancouver, nella British Columbia, e il loro numero esplose negli anni successivi. Genesis, il principale produttore di ATM di Bitcoin, produce due tipi di macchine: un dispositivo unidirezionale che consente agli utenti di inserire carta moneta legale per la conversione in unità Bitcoin, che vengono poi depositate nei loro portafogli digitali; e un dispositivo bidirezionale che consente anche conversioni Bitcoin-fiat.

Il 2014 ha visto i primi grandi scandali legati al crimine di Bitcoin. A gennaio, il noto sostenitore del Bitcoin degli Stati Uniti, Charlie Shrem, è stato arrestato dopo che un'indagine di riciclaggio di denaro ha scoperto che aveva procurato illegalmente Bitcoin per l'uso nelle transazioni sul mercato nero. A febbraio, il monte Gox ha presentato istanza di fallimento dopo che la portata della sua violazione è diventata chiara. Nel 2015, Barclays è diventata la prima grande banca a elaborare le transazioni Bitcoin, sebbene il suo abbraccio fosse inizialmente limitato ai contributi di beneficenza.

Il "mainstreaming" di Bitcoin continuò fino al 2018. I commercianti di giorno, gli hedge fund e persino i gestori di denaro professionisti si ammassarono nello spazio, stimolando un'ondata di speculazioni. Il valore di Bitcoin è aumentato di dieci volte nel 2017, schizzando alle stelle da circa $ 1.000 all'inizio dell'anno a circa $ 10.000 al termine.

Vantaggi dell'utilizzo di Bitcoin

1. Maggiore liquidità rispetto ad altre criptovalute

Come la criptovaluta più popolare con un margine significativo, Bitcoin ha una liquidità molto maggiore rispetto ai suoi pari. Ciò consente agli utenti di conservare la maggior parte del suo valore intrinseco durante la conversione in valute legali, come il dollaro USA e l'euro. Al contrario, la maggior parte delle altre criptovalute non può essere scambiata direttamente per valute legali o perdere un valore sostanziale durante tali scambi.

A questo proposito, il Bitcoin è più simile alle valute legali rispetto alla maggior parte delle altre criptovalute - sebbene non sia ancora possibile acquistare e vendere Bitcoin praticamente in qualsiasi quantità, come nel caso del dollaro USA e di altre importanti valute mondiali.

2. Accettazione sempre più ampia come metodo di pagamento

Centinaia di commercianti accettano pagamenti Bitcoin. Grazie ai pesi massimi come Overstock.com che salta a bordo, è possibile acquistare praticamente qualsiasi oggetto fisico utilizzando unità Bitcoin. Se sei seriamente intenzionato a ridurre la tua esposizione a valute legali, la crescente accettazione di Bitcoin sarà probabilmente di grande aiuto.

3. Transazioni internazionali più facili delle normali valute

Le transazioni di bitcoin che attraversano i confini internazionali non sono diverse dalle transazioni Bitcoin che rimangono all'interno del paese. Non ci sono tasse sulle transazioni internazionali o burocrazia per navigare, come spesso accade con i pagamenti con carta di credito, prelievi di contanti ATM e trasferimenti di denaro internazionali. Le commissioni internazionali per carte di credito e bancomat possono arrivare fino al 3% del valore della transazione, e talvolta anche più in alto, mentre le commissioni per il trasferimento di denaro possono arrivare fino al 15%.

Mentre la maggior parte delle altre criptovalute mancano di burocrazia internazionale, le transazioni cross-border di Bitcoin sono più facili semplicemente perché Bitcoin è più popolare in tutto il mondo.

4. Commissioni di transazione generalmente più basse

Rispetto ad altri metodi di pagamento digitali, come carte di credito e PayPal, Bitcoin viene fornito con commissioni di transazione inferiori. Sebbene tali commissioni siano variabili, è raro che una transazione di Bitcoin costi più dell'1% del suo valore. Confrontali dal 2% al 3% per la maggior parte degli altri pagamenti digitali.

5. Anonimato e privacy relativi alle valute tradizionali

Tenendo dollari statunitensi o altre valute legali in un conto bancario online, o eseguendo transazioni online con carta di credito e PayPal, la tua privacy non viene tutelata più della consegna fisica di contante o di una carta di credito sul bancone del negozio. Anche se i tuoi account online sono probabilmente protetti da tutti gli attacchi di hacking più sofisticati, sono chiaramente associati a te: i commercianti privati ​​e le autorità pubbliche possono tenere traccia di come spendi e ricevi i tuoi fondi elettronici.

Al contrario, le protezioni per la privacy integrate di Bitcoin consentono agli utenti di separare completamente i loro account Bitcoin dai loro personaggi pubblici, se lo desiderano. Mentre è possibile monitorare i flussi di Bitcoin tra gli utenti, è molto difficile capire chi siano realmente quegli utenti.

6. Indipendenza dagli agenti politici e dai creatori

Poiché Bitcoin non è creato o controllato da alcuna entità statale, come una banca centrale, non è interessato all'influenza politica. Dal momento che esiste al di fuori di qualsiasi sistema politico, è anche molto più difficile per i governi congelare o sequestrare le unità Bitcoin, sia nel corso di legittime investigazioni criminali che come retribuzione per atti politici, come spesso accade negli stati repressivi come la Russia e la Cina.

A causa della sua natura completamente decentralizzata, della sua popolarità e della sua liquidità, Bitcoin è anche privo di riferimenti ai suoi creatori. Molte criptovalute meno popolari sono caratterizzate da partecipazioni concentrate: la maggior parte delle unità esistenti è detenuta in una manciata di account. Ciò consente ai creatori delle valute di manipolare l'offerta e, in una certa misura, il valore relativo ad altre criptovalute, influenzando negativamente gli altri detentori.

7. Scarsità integrata

La funzionalità di scarsità integrata di Bitcoin - solo 21 milioni esisteranno mai - probabilmente supporterà il suo valore a lungo termine rispetto alle valute tradizionali, così come le criptovalute non scarse (come Dogecoin, una popolare alternativa a Bitcoin). In un certo senso, la scarsità di Bitcoin impregna la valuta con un valore intrinseco - simile all'oro e ad altri metalli preziosi.

Le valute più tradizionali (fiat) controllate dai governi nazionali non sono scarse. Le banche centrali possono creare nuove unità di valuta a volontà, e spesso lo fanno - ad esempio, la Federal Reserve statunitense ha avviato un programma di allentamento quantitativo che ha creato migliaia di miliardi di dollari all'indomani della crisi finanziaria globale degli ultimi anni 2000. Sebbene gli effetti a lungo termine di tali politiche non siano chiari, rendono molti economisti a disagio.

Svantaggi dell'uso di Bitcoin

1. Esposizione a truffe e frodi specifiche di Bitcoin

Come criptovaluta più famosa al mondo, Bitcoin ha visto più della sua giusta parte di truffe, frodi e attacchi di media specifica. Si va dai piccoli schemi di Ponzi, come Bitcoin Savings & Trust, ai massicci attacchi di hacking, come le violazioni che hanno abbattuto Sheep Marketplace e Mt. Gox.

Altre criptovalute non hanno la massa critica di utenti necessaria a rendere tale illecito redditizio per i criminali, e tale attività è più probabile che venga perseguita dalle forze dell'ordine quando sono coinvolte valute tradizionali e piattaforme di pagamento.

2. L'attività del mercato nero può danneggiare la reputazione e l'utilità

Nonostante i procedimenti giudiziari ad alta visibilità dei criminali più eclatanti, il Bitcoin rimane attraente per i criminali e per i partecipanti al mercato grigio. Ovviamente, i mercati del dark web come Silk Road e Sheep espongono utenti di file e file a frodi e minacce di azioni penali.

Più inquietante, la ricerca di attività nefande da parte di utenti di Bitcoin apparentemente onesti - come Charlie Shrem - minaccia di corrodere la reputazione di Bitcoin. E non è chiaro che il sistema legale internazionale sia adeguatamente attrezzato per affrontare il problema. Se gli usi loschi di Bitcoin superano quelli legittimi nel tempo, e le autorità non possono efficacemente fermare gli imbrogli, l'intero sistema deve affrontare l'emarginazione.

3. Suscettibile alla volatilità del prezzo elevato

Sebbene Bitcoin sia la criptovaluta più liquida e facilmente scambiabile, rimane suscettibile a oscillazioni di prezzo selvagge per brevi periodi di tempo. Sulla scia del Monte. Crollo di Gox, il valore di Bitcoin è sceso di oltre il 50%. Dopo l'annuncio dell'FBI che avrebbe trattato Bitcoin e altre valute virtuali come "servizi finanziari legittimi", il valore di Bitcoin è aumentato di un importo simile. Verso la fine del 2017, il valore di Bitcoin è raddoppiato più volte, solo per dimezzare nelle prime settimane del 2018 - spazzando miliardi di dollari nel valore di mercato quasi da un giorno all'altro.

Mentre la volatilità di Bitcoin offre talvolta vantaggi a breve termine per i commercianti speculativi, rende la valuta inadatta agli investitori più conservatori con orizzonti temporali più lunghi. E poiché il potere d'acquisto di Bitcoin varia così ampiamente da una settimana all'altra, è difficile per i consumatori usarlo come mezzo legittimo di scambio.

4. Nessun rimborso o rimborso

Uno dei maggiori inconvenienti di Bitcoin è la mancanza di criteri standardizzati per chargeback o rimborsi, come hanno tutte le società di carte di credito e i tradizionali processori di pagamento online. Gli utenti colpiti da frodi di transazione, ad esempio acquistano beni che il venditore non consegna mai, non possono richiedere un rimborso tramite Bitcoin. In effetti, la struttura decentralizzata di Bitcoin rende impossibile per qualsiasi singola parte arbitrare le controversie tra gli utenti. Mentre i minatori si assumono la responsabilità di registrare le transazioni, non sono qualificati per valutare la loro legittimità.

Alcune nuove criptovalute, come Ripple, hanno rudimentale chargeback e funzioni di rimborso, ma questa funzionalità deve ancora essere incorporata in Bitcoin.

5. Potenziale da sostituire con criptovaluta superiore

Bitcoin ha generato una serie di criptovalute successive. Sebbene molti siano strutturalmente abbastanza simili ai Bitcoin, altri ne apportano notevoli miglioramenti.

Alcune nuove criptovalute rendono ancora più difficile tenere traccia dei flussi di denaro o identificare gli utenti. Altri usano sistemi "smart contract" che ritengono i fornitori di servizi responsabili delle loro promesse. Alcuni hanno anche scambi interni che consentono agli utenti di scambiare unità di criptovaluta direttamente per unità monetarie fiat, eliminando gli scambi di terzi e riducendo i rischi di frode associati.

Nel tempo, una o più di queste alternative potrebbero usurpare Bitcoin come criptovaluta dominante del mondo. Ciò potrebbe avere un impatto negativo sul valore di Bitcoin, lasciando gli utenti impegnati a lungo termine a tenere la borsa.

6. Ills ambientali di Bitcoin Mining

L'estrazione di bitcoin consuma enormi quantità di energia elettrica. Secondo Business Insider, alcune delle più grandi compagnie minerarie di Bitcoin hanno sede in Cina, dove la maggior parte del potere proviene da centrali a carbone sporco e lo smog orribile di routine rende anche insicure attività all'aperto a basso impatto per adulti sani.

A lungo termine, l'adozione diffusa di produzione di energia a emissioni ridotte o nulle ridurrà, si spera, a mitigare i mali ambientali dell'estrazione di Bitcoin. Nel frattempo, tuttavia, è una minaccia crescente per un pianeta già fragile.

Parola finale

L'elenco dei commercianti che accettano Bitcoin è in costante aumento. Ora puoi acquistare biglietti aerei (Expedia), mobili (Overstock.com) e servizi di web publishing (WordPress) con Bitcoin.

Tuttavia, prima di precipitarti e incassare i tuoi soldi per Bitcoin, ricorda che Bitcoin ha una lunga strada da percorrere prima che sia una valuta legittima alla pari con il dollaro, l'euro o la sterlina. E nonostante la seduttività della criptovaluta come mezzo di scambio, non vi è alcuna garanzia che Bitcoin - o qualsiasi altra moneta virtuale decentralizzata non controllata da una banca nazionale - sarà mai un'alternativa valida alle valute legali.

Alcuni esperti ritengono che, nei prossimi decenni, i governi nazionali rileggeranno le loro valute con mezzi di scambio approvati dallo stato che presentano alcune caratteristiche di criptovaluta, come la scarsità integrata e le protezioni contro la contraffazione virtualmente impenetrabili. Altri ritengono che la moneta legale e la criptovaluta continueranno ad esistere in parallelo, ma che le criptovalute non riusciranno ad espandersi oltre la nicchia attualmente occupata dall'oro e da altri metalli preziosi - quella di un investimento alternativo il cui scopo primario è quello di proteggersi dall'inflazione.

Per il momento, considera Bitcoin come qualsiasi risorsa speculativa: muovi con cautela, o per niente, e non investire mai denaro che non puoi permetterti di perdere.

Usi Bitcoin come valuta alternativa? Hai mai estratto Bitcoin?


Come risparmiare l'alimentazione di denaro tratta i tuoi animali domestici

Come risparmiare l'alimentazione di denaro tratta i tuoi animali domestici

Dare prelibatezze al tuo gatto o cane può diventare costoso perché non sono sempre economici da acquistare. Se non ti dispiace spendere un po 'di tempo e sforzi extra, potresti prendere in considerazione la possibilità di preparare il tuo cibo domestico fatto in casa come "dolcetti" ogni tanto per risparmiare denaro e ricompensare il tuo animale domestico. Q

(Soldi e affari)

Costi, pro e contro del percorso ad ostacoli Razze come Race Spartan e Tough Mudder

Costi, pro e contro del percorso ad ostacoli Razze come Race Spartan e Tough Mudder

Il Wall Street Journal sostiene che la corsa ad ostacoli (OCR) "potrebbe essere lo sport partecipativo in più rapida crescita nella storia americana". A partire dal 2008, lo sport era praticamente sconosciuto, costituito principalmente da piccole gare locali ed eventi, ma dal 2012 più di 2 milioni di partecipanti hanno inondato l'industria in piena espansione, con ben 4 milioni di persone che dovrebbero partecipare al 2014.C

(Soldi e affari)