it.lutums.net / Rendite e svalutazioni indicizzate all'azionario

Rendite e svalutazioni indicizzate all'azionario


Quando acquisti una nuova casa, hai due opzioni di base per un prestito: un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile. Ma cosa accadrebbe se ci fosse una terza opzione che non fosse altrettanto rischiosa di un tasso regolabile, ma che potesse comunque battere i tassi di interesse di un fisso?

Le turbolenze nei mercati negli ultimi anni hanno lasciato molti investitori in rendite di fronte a un dilemma simile: o accontentarsi dei tassi relativamente bassi offerti dai contratti fissi, oppure sopportare la volatilità del debito e dei mercati azionari in una rendita variabile.

Tuttavia, a differenza del mondo dei mutui, una terza alternativa ora esiste nel mondo delle rendite. Sono state create rendite indicizzate all'equity per fornire un mezzo felice tra i tassi di ho-hum dei prodotti fissi e l'incertezza dei rendimenti dei contratti variabili.

Diamo prima un'occhiata alle proprietà di base delle annualità indicizzate e quindi a chi potrebbe trarne il massimo beneficio.

Rendite indicizzate all'equità: le basi

Una rendita azionaria indicizzata è un tipo speciale di rendita fissa, distinta abbastanza da accordare la propria categoria. Una rendita indicizzata fornisce un'esposizione a uno degli indici azionari, come l'S & P 500, garantendo al tempo stesso il rendimento dell'investimento principale. Ti offrono l'opportunità di catturare una parte della crescita del mercato azionario mantenendo un piede sulla terraferma. Questi veicoli possono effettivamente fornire tassi di rendimento superiori e consentono comunque agli investitori conservatori di dormire tranquilli di notte.

I contratti di rendita indicizzati in base azionaria funzionano in modo molto simile alle loro controparti fisse sotto molti aspetti. Hanno fissato scadenze che vanno da uno a dieci o quindici anni, un programma di addebito per la resa in calo e una crescita posticipata. Offrono anche le stesse esenzioni da parte di successioni e creditori.

Ma a differenza delle annualità fisse regolari, la maggior parte dei contratti con indici azionari non paga un tasso d'interesse fisso. Invece, riceverai una parte di qualsiasi crescita registrata dall'indice azionario di riferimento su cui si basa il contratto. La percentuale di partecipazione varia in genere da 60 a 90%, a seconda dei vari fattori. Ad esempio, se acquisti un contratto S & P 500 e questo indice sale del 20% nel termine di sette anni del contratto, ti rendi conto forse di tre quarti di tale crescita, senza rischiare il capitale.

Rendite indicizzate e loro breve storia

Le annualità indicizzate sono di gran lunga la più nuova forma di rendita esistente. Keyport Life Insurance Company ha introdotto per la prima volta il prodotto KeyIndex nel 1998 (alcuni contratti di cui ho venduto quell'anno tramite Quick & Reilly). Ora ci sono oltre 40 compagnie di assicurazione sulla vita che offrono prodotti di rendita indicizzati.

I tassi di partecipazione e massimali di questi veicoli sono generalmente migliorati complessivamente sin dal loro inizio e ogni anno vengono riversati miliardi di dollari in questi prodotti. Le società stanno anche creando nuovi tipi di rendite indicizzate che offrono vari gradi di partecipazione sicura al mercato con differenti limiti.

Nel 2009, la SEC si trasferì a fare rendite indicizzate soggette alla loro regolamentazione come titoli di mercato, ma questo tentativo fu fortemente contestato dal settore assicurativo sulla vita e alla fine fu sconfitto in tribunale.

Rendite indicizzate all'equità sul lavoro

Sebbene si tratti di prodotti esternamente abbastanza semplici per quanto riguarda l'investitore, il funzionamento interno della maggior parte dei prodotti indicizzati è piuttosto complesso.

La maggior parte dei contratti funziona in questo modo: il premio pagato dall'investitore viene preso dal vettore di rendite e diviso in due parti:

  1. La parte del leone del denaro è investita internamente in un portafoglio stabile di titoli che è garantito per ricuperare l'intero ammontare del premio pagato entro la fine della durata del contratto.
  2. La parte più piccola viene utilizzata per acquistare le opzioni call sull'indice azionario sottostante. Queste opzioni call sono un tipo di derivato, che aumenterà sostanzialmente di valore quando l'indice sottostante aumenta, in modo esponenziale più della quantità di crescita dell'indice. Questo profitto viene quindi utilizzato per trasferire la crescita agli investitori.

Praticamente tutti i contratti indicizzati hanno anche una sorta di cap annuo integrato nel contratto in aggiunta al tasso di partecipazione, come il 10%. (Gli investitori più esperti possono utilizzare questa strategia da soli e ottenere rendimenti molto più elevati di quelli che ricevono in contratti preconfezionati a causa di questi limiti.)

Esempio di rendite indicizzate

Harry investe $ 100.000 in un contratto annuale di rendita a sette anni con un tasso di partecipazione del 70% e un limite del 12%. Nel primo anno, l'indice si basa sull'indice S & P 500 e aumenta di ben il 30% per l'anno. Il guadagno totale di Harry è limitato al 12%, perché il guadagno totale dal tasso di partecipazione supera questo importo (70% del 30% = 21%).

Alcuni contratti manterranno i guadagni da un anno e azzereranno i cap ogni anno, mentre altri calcoleranno i guadagni su base cumulativa per la durata del contratto. La legge statale richiede che i contratti indicizzati forniscano agli investitori almeno un piccolo importo di interessi garantiti come forma di consolazione se l'indice di riferimento sottostante non aumenta durante la legislatura.

Come vengono tassate le rendite indicizzate?

I contratti di rendita indicizzati in base all'equity sono tassati allo stesso modo di qualsiasi altro tipo di rendita vitalizia. Tutti i soldi all'interno di questi veicoli aumentano le imposte differite fino a quando non prendi le distribuzioni. Tutte le distribuzioni sono segnalate e tassate come reddito ordinario e qualsiasi distribuzione effettuata prima dei 59 anni è valutata un'ulteriore penalità di ritiro anticipato del 10% da parte dell'IRS.

L'importo del premio corrisposto in questi contratti è considerato come un rimborso del capitale esente da imposte e viene incluso in ciascun pagamento periodico su base proporzionale in base al rapporto di esclusione (il rapporto tra il contributo principale e il valore corrente del contratto). Se acquisti un contratto da $ 50.000 e cresce a $ 75.000, quando inizi a ricevere distribuzioni periodiche, i 2/3 di ciascuna distribuzione verranno conteggiati come un ritorno del capitale.

Metodi di pagamento

Le rendite indicizzate offrono le stesse opzioni di pagamento di qualsiasi altra forma di rendita, tra cui:

  • Vita congiunta . Lo stesso della vita eterosessuale, con la differenza che i pagamenti durano fino a quando entrambi i beneficiari non sono morti. I piani di pagamento congiunto per la vita vengono calcolati attuarialmente in base alle aspettative di vita.
  • Vita dritta . Riceverai un pagamento periodico in dollari fino alla morte. Questa forma di pagamento offre il pagamento periodico più alto, ma il vettore assicurativo mantiene il saldo del contratto se decidi prima di ricevere l'intero valore del contratto, anche se ricevi meno del premio originale.
  • Vita con periodo certo . Riceverai un pagamento periodico in dollari fino al tuo decesso o alla fine di un determinato periodo di tempo, ad esempio 20 anni, a seconda dell'evento che si verificherà successivamente. Periodo certe opzioni proteggono i beneficiari dalla perdita dei valori contrattuali alla compagnia assicurativa a causa di una morte prematura.
  • Vita unita con il periodo certo . Tu e il tuo co-beneficiario riceverete un pagamento periodico stabilito che termina con la fine del decesso di entrambi i beneficiari o la fine di quel determinato periodo di tempo, ad esempio 20 anni.
  • Forfait Ritirerai semplicemente l'intero importo del contratto in una sola volta e prendi i soldi o trasferiscili in un diverso piano di rendite.
  • Ritiro sistematico . Riceverai periodicamente un importo in dollari specifico o una percentuale del valore del contratto. Questo piano è spesso utilizzato per le distribuzioni minime obbligatorie dell'IRA nei contratti qualificati.

Dovresti considerare una rendita indicizzata?

Le rendite indicizzate dovrebbero essere considerate da qualsiasi investitore che cerchi rendimenti più elevati rispetto a quelli offerti dagli strumenti tradizionali garantiti, ma non può permettersi di rischiare di perdere il capitale. Tuttavia, è necessario essere abbastanza a proprio agio nell'assorbire la perdita di eventuali guadagni reali se l'indice di riferimento sottostante su cui si basa il contratto non ha un buon rendimento durante la durata del contratto. Gli investitori più anziani che hanno ancora bisogno di una certa esposizione alle azioni sono i primi candidati per questi veicoli.

Uso corretto delle rendite indicizzate nel portafoglio

Non ci sono regole precise su come questi dovrebbero essere posizionati all'interno di un portafoglio di pensionamento. Un possibile esempio potrebbe essere un investitore con un portafoglio di $ 500.000 investito interamente in CD e rendite fisse. Questa persona potrebbe probabilmente beneficiare di un contratto a più lungo termine con un tetto più alto e un tasso di partecipazione al fine di fornire una copertura contro l'inflazione.

Attenzione per truffe e frodi

Anche se le rendite indicizzate all'equità sono certamente prodotti appropriati per molti investitori conservatori, ci sono un certo numero di agenti assicurativi senza scrupoli e consulenti finanziari che commercializzano questi veicoli in modo aggressivo agli anziani non istruiti e cercano di convincerli a liquidare tutti i loro beni e metterli in questi contratti.

Sebbene questi contratti abbiano solitamente una certa liquidità, in genere non dovrebbero essere l'unico tipo di veicolo utilizzato in un portafoglio di pensionamento. In molti casi, questi operatori di marketing si spacciano in qualità di consulenti senior in alcune funzioni ufficiali, spesso ottenendo una fragile credibilità finanziaria che può essere guadagnata con una settimana o due di studio. Quindi invitano un folto gruppo di anziani a un "power lunch", in cui il pubblico riceve un pasto gratuito in cambio di un lancio di vendite ad alta potenza che reclamizza i vantaggi illimitati dei prodotti indicizzati.

Molte volte il pubblico è fortemente pressato a spostare le proprie risorse in questi prodotti sul posto, senza perdere tempo a pensarci. Questa pratica è stata sottoposta a un accurato controllo da parte dei regolatori federali e statali ed è anche strettamente monitorata dalla SEC. Fai attenzione a qualsiasi invito che ricevi offrendo un pranzo gratuito e l'opportunità di "proteggere" la tua pensione per tutta la vita.

Parola finale

Le rendite indicizzate in azioni possono fornire una preziosa esposizione di mercato per gli investitori conservatori, ma possono anche essere facilmente abusate. Coloro che possono beneficiare di questi prodotti dovrebbero essere sicuri di comprendere a fondo tutte le regole e le restrizioni del contratto. Per ulteriori informazioni su rendite indicizzate, consultare il proprio agente di assicurazione sulla vita o consulente finanziario fidato.

Hai esperienza con rendite indicizzate? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto.


6 ottimi siti per trovare offerte ogni giorno

6 ottimi siti per trovare offerte ogni giorno

Non devi aspettare il 4 luglio per trovare un buon affare sui prodotti. Ci sono diversi siti finanziari che offrono informazioni di vendita giornaliere su quasi tutti i prodotti che stai cercando, tra cui prodotti elettronici, prodotti per la casa, abbigliamento e altro. Probabilmente già conosci le offerte offerte su siti come FatWallet.

(Soldi e affari)

Dovrei comprare una nuova auto?  6 motivi per acquistare una nuova auto su una macchina usata

Dovrei comprare una nuova auto? 6 motivi per acquistare una nuova auto su una macchina usata

Nonostante i grandi eventi promozionali e gli attraenti annunci pubblicitari, le nuove auto sono dotate di pesanti cartellini dei prezzi e perdono il loro valore molto rapidamente a causa del deprezzamento. In effetti, ci sono molti vantaggi nell'acquisto di un'auto usata a buon mercato rispetto a una nuova di zecca

(Soldi e affari)