it.lutums.net / 5 Sfide per le aziende americane oggi - Come avere successo in un'economia globale

5 Sfide per le aziende americane oggi - Come avere successo in un'economia globale


Per quasi 200 anni, l'America ha goduto di una leadership globale in campo scientifico, commerciale e governativo. Di conseguenza, gli Stati Uniti sono diventati uno dei più grandi poteri economici della storia, dominando il XIX e il XX secolo. La capacità degli americani di "pensare fuori dagli schemi", il loro coraggio di sfidare il pensiero convenzionale e la loro fiducia nel perseverare nonostante numerosi ostacoli ha ispirato generazioni e continua a cambiare la vita in tutto il mondo.

I leader capiscono che la grandezza è più che costruire ricchezza personale o potere, ma creare prodotti e servizi che migliorano la vita delle persone e la condizione umana complessiva. Ma poiché le barriere commerciali tra i paesi sono diminuite, i leader devono affrontare nuove sfide e lo stato preminente dell'America come economia dominante mondiale è stato e continuerà ad essere sfidato come mai prima d'ora.

Le sfide del XXI secolo per le imprese americane

Ci sono una varietà di fattori che possono influenzare negativamente la competitività delle imprese americane nei prossimi anni, di cui tre identificati nel trimestre di McKinsey:

1. Dinamismo nei mercati emergenti

Il mondo è diventato "più piatto" con la scomparsa di confini naturali e artificiali che proteggevano i mercati locali e regionali. Di conseguenza, i mercati sono in tutto il mondo e più competitivi, come previsto dal colonnista degli economisti e del "New York Times" Thomas L. Friedman nel 2005.

Entro il prossimo decennio, la Cina ospiterà più grandi aziende rispetto agli Stati Uniti o all'Europa, con quasi la metà delle aziende presenti nell'elenco Fortune del Global 500 dei principali attori internazionali provenienti dai mercati emergenti: un aumento del 900% in 20 anni . L'emergere di quasi due miliardi di consumatori nei mercati emergenti creerà mercati nei loro paesi d'origine per sostenere una crescita internazionale aggressiva.

2. Tecnologia e connettività

La legge di Moore - un termine informatico che dichiara che la potenza di elaborazione complessiva raddoppia ogni due anni - è viva e vegeta e potrebbe rivelarsi prudente. Secondo SingularityHUB, molti scienziati informatici prevedono che il primo computer "exaflop" al mondo sarà disponibile prima della fine di questo decennio. Un computer exaflop eseguirà un quintilione di operazioni al secondo - la potenza in ingresso pari al cervello umano.

Come conseguenza del previsto salto quantico nella potenza del computer, le aziende possono iniziare e ottenere scalate con una velocità sbalorditiva mentre usano poco capitale, il valore si sposta rapidamente tra i settori del paese e dell'industria per riflettere i cambiamenti costanti e gli imprenditori e le startup avranno nuovi vantaggi rispetto a grandi imprese consolidate. Il ciclo di vita delle aziende si sta già riducendo e il processo decisionale non ha mai dovuto essere un fuoco così rapido.

3. Popolazioni di invecchiamento

Molti paesi sviluppati hanno visto il loro tasso di natalità declinare anche quando la loro popolazione invecchia. Questa tendenza si sta ora spostando verso le economie emergenti in modo che entro il 2050 la popolazione mondiale si stabilizzerà e forse cadrà. Ad esempio, secondo Pew Research, il tasso di natalità negli Stati Uniti è al minimo storico, la metà del tasso nel 1957. L'Ufficio federale di statistica tedesco si aspetta che entro il 2060 la popolazione del paese si ridurrà fino a un quinto e che il numero delle persone in età lavorativa scenderà a 36 milioni (da circa 50 milioni nel 2009).

Nell'economia emergente della Thailandia, il tasso di fertilità è sceso da 6, 1 nel 1960 a 1, 4 nel 2012, secondo il Wall Street Journal. Una forza lavoro più piccola di solito preannuncia consumi inferiori e una minore crescita economica. In termini non economici, tali tendenze significano che la dimensione della torta si ridurrà e la competizione tra le imprese diventerà più intensa per i pezzi più piccoli.

È probabile che altri due fattori influenzino negativamente la posizione competitiva americana:

4. Aumento delle multinazionali

Mentre le multinazionali - imprese globali che operano in diversi paesi - sono presenti da anni, il loro numero è esploso dalla fine della seconda guerra mondiale. Secondo un rapporto del 2012 sul Globality Studies Journal, le multinazionali ora contano più di 63.000 imprese, con centinaia di migliaia di sussidiarie in tutto il mondo.

Oltre al potere economico, queste compagnie esercitano un enorme potere politico. Ad esempio, si ritiene che ExxonMobil, uno dei più grandi, abbia una maggiore influenza in Medio Oriente rispetto al Congresso degli Stati Uniti. Secondo un articolo del 1998 sulla rivista Foreign Policy, molti osservatori ritengono che le multinazionali stiano diventando "apolide", agendo esclusivamente nell'interesse di azionisti dispersi globalmente. La mancanza di lealtà verso nessun paese è accentuata dalla promozione di cittadini stranieri nelle posizioni di vertice. Gli effetti delle multinazionali e del loro pensiero globale sono evidenti nei decenni di esternalizzazione e delocalizzazione delle attività manifatturiere americane verso altri paesi e l'indebolimento dell'influenza del paese sulla scena mondiale.

5. Influenza eccessiva sul settore finanziario

Wall Street, in particolare gli hedge fund e le società di investimento, hanno iniziato a esercitare un'enorme influenza sulla gestione e sulla direzione delle società quotate in borsa. Secondo l'Harvard Business Review, l'influenza del settore finanziario è diventata così potente che oltre la metà dei chief financial officer cancellerebbe un progetto con un valore attuale netto positivo - in altre parole, danneggiando volontariamente le proprie aziende - per raggiungere gli obiettivi di Wall Street e soddisfare il suo desiderio di guadagni "agevoli". In parole povere, le amministrazioni pubbliche sono inclini a sacrificare opportunità di valore a lungo termine per soddisfare la domanda di Wall Street di profitti a breve termine e alti valori azionari.

Sebbene le imprese americane abbiano dominato a lungo i mercati globali, ostacoli e cambiamenti come questi li metteranno alla prova per mantenere la loro posizione di leadership.

Chiavi per il successo futuro

Il bisogno di veri leader - visionari che possano pensare in modo creativo, oltre che pragmatico - non è mai stato più grande nella storia americana. Sono necessari diversi cambiamenti affinché gli Stati Uniti restino competitivi in ​​un mercato globale e non è troppo tardi per implementarli.

1. Enfasi rinnovata sull'educazione STEM

L'istruzione è sempre stata la base per il progresso personale e sociale. Gli studi hanno dimostrato che almeno la metà della crescita economica degli Stati Uniti è attribuibile a una maggiore produttività derivante dall'innovazione. In particolare, ci si aspetta che le conoscenze, le abilità e le abilità STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) migliorino la posizione competitiva delle industrie statunitensi, guidino la crescita delle esportazioni e creino posti di lavoro di alta qualità.

Secondo l'Office of Science and Technology Policy della Casa Bianca, gli Stati Uniti avranno bisogno di circa un milione di professionisti STEM in più rispetto a quelli che dovrebbero laurearsi nel prossimo decennio. Sfortunatamente, meno del 40% degli studenti che frequentano il college con l'intenzione di specializzarsi in un campo STEM completano un diploma STEM.

Per soddisfare i nostri bisogni nei prossimi decenni, dobbiamo migliorare il nostro sistema educativo pubblico poiché, secondo la STEM Education Coalition, meno della metà dei diplomati statunitensi sono pronti per il lavoro universitario in matematica e solo il 30% in ambito scientifico. Il World Economic Forum colloca gli Stati Uniti al 52 ° posto nella qualità della matematica e dell'educazione scientifica.

L'educazione STEM avvantaggia sia le persone che il Paese. Secondo il Dipartimento del commercio degli Stati Uniti, negli ultimi dieci anni la crescita dei posti di lavoro STEM è stata tre volte più veloce dei posti di lavoro non STEM e rappresenta ormai oltre il 5% della forza lavoro. Nei prossimi 10 anni, i lavori STEM cresceranno più del doppio rispetto ai lavori non STEM. In breve, migliorare l'educazione matematica e scientifica nelle scuole elementari e secondarie della nostra nazione è un prerequisito per ottenere i guadagni economici derivanti dall'innovazione tecnologica.

Per anni, i bilanci statali per l'istruzione sono stati tagliati mentre i costi per frequentare gli istituti di istruzione superiore sono aumentati. Se l'America cerca di mantenere una leadership competitiva o, almeno, una parità, dobbiamo investire in miglioramenti al nostro sistema educativo e ridurre il costo dell'istruzione post-secondaria.

2. Ridurre l'influenza di Wall Street

La crisi della sicurezza dei mutui del 2008 illustra il problema di un sistema in cui i rischi sono diffusi in tutta la società - con conseguente salvataggio finanziario - mentre i guadagni sono concentrati nelle mani di alcuni dirigenti di Wall Street con compensazioni eccessive. Mentre un forte sistema finanziario è cruciale per l'economia, il potere dell'attuale sistema finanziario statunitense distorce negativamente l'economia.

Devono essere prese in considerazione diverse riforme descritte nella Harvard Business Review:

  • Rafforzare / rafforzare i requisiti patrimoniali per le banche commerciali e di investimento . Nel 1995, le attività delle sei maggiori banche statunitensi erano equivalenti al 17% del prodotto interno lordo del paese. Entro il 2013, il rapporto era cresciuto al 53%. Anche con i nuovi requisiti Dodd-Frank, uno studio degli economisti della New York University ha proiettato un deficit di oltre 340 miliardi di dollari nelle sei banche in caso di un'altra crisi.
  • Limitare la detrazione per interessi riducendo la percentuale di imposta sulle società . La perdita della detrazione sarebbe compensata dal tasso più basso mentre diminuiva l'influenza del settore finanziario sulle operazioni delle società. Senza detrazione, le società hanno maggiori probabilità di utilizzare l'equity, piuttosto che il debito nel loro bilancio, riducendo la leva finanziaria.
  • Transazioni finanziarie fiscali . Inizialmente proposta dall'economista John Maynard Keynes, gli Stati Uniti avevano un'imposta del genere dal 1914 al 1966. Riducendo il ritmo delle transazioni, l'enfasi tornerà ai valori di investimento sottostanti, piuttosto che ai movimenti di prezzo a breve termine.
  • Trattare i redditi da investimenti come reddito ordinario . Gli studi dell'economista Leonard Burman e del Congressional Research Service non mostrano alcuna relazione significativa tra la crescita economica degli Stati Uniti e il suo favorevole tasso di capital gains.

3. Aumentare gli investimenti nella formazione alla leadership

John P. Kotter, professore presso la Harvard Business School, ha dichiarato nel 2013 che poche organizzazioni hanno una leadership sufficiente, una condizione che li rende "vulnerabili in un mondo in rapido movimento". Mentre le corporation continuano a investire in Leadership Training - spendendo in media $ 1169 per studente nel 2013, secondo The Corporate Learning Factbook 2014 - oltre il 60% di tutte le aziende cita "le lacune di leadership" come la loro principale sfida di business.

Fortunatamente, la leadership è una caratteristica che può essere appresa, non un dono genetico. Marshall Goldsmith, scrivendo su Harvard Business Review, propone che il ruolo dei leader sia quello di "incoraggiare e sostenere l'ambiente decisionale e dare ai dipendenti gli strumenti e le conoscenze di cui hanno bisogno per operare e agire in base alle proprie decisioni". una forza lavoro coinvolta e responsabilizzata è essenziale per il successo nel nuovo mercato mondiale.

John Kennedy una volta disse che la leadership e l'apprendimento sono indispensabili l'uno per l'altro, senza dubbio la saggezza ottenuta dalla sua stessa trasformazione da figlio viziato e ricco di un uomo politicamente potente a un amato presidente che ispirò la sua generazione. Harry Truman, il presidente più noto per aver abbracciato la filosofia "Il dollaro si ferma qui", una volta disse: "Gli uomini fanno la storia e non il contrario. Nei periodi in cui non c'è leadership, la società si ferma. I progressi si verificano quando i leader coraggiosi e abili colgono l'opportunità di cambiare le cose in meglio. "Un leader nel giusto tempo e luogo può trasformare un'azienda.

Parola finale

Le sfide per le società americane sono chiare. È anche evidente che "business as usual" non funziona più. La nostra forza lavoro è disimpegnata, i benefici dell'economia sono distribuiti in modo ineguale ei nostri mercati sono aperti ai concorrenti di tutto il mondo. Le opportunità di uno sforzo imprenditoriale nazionale rinvigorito, con una forza lavoro istruita e liberate dal focus a breve termine di Wall Street, sono più grandi che mai.

Cosa ne pensi? I nostri attuali dirigenti aziendali sono all'altezza?


8 idee di coinvolgimento dei dipendenti per ogni piccola impresa e imprenditore

8 idee di coinvolgimento dei dipendenti per ogni piccola impresa e imprenditore

Come imprenditore, ami quello che fai. Hai iniziato la tua attività perché hai avuto una passione per un'idea particolare, e sei stato disposto a lavorare sodo per rendere il tuo business di successo.Ma per quanto riguarda le persone che lavorano per te? Come sarebbe diversa la tua attività se tutti i membri del tuo team venissero a lavorare con la stessa passione e passione di te?Qu

(Soldi e affari)

4 modi per ottenere più servizi dal tuo agente immobiliare

4 modi per ottenere più servizi dal tuo agente immobiliare

Anche con tassi di interesse bassi e un eccesso di case a prezzi scontati sul mercato, gli acquirenti qualificati sono ancora scarsi. Ciò è principalmente perché è difficile ottenere l'approvazione per un mutuo ipotecario a meno che non si disponga di credito stellare e di un acconto pesante. Ma

(Soldi e affari)