it.lutums.net / Come scegliere un preparatore fiscale certificato - truffe da evitare

Come scegliere un preparatore fiscale certificato - truffe da evitare


Se esci dal fare le tue tasse, non sei solo. Secondo le statistiche IRS per la stagione di presentazione 2017 (rendimenti del 2016), il 58, 5% degli americani che ha depositato i professionisti fiscali assoldati per preparare i propri rendimenti. Fare il proprio ritorno può essere dispendioso in termini di tempo, frustrante e non un po 'intimidatorio.

Avere qualcun altro a preparare le tasse può toglierti un peso dalle spalle. Tuttavia, se non scegli la persona giusta, potresti affrontare problemi ancora più grandi. Ci sono preparatori fiscali disonesti che cercano di fare soldi velocemente, proprio come ci sono professionisti senza scrupoli in qualsiasi attività commerciale. Abbiamo tutti sentito parlare di truffe fiscali perpetrate da ignari clienti, quindi siate prudenti su chi assumete per le vostre tasse.

Familiarizzare con le truffe fiscali più popolari commesse dai redattori fiscali, riportate di seguito, e prestare attenzione ai suggerimenti su cosa cercare quando si sceglie qualcuno per aiutarti a preparare le tasse.

Top truffe fiscali a cui prestare attenzione

L'IRS ha pubblicato per anni una lista annuale di truffe fiscali chiamate "Dirty Dozen". Come potete vedere, le truffe sono di ampia portata e non si limitano semplicemente a frodi preparatorie. Ecco l'elenco per la stagione del 2017:

  1. Phishing
  2. Truffe telefoniche
  3. Furto d'identità
  4. Ritorno Frode preparatoria
  5. Benefici caritatevoli
  6. Rivendicazioni di rimborso gonfiate
  7. Eccessivi reclami per crediti aziendali
  8. Detrazioni di Falsely Padding sui resi
  9. Falsificazione del reddito per rivendicare crediti
  10. Rifugi fiscali abusivi
  11. Argomenti fiscali frivoli
  12. Evasione fiscale offshore

Di questi, i numeri 4-9 potrebbero coinvolgere i preparatori al servizio del pubblico.

Return Preparer Fraud (# 4)

La truffa del preparatore per il reso può assumere varie forme, eventualmente con il coinvolgimento di una delle truffe sopra elencate. Le persone che preparano le tasse per la retribuzione devono registrarsi ogni anno con l'IRS per ottenere o rinnovare un codice di identificazione fiscale preparatore (PTIN). Essere pagati per preparare le tasse senza ottenere un PTIN è una frode. Naturalmente, un preparatore fraudolento potrebbe anche vendere identità, dal momento che avrebbe accesso a nomi, indirizzi, date di nascita, numeri di previdenza sociale e, forse numeri di patente di guida, tutte le informazioni che potrebbero essere utilizzate per rubare l'identità di qualcuno o archiviare un falso dichiarazione dei redditi.

Benefici caritatevoli (n. 5)

Dal punto di vista della preparazione fiscale, i doni alle associazioni di beneficenza falsificate potrebbero comportare un aumento del numero di detrazioni dettagliate, e quindi un minore reddito imponibile, meno tasse e un rimborso più grasso. L'IRS mantiene un elenco di organizzazioni caritatevoli valide, che è possibile verificare per fare in modo che alcune presunte organizzazioni di beneficenza siano, in effetti, organizzazioni esentasse in grado di ricevere donazioni di beneficenza.

Rivendicazioni sui rimborsi gonfiati (n. 6)

Tutto ciò che riduce il reddito imponibile o "qualifica" uno per esenzioni o crediti potrebbe comportare una richiesta di rimborso gonfiato. Abbiamo già menzionato donazioni fraudolente di beneficenza. Si potrebbe anche richiedere il credito Child e Dependent Care, anche se non è stata pagata tale assistenza all'infanzia. Si potrebbe falsamente richiedere un figlio come dipendente per ottenere l'esenzione del figlio, il credito d'imposta per i figli e, eventualmente, un aumento del credito d'imposta sul reddito guadagnato.

Si potrebbe anche gonfiare il reddito, in particolare i redditi di un'attività secondaria, al fine di aumentare il proprio credito di imposta sul reddito guadagnato. Queste richieste di rimborso gonfiato potrebbero originarsi con il preparatore o con il contribuente e passare attraverso perché il preparatore non ha fatto la loro due diligence.

I numeri 7-9 sono già stati illustrati nei tre paragrafi precedenti. Potremmo menzionare qui che le richieste fraudolente di spese di istruzione possono anche trovare la loro strada su una dichiarazione dei redditi e portare a un aumento del rimborso. I legittimi preparatori eseguono una due diligence sufficiente a verificare che i contribuenti abbiano diritto alle esenzioni richieste, nonché i crediti per i quali sono idonei, in particolare il credito d'imposta per figlio, il credito d'imposta per figlio aggiuntivo, l'American Opportunity Credit e l'Earned Income Credito d'imposta.

Infatti, i preparatori sono tenuti a svolgere la dovuta diligenza in relazione a tali crediti e vengono multati se non riescono a farlo. È un modo l'IRS sta cercando di ridurre i $ 12 - $ 14 miliardi di crediti EITC errati ogni anno. Si può ricordare che per la stagione di presentazione 2017, rendimenti per il 2016 che avevano tre crediti rimborsabili sono stati posticipati fino a metà febbraio per consentire all'IRS di escludere crediti fraudolenti o errati per tali crediti.

Come proteggersi contro truffe fiscali comuni

Come ti proteggi da queste truffe legate alle tasse? Diamo un'occhiata a tre truffe per imparare come evitare di essere coinvolti.

1. Depositare il rimborso nel proprio conto bancario

Problemi con rimborso-skimming e costi eccessivi spesso iniziano con una semplice richiesta. Se i redattori di imposte ti offrono un anticipo sul rimborso, con l'obbligo di consentire il rimborso del tuo deposito direttamente sul conto bancario, fai attenzione! In alternativa, potrebbero dirti che possono prelevare la loro quota dal rimborso - ma quando arriva il momento di pagare, improvvisamente le loro tasse sono aumentate, forse in modo drammatico. Ancora peggio, sono in possesso del rimborso e tu no.

Come proteggersi
Non consentire mai a un preparatore di imposte private di depositare il rimborso sul proprio conto bancario. La circolare 230, che disciplina la pratica dei preparatori fiscali, vieta in modo specifico questo. Alcune grandi aziende ti rilasciano una carta di debito con il tuo rimborso (anche se l'IRS ora fa questo anche per te, con meno commissioni), e alcuni ancora offrono prestiti anticipati per il rimborso delle tasse (RAL).

Qualunque sia il metodo utilizzato per ottenere il rimborso, assicurati di ottenere una copia della dichiarazione dei redditi in cui è chiaramente indicato il rimborso esatto. Dovresti anche ricevere una fattura o un'altra dichiarazione da un preparatore fiscale che indichi chiaramente le loro commissioni, compreso un intervallo per i rendimenti "difficili", quindi non possono rivendicare in seguito che la maggiorazione è dovuta al fatto che il tuo rendimento è più impegnativo di pensato.

2. Furto d'identità

L'IRS è a conoscenza di diverse frodi di furto d'identità in cui le persone si presentano come redattori fiscali al fine di ottenere informazioni finanziarie delle persone. Alcuni addirittura si presentano come l'IRS stesso per richiedere informazioni - o, semplicemente, denaro. Con l'avvento dell'archiviazione elettronica, sempre più persone sono vittime di frodi di phishing, in cui qualcuno ti contatta per chiedere di essere dall'IRS e richiedere informazioni personali o denaro.

L'IRS non contatta mai nessuno inizialmente via email. I rappresentanti inviano sempre una lettera per prima. Se sei preoccupato che un contatto dall'IRS sia autentico, puoi chiamare il numero 800-829-1040 per chiedere se ti è stata inviata alcuna comunicazione.

Come proteggersi
Utilizza sempre un consulente fiscale di fiducia e consigliato per le tue tasse. Se qualcuno vuole un sacco di soldi in anticipo, sostiene di aver bisogno di più informazioni di quello che c'è nei tuoi moduli, o non sembra essere un professionista competente, dovrebbe destare sospetti.

3. Manipolazione fraudolenta dei resi per rimborsi maggiori

Un metodo che i preparatori di tasse discutibili a volte usano per annaspare in nuovi clienti è sostenere che possono ottenere un rimborso molto più grande di quello che chiunque altro può fare. A volte, addirittura offrono di lavorare per una percentuale del rimborso, invece di una tariffa fissa. Questo, ancora, è vietato dalla Circolare 230.

Sfortunatamente, il modo in cui la maggior parte di questi preparatori ti ottiene un rimborso più consistente è aggiungendo le deduzioni di beneficenza che non hai mai fatto, rivendicando le persone come persone che in realtà non lo sono, o apportando altre modifiche fraudolente alla dichiarazione dei redditi. E, in molti casi, le persone che ricevono questi rimborsi enormi sono così contenti del loro "super contabile" che riferiscono ad amici e familiari, che quindi potrebbero essere ritenuti responsabili di frodi fiscali.

Come proteggersi
Verifica sempre i moduli fiscali che il tuo commercialista prepara prima di firmarli e inviarli per posta o per e-filing. Sei tu quello a cui devi rispondere se sei sottoposto a revisione da parte dell'IRS, e potresti avere seri problemi con informazioni fraudolente. Ricordati di firmare il tuo reso (sia in forma cartacea che elettronica) sotto pena di spergiuro. Dal momento che sei responsabile di ciò che è nel tuo ritorno, ti conviene rileggerlo attentamente prima di firmarlo e archiviarlo.

Suggerimenti per la scelta di un consulente fiscale

Nel 2015, l'IRS ha avviato un programma volontario chiamato Programma annuale di archiviazione (AFSP) per incoraggiare i preparatori retribuiti a partecipare ai pertinenti corsi di formazione continua nei settori degli aggiornamenti fiscali annuali, della legge fiscale federale e dell'etica. Quando i preparatori soddisfano i requisiti educativi, vengono riconosciuti con un certificato di completamento.

Inoltre, hanno il diritto di avere il loro nome elencato in un database gestito dall'IRS delle persone che hanno ricevuto il loro certificato, così come altri professionisti credenziali (CPA e agenti iscritti, tra gli altri). Tale database è disponibile al pubblico ed è ricercabile tramite codice postale, in modo che i contribuenti possano verificare le credenziali dei loro preparatori.

A partire dal 2016, solo i professionisti credenziali e i partecipanti AFSP possono rappresentare i clienti prima dell'IRS. I diritti di rappresentanza dei partecipanti AFSP sono limitati, ma i non partecipanti non hanno diritti di rappresentazione.

Oltre a controllare il database IRS dei preparatori, tenere a mente i seguenti suggerimenti:

  1. Indagare sul marketing . Fai molta attenzione se i redattori delle tasse dichiarano di poter ottenere un rimborso maggiore rispetto ai loro concorrenti.
  2. Esaminare le tasse . Dovresti evitare i preparatori la cui commissione è una percentuale del rimborso.
  3. Rivedi il ritorno prima che sia archiviato . Se si rifiutano di darti una copia della dichiarazione dei redditi o ti permettono di vederlo prima che sia archiviato, questa è una grande bandiera rossa. È anche una violazione della circolare 230 e comporta una sanzione di $ 50 per il preparatore.
  4. Esperienza di revisione . Se qualcosa va storto, potrebbe essere necessario il tuo preparatore per aiutarti a rispondere alle domande o chiarire i problemi mesi o addirittura anni dopo la presentazione del reso. Se non sono in giro, non saranno di grande aiuto.
  5. Controlla le credenziali . Solo gli avvocati fiscali, i revisori dei conti pubblici (CPA) e gli agenti iscritti possono rappresentare i contribuenti di fronte all'IRS in tutte le questioni, compresi audit, raccolta e ricorsi. I partecipanti AFSP possono solo rappresentarti per un ritorno che hanno personalmente completato e firmato, il che significa che se hai problemi di anni precedenti, non possono legalmente aiutare.
  6. Chiedi informazioni sulle affiliazioni professionali . Le migliori organizzazioni sono quelle che richiedono ai loro membri di ottenere un'istruzione continua e di tenerle a un codice etico professionale. Sebbene questo non possa escludere tutti, molti addetti alle tasse notturni non vogliono pagare i soldi per aderire.
  7. Aspettatevi che il vostro preparatore fiscale sia completo . Assicurati che il tuo preparatore chieda di vedere la documentazione, i moduli, le ricevute e faccia un sacco di domande. Devono determinare se ti qualifichi per diverse agevolazioni fiscali o come classificare le tue spese. Ti aiuta anche a evitare sanzioni in seguito. Se il redattore delle tasse ha poche domande, o nessuna, questo è motivo di preoccupazione.

Inoltre, non dimenticare queste importanti regole IRS:

  • Tu sei responsabile e responsabile per il contenuto della dichiarazione dei redditi . Anche se qualcun altro lo riempie, alla fine sarai responsabile di ciò che è al tuo ritorno.
  • Non firmare mai una dichiarazione dei redditi prima di verificare che sia esatto . Una volta firmato il tuo reso, riconosci che sei d'accordo con i contenuti e sei sicuro che siano corretti. Se non puoi dire quelle cose, non dovresti firmarlo. Quando firmi il ritorno, stai affermando sotto pena di spergiuro che è completo e accurato.

Parola finale

Questa stagione delle tasse, tieni gli occhi aperti e non lasciare che la promessa di un grande profitto ti impedisca di fare un controllo approfondito sul tuo preparatore fiscale. Stiamo tutti cercando un rimborso maggiore, ma dobbiamo farlo in modo sicuro e legale. Sii intelligente e circospetto e non dovresti avere nulla di cui preoccuparti.

Hai ottenuto piazzole di vendita da ombrosi preparatori fiscali? Che cosa hai fatto?


Perché ridimensionare la tua casa può farti risparmiare denaro

Perché ridimensionare la tua casa può farti risparmiare denaro

Proprio questa settimana ho tagliato il mio spazio vitale di almeno 1.000 piedi quadrati. Sono andato da una casa di periferia con tonnellate di magazzino in un loft del centro città praticamente senza nessuno. È stata una delle migliori decisioni che abbia mai preso e la mia vita è diventata non solo molto più semplice, ma anche molto più economica!Quel

(Soldi e affari)

Cos'è la risoluzione alternativa delle controversie (ADR) - Mediazione e arbitrato

Cos'è la risoluzione alternativa delle controversie (ADR) - Mediazione e arbitrato

Quando sei coinvolto in un conflitto che ti fa considerare di andare in tribunale, ti trovi di fronte a una serie di domande. Dovresti denunciare? Hai bisogno di assumere un avvocato? Quanto costerà? Quanto tempo ci vorrà? Cosa succede se perdi o non ottieni quello che vuoi?Anche i conflitti che appaiono semplici possono diventare complicati, dispendiosi in termini di tempo e costosi quando si tenta di risolverli attraverso i tribunali.

(Soldi e affari)