it.lutums.net / In che modo Massive Open Online Courses e Distance Learning influenzano l'istruzione

In che modo Massive Open Online Courses e Distance Learning influenzano l'istruzione


I massicci corsi online aperti (MOOC) sono corsi offerti gratuitamente via Internet e forniscono istruzione e formazione a un gran numero di persone separate da vaste distanze e circostanze economiche. I MOOC differiscono dai soliti corsi universitari online, che sono generalmente limitati a studenti pre-qualificati che pagano le tasse universitarie. Nonostante i risultati contrastanti delle innovazioni educative prima della loro introduzione, auspica che i MOOC raggiungano finalmente l'obiettivo di ogni sistema educativo pubblico: la trasmissione di informazioni e concetti in modo efficace ed efficiente, con alta fidelizzazione al minor costo possibile.

Ma i risultati fino ad oggi sono stati misti per gli sponsor dei MOOC, così come per gli studenti. Mentre l'interesse per i MOOC è alto, pochi partecipanti completano effettivamente i corsi. Le istituzioni educative lottano con il problema della trasferibilità e credenziali del credito. E i datori di lavoro sono stati riluttanti ad accettare che il completamento dei corsi online riflette la padronanza di un argomento. Inoltre, i costi complessivi per l'istruzione non sono stati ridotti - sono semplicemente passati da uno studente all'altro.

Tuttavia, i MOOC hanno sostenitori forti e visibili nei settori educativo e imprenditoriale che continuano ad evolvere le offerte e sono fiduciosi nelle loro potenzialità. Comprendere il potenziale dei MOOC per trasformare l'educazione tradizionale inizia nella comprensione del loro passato.

L'evoluzione dell'apprendimento a distanza

Le radici dell'apprendimento online sono nei corsi per corrispondenza che inizialmente sono apparsi in Inghilterra negli anni '40. Issac Pitman, un insegnante di scuola privata che ha sviluppato il più diffuso sistema di stenografia, ha offerto il primo corso di formazione a distanza in cui lui ei suoi studenti hanno scambiato lezioni e correzioni tramite cartoline. Il suo concetto fu rapidamente adottato da altri (compresi college e università) come metodo per estendere il loro mercato oltre le aree immediate attorno alle loro posizioni.

L'Università di Londra è stata la prima a offrire l'apprendimento a distanza agli studenti e ha il merito di aprire la porta all'istruzione superiore per coloro che non potevano permettersi i costi di un'istruzione in loco. Le università hanno anche utilizzato l'apprendimento a distanza come metodo per tenere aggiornati i diplomati del passato con gli ultimi progressi nei loro campi.

Corsi per corrispondenza

Mentre alcune università e università in America avevano offerte di corrispondenza limitate alla fine del 1800, le Scuole di corrispondenza internazionali di Scranton, Pennsylvania, perfezionarono il concetto negli anni 1890, vendendo aggressivamente corsi tecnici sul piano delle rate come metodo per fornire "uomini pratici" con una formazione tecnica, e tecnici con una formazione pratica. "La letteratura dei primi annunci prometteva agli iscritti che non stavano solo conseguendo un diploma, ma uno" assicurato dopo un duro esame, [che] sarà considerato dai datori di lavoro come una garanzia di capacità per chi lo possiede. "

Per anni, l'apprendimento a distanza consisteva in istruzioni, lezioni e esami di valutazione passati per posta. Il business è stato molto redditizio, con più di 300 scuole che offrono corsi per corrispondenza negli Stati Uniti entro il 1926. La maggior parte delle scuole ha richiesto agli studenti di pagare le tasse in anticipo e ha avuto politiche di non-rimborso. Dal momento che il 90% degli studenti ha abbandonato prima di completare il proprio studio, le imprese hanno goduto di profitti elevati, i loro maggiori costi per le commissioni pubblicitarie e di vendita, piuttosto che la qualità del corso. Le università si affrettarono rapidamente a incassare il "golden goose", offrendo le loro versioni di apprendimento a distanza di qualità o risultati migliori rispetto alle loro controparti aziendali.

Alexander Flexner, un famoso educatore americano, definì il ruolo di molte delle università più prestigiose d'America in quel momento "scandaloso", specialmente per il fatto che "il prestigio dell'Università di Chicago dovrebbe essere usato per imbrogliare persone benintenzionate ma non addestrate" ... per mezzo di pubblicità stravaganti e fuorvianti. "A suo avviso, quelle scuole che offrivano corsi per corrispondenza si erano" inutilmente svalutati, vulgarizzati e meccanizzati ", riducendosi al" livello del venditore di farmaci brevettati ".

La promessa di radio e televisione

I fornitori di apprendimento a distanza sono stati rapidi nell'adottare le nuove tecnologie della radio e della televisione all'educazione. Negli anni '20, università e sistemi educativi a scopo di lucro hanno acquisito licenze di trasmissione per sviluppare "scuole nell'aria" da utilizzare nei programmi di istruzione tradizionale ea distanza. Ma mentre c'erano grandi aspettative per i media, i risultati effettivi della radio educativa erano deludenti. Secondo un articolo del 1942 "Radio in Schools of Ohio" in "The Educational Research Journal", un corso universitario del 1940 offerto dalla radio "non è riuscito ad attirare alcuna iscrizione".

Il vero ruolo della radio nell'apprendimento a distanza stava preparando il terreno per le tecnologie che avrebbero seguito. Molti speravano che la televisione avrebbe finalmente realizzato le speranze di un'alternativa pubblica di successo che la radio non fosse riuscita a soddisfare. La National Educational Television iniziò il 16 maggio 1954 e fu trasformata nel Public Broadcasting System (PBS) nel 1970. Ironia della sorte, la televisione potrebbe essere più incline ad essere accusata per il declino dell'istruzione - il presidente della Boston University, il Dr. Daniel Marsh, avvertì che " se la mania della [televisione] continua con il livello attuale dei programmi, siamo destinati a diventare una nazione di deficienti ".

Molti osservatori ora concordano sul fatto che il fallimento della televisione e della radio nel raggiungere l'obiettivo di rivoluzionare l'istruzione è dovuto alla mancanza di interazione tra emittente / insegnante e ascoltatore o spettatore. A tale riguardo, i media non erano migliori, se non peggio, che stare seduti in una classe ascoltando un insegnante noioso.

L'impatto dei computer e di Internet

Ma le cose sono cambiate nel 21 ° secolo. Computer, telefoni cellulari e Internet hanno finalmente reso l'apprendimento online o a distanza una realtà, con insegnanti e studenti in grado di interagire facilmente. Secondo la ricerca, nel 2012 quasi un terzo degli studenti universitari (più di sei milioni di studenti) è stato iscritto a un corso online e si stima che milioni di studenti pre-universitari siano iscritti all'apprendimento online. La maggior parte di questi corsi differisce dal modello MOOC nei seguenti modi:

  • I curricula sono sviluppati e offerti dalle università che gli studenti frequentano o intendono partecipare
  • L'iscrizione richiede in genere la qualifica e la pre-approvazione per l'iscrizione
  • Gli studenti sono rigorosamente testati per garantire che il materiale sia stato appreso
  • Le scuole certificano pubblicamente la padronanza del corso emettendo diplomi o crediti di corso

Tuttavia, la popolarità e il successo dei moderni corsi di formazione a distanza possono essere indicativi del potenziale di MOOC. Molte università offrono corsi online gratuiti senza accredito con lo stesso intento espresso dalla Yale University per "ampliare l'accesso ai materiali didattici per tutti coloro che vogliono imparare". La maggior parte dei corsi sono semplicemente sessioni video di lezioni precedenti e sono generalmente considerate servizio di comunità e sensibilizzazione, pubbliche relazioni o marketing.

MOOCs e loro promessa

Inizialmente sono stati accolti massicci corsi online aperti, con persone come Sebastian Thrun che sperano di creare una "rivoluzione didattica in cui i migliori istruttori del mondo conducono classi online altamente interattive che consentano loro di raggiungere 100.000 studenti contemporaneamente e globalmente". Hanno attirato milioni di dollari di investimento con l'aspettativa degli investitori che i MOOC rivoluzioneranno l'istruzione. Ad esempio, Coursera è stato avviato da Andrew Ng, un professore della Stanford University, con il finanziamento dei venture capitalist Kleiner Perkins Caufield & Byers e New Enterprise Associates.

I fautori dei MOOC ritengono che la popolarità dei MOOC e l'apprendimento online in generale dimostrino il loro valore come innovazione dirompente, cambiando il modo in cui educeremo i nostri figli in futuro. La capacità di insegnare grandi classi con ogni studente che progredisce al proprio ritmo e a costi inferiori ai metodi tradizionali è il Santo Graal dell'educazione. Il design dei MOOC si basa sugli usi innovativi di audio, video e supporti elettronici che trasferiscono le informazioni su lunghe distanze a basso costo, riducendo così la necessità e le spese di comunicazione tra studenti e studenti e tra studenti.

Se la promessa si rivela valida, alcuni proiettano che i MOOC alla fine sostituiranno l'istruzione nel campus, rendendo obsolete le università residenziali. Tuttavia, le esperienze iniziali suggeriscono che un'adeguata connessione e feedback dell'istruttore, comprese le interazioni tra studenti, è più importante di quanto originariamente previsto. Di conseguenza, i risparmi inizialmente proiettati attraverso personale educativo ridotto non sono ancora stati realizzati e potrebbero non essere realizzati.

MOOC e loro realtà

Come molte idee e prodotti dirompenti, le ambizioni e gli obiettivi iniziali sono raramente raggiunti senza diversi cicli di iterazione. Il futuro di una nazione dipende dalla conoscenza e dalla saggezza dei suoi cittadini, ei MOOC sembrano essere il modo ideale per elevare il livello di istruzione della comunità in generale, rendendo così i cittadini più competitivi economicamente e politicamente astuti. Tuttavia, i seguenti ostacoli devono essere migliorati prima che i MOOC possano essere considerati un successo.

1. Qualità dell'apprendimento

Sfortunatamente, nessuno sa quanto gli studenti imparino dai MOOC. Shanna Jaggars, assistente direttore del Community College Research Center presso il Teachers College della Columbia University, afferma: "A questo punto, non c'è proprio modo di sapere se sono efficaci o meno." Le ultime ricerche suggeriscono che i MOOC sono ancora un lavoro in corso.

Il 5 dicembre 2013, la Graduate School of Education dell'Università della Pennsylvania ha pubblicato una ricerca che mostra quanto segue:

  • Pochi utenti persistono fino alla fine - i tassi di completamento sono molto bassi, con una media del 4% su tutti i corsi
  • La partecipazione - il numero totale di persone che accedono a un corso - varia enormemente a seconda del soggetto
  • Il coinvolgimento degli utenti diminuisce rapidamente dopo le prime 11 a 12 settimane di corso e solo circa la metà degli iscritti ha visto almeno una lezione

Ray Schroeder, direttore del Centro per l'apprendimento online, la ricerca e il servizio presso l'Università dell'Illinois, a Springfield, dice che tre cose sono più importanti nell'apprendimento online: qualità del materiale trattato, coinvolgimento dell'insegnante e interazione tra studenti. "Il primo non sembra essere un problema - la maggior parte dei professori proviene da campus di élite, e finora la maggior parte dei MOOC sono in argomenti tecnici come l'informatica e la matematica, con contenuti semplici. Ma fornire la connessione e il feedback dell'istruttore, comprese le interazioni tra studenti, è più complicato [a causa del numero di studenti]. "

Finché chiunque può iscriversi a un corso senza qualifiche preliminari e non esiste un metodo di test credibile per misurare la padronanza dei materiali (più nessuna conseguenza finanziaria per il mancato completamento), è improbabile che i MOOC soddisfino gli obiettivi dei loro sostenitori.

2. Resistenza educativa

Il trasferimento dei crediti dei corsi tra le istituzioni è insolitamente difficile, in quanto la decisione di concedere crediti per il lavoro svolto altrove è a discrezione della scuola ospitante. I college e le università convenzionali rifiutano in gran parte di accettare i crediti di trasferimento dei corsi MOOC, e alcuni funzionari scolastici mettono persino in discussione il valore educativo dei corsi. Carol Geary Schneider, presidente dell'Associazione di American College of Colleges and Universities, afferma: "Non vorrei mai [come datore di lavoro] prendere in considerazione uno studente che ha messo insieme la propria istruzione senza la supervisione di facoltà da una serie di corsi che sono là fuori nel cyberspazio. ”

"Se uno sta andando per la conoscenza, è [un MOOC] un vantaggio", afferma il dott. Ray Schroeder dell'Università dell'Illinois. "Se uno cerca credito, questa è una delle sfide. Come inseriamo questo nella struttura dell'istruzione superiore oggi? "

3. Risparmio sui costi

Inizialmente introdotto come un modo per ridurre i costi dell'istruzione pubblica riducendo il numero di insegnanti, l'apprendimento online ha aumentato la domanda di insegnanti e personale correlato per progettare, sviluppare e fornire moduli di apprendimento online al fine di mantenere le interazioni critiche tra studenti e insegnanti essenziali per apprendimento efficace. Come attualmente progettato e gestito, i MOOC sembrano più adatti a quegli studenti che sono capaci e disposti a lavorare da soli con un'interazione minima di istruttori al di fuori della classe del video.

Allo stesso tempo, i modi innovativi e creativi di fornire informazioni introdotte dal modello MOOC hanno chiaramente innalzato la qualità dell'istruzione rendendo docenti e insegnanti straordinari disponibili per un numero maggiore di studenti. Mentre ci si aspettava che la riduzione dei costi fosse un importante vantaggio dei MOOC, il vero vantaggio potrebbe essere il miglioramento della qualità dell'istruzione attraverso l'apprendimento online.

Il futuro dei MOOCs

Anche se gli sponsor dei MOOC attraggono milioni di dollari in capitale di rischio e iscrivono milioni di studenti per corsi che vanno da "Droga e cervello" (Coursera), a "Capacità decisionali: strumenti potenti per costruire la tua vita" (NovoEd), ci sono alcuni educatori che raccomandano cautela affinché questo modello debba continuare ad evolversi prima che abbia successo. Come citato dal New York Times, James Grimmelman, un professore di New York Law School specializzato in informatica e diritto di Internet, afferma: "Nessuno ha ancora il modello che funzionerà. Mi aspetto che tutte le iniziative attuali falliscano, perché le aspettative sono troppo alte ".

Alcuni credono che il futuro dei MOOC sia meno grandioso di quanto originariamente sperato. Alcuni credono che il futuro risieda nell'offerta di formazione professionale, una strategia sulla quale Udacity si concentrerà in base al fondatore Sebastian Thrun. Altri credono che il futuro risieda in una migliore istruzione delle scienze umane e della creatività, piuttosto che in materie tecniche come la scienza, la tecnologia, l'ingegneria e la matematica, o nel fornire supplementi alle lezioni in classe esistenti, un concetto chiamato "flipping". Esempi di l'approccio includerebbe la collaborazione tra San Jose State ed edX, o video didattici della Khan Academy che integrano le classi secondarie e post-secondarie.

Parola finale

Come ha osservato Valerie Strauss, reporter dell'istruzione per The Washington Post, in seguito al rapporto dell'Università della Pennsylvania, "I MOOC, per essere sicuri, sono ancora nuovi, e l'educazione online è sicuramente qui per rimanere. Ma questi risultati dovrebbero aiutare a temperare le esuberanti affermazioni che saranno il futuro dell'istruzione superiore. "Certamente, la conoscenza per amore della conoscenza è una ricerca utile e i MOOC hanno dimostrato che possono fornire informazioni educative in modo efficace ed economico a coloro che hanno la disciplina per approfittare della tecnologia.

Hai mai seguito un corso online? L'hai completato?


8 Consigli per la casa e idee per crescere di più e ridurre gli sprechi

8 Consigli per la casa e idee per crescere di più e ridurre gli sprechi

Un tempo il giardinaggio alimentare era visto come un'attività generalmente riservata agli anziani e agli zotici di campagna. Tuttavia, la coltivazione di frutta, verdura, bacche ed erbe è diventata sempre più popolare per molte persone. Secondo la National Gardening Association, il 35% delle famiglie statunitensi ha coltivato cibo a casa o in orti comunitari nel 2013, un aumento del 17% rispetto al 2008. I

(Soldi e affari)

Programmi di assistenza al noleggio sovvenzionati e governativi

Programmi di assistenza al noleggio sovvenzionati e governativi

Se fare l'affitto ogni mese significa esaurire il conto corrente, non siete soli. Secondo il Centro per la politica abitativa, i costi di alloggio e trasporto sono aumentati del 44% dal 2000, mentre i redditi delle famiglie sono aumentati solo del 25%. Oggi, le famiglie a reddito moderato spendono ben il 59% del loro reddito annuale in alloggi e trasporti - più che mai.

(Soldi e affari)